Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (25)

  • Avatar

    ilBuonPeppe

    |

    Linea politica? Bagaglio di idee? Maddeche?
    L’unico obiettivo di questa gente è conquistare un seggio da poter poi subaffittare al PD. Sperando nella sua riconoscenza.
    Questa gente deve sparire per sempre.

    Reply

  • Avatar

    Valerio

    |

    Pisapia sa benissimo cos’è il Pd renziano (e che opportunità può portare): per questo ci si butta a capofitto.
    Più che altro, non ho capito questa faccenda del fuoco ostile contro Salvini.

    Reply

    • Avatar

      Gaz

      |

      @Buon Beppe e Valerio.
      Provo a sintetizzare abusivamente i vostri interventi.
      Si, vota poltronificio Monte dei paschi !

      Reply

      • Avatar

        Valerio

        |

        Sintesi autorizzata!

        Reply

    • Avatar

      Que se vayan

      |

      Immagino si riferisca al giudice.

      Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Democracia proletar ?
    Esto nome non me nuev.
    Jo me recuerdo que vidi nel televisor en ombre funambolico que volebat el vitalicio de region, de regno e de impero, porque allorquando fuit juven erat barricader.
    Como dicebant Latinos: si vis goder pax, paraculum.
    P.s. Se candidano il sigaro di Bersani … si bruciano …

    Reply

    • Avatar

      Tenerone Dolcissimo

      |

      La frase esatta era
      SI VIS PACEM PARA BELLUM
      SI VIS BELLUM PARA CULUM
      Marcello Marchesi

      Reply

      • Avatar

        Gaz

        |

        @Tenerone
        SArebbe sotteso un sit, ma poco importa.
        E’ importante invece che tu, come altri, dia il tuo buon contributo in occasione della pubblicazione dell’articolo sulla questione linguistica post Brexit da parte del Professor Giannuli.

        Reply

        • Avatar

          Tenerone Dolcissimo

          |

          Non manchero’

          Reply

    • Avatar

      tonino b

      |

      graaaandeeee….!!!!!

      Reply

      • Avatar

        Tenerone Dolcissimo

        |

        Se ti riferisci a me ti ringrazio ma osservo che la frase è del compianto Marcello Marchesi

        Reply

  • Avatar

    francesco cimino

    |

    Infatti quando vedo Bersani, Pisapia e simili personaggi mi vien voglia di votare 5 stelle o di non votare e non sarò il solo.
    Invece non credo che i 5 stelle accetteranno alleanze. Vietandosi di stabilire accordi con gruppi che – a torto o a ragione – molti percepiscono come di destra o di sinistra, i pentastellati evitano di classificarsi, di enunciare una visione del mondo più chiara di quella che espongono oggi, riuscendo così ad attirare tipologie molto diverse di elettori e assumendo l’aura della purezza morale di chi non fa compromessi, nonché continuando a ridurre la politica ad uno scontro tra “onestà” e corruzione. Con apparente paradosso, in loro vaghezza e intransigenza sono collegate: l’intransigenza dovrebbe esser dovuta a principi chiari e irrinunciabili, qui è il contario. Natruralmente tutto ciò evita loro il rischio di dover governare, cosa della quale sotto sotto possono aver un comprensibile timore. Sarei lieto di sbagliarmi.

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    O.t.
    Intanto Micio Macio Miaoduro manda i suoi in parlamento ad insegnar la modestia ai deputati e ai manifestanti del paese, accarezzando di tempo in tempo le spalle a qualche giovine e a qualche padre.
    P.s. Micio Macio e Kim andrebbero rinchiusi nella stessa stanza.
    Olé.

    Reply

  • Avatar

    Que se vayan

    |

    Pisapia è improponibile, significa identificarsi con l’elettorato di Milano zona 1.
    Si tratta di un pezzo importante della città di Milano, che per fortuna esiste: quella ricca (o comunque benestante), ma solidale. Impossibile capire Milano senza farci i conti.
    Però questo pezzo di paese va messo in relazione con quelli molto più importanti dal punto di vista “di classe” e numerosi: le periferie urbane, le provincie impoverite etc…

    Inoltre l’Italia è lunga e invece Pisapia è antipatico già quando ci si sposta verso la periferia (i sondaggi non hanno mai dato Campo Progressista sopra l’1%).
    Questa scelta denuncia la completa incomprensione del fatto che la sinistra deve confrontarsi con la società complessa e piena di contraddizioni. Preferiscono una nicchia in cui si danno tutti ragione.
    Pisapia è gentile (nel senso che non avendo niente da dire almeno dice di essere beneducato), presuntuoso (ha vinto le elezioni a Milano 5 anni fa e la chiama “Rivoluzione arancione”) e permaloso (ha il tipico vizio di chi odia tutto ciò che “osa essere più a sinistra di me”).

    Qualcuno ha proposte peggiori?

    P.S.
    Purtroppo anche Montanari e Falcone sono riusciti a buttare giù dal palco del Brancaccio una delle poche realtà sociale che aveva dato credito a quell’esperimento (si chiam Je so pazz’).
    Chi sceglie la strada della “rappresentanza” deve capire che deve avere un atteggiamento di rispetto nei confronti della società e che questo comporta anche prendere i pomodori in faccia. Se uno preferisce i caminetti ai contestatori non dovrebbe fare il politico, soprattutto non pretendere di essere di sinistra. La retorica del Movimento 5 stelle che obbedisce ai cittadini ha successo proprio per questo. (anche se la messa in pratica è molto discutibile e la loro deriva a destra per me odiosa).

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      sai il guaio è che certe cose che una volta erano elementari, ormai si sono perdure ed è il caso del mettere nel conto le contestazioni se vuoi fare il politico

      Reply

  • Avatar

    Tenerone Dolcissimo

    |

    Pisapia ha votato Si, dimostrando di non avere le idee molto chiare sul tema fondamentale del modello di democrazia e non ha neppure fatto un accenno di autocritica.
    ****
    Pisapia non ha le idee chiare nemmeno su quel che succede a casa sua.
    E qui mi taccio su questo specifico tema.
    Pisapia è una gran brava persona, ma veramente una gran brava persona. Eh e allora??
    A Roma in simili casi dimo “checcefamo co’ questo?”

    Reply

  • Avatar

    Cinico Senese

    |

    Relitti in cerca di poltrone. Traditori della sinistra di classe. Saranno spazzati via. Lasciamoli riunirsi, così non ne scappa nessuno, verranno cancellati prima.

    Oggi sul Fatto, intervista a 4 mediocri reliquati: Speranza di articolo 1, Civati di Possibile, Frantoianni di SI, Montanari di Sinistra Civica: alla domanda: euro SI o NO? tutti rispondono: SI.

    Non ho più domande. Sono traditori alla Tsipras.

    Ora Giannuli, vai a collaborare con loro, me racumandi.

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      vediamo di farli ragionare….

      Reply

      • Avatar

        Gaz

        |

        Come sosteneva un celebre skipper cinese, non è importante che i gatti siaano rossi, bianchi o grigi, purchè facciano vedere i sorci verdi a Renzi.

        Reply

  • Avatar

    Allora ditelo

    |

    Sapete che ci dovrebbe essere di nuovo?

    A fronte di tutti i tentativi di democrazia liquida aperti ai cittadini ne manca uno ove partecipino attivamente solamente questi personaggi politici per accordarsi su temi comuni lasciano la visione delle deliberazioni APERTA AD OSSERVATORI ESTERNI senza obbligo chi si registrino (come per gli atti del parlamento)

    Sinceramente A ME la fuffa mi dà noia e preferisco desumere le caratteristiche di certi personaggi sulla base dei loro comportamento e ragionamenti.

    Ma si badi che non desidero una versione tipo “reality” spettacolarizzata con confessionale, ed sms a pagamento per decidere chi sarà nominato (e porc… la miseria c’è il rischio che a furia di spettacolizzare la politica si pervenga a tale format)

    A me interesserebbe capire per prima cosa COME conducono i propri ragionamenti nelle deliberazioni e non la lista dei desideri (che può essere pure delegata ad indagini di mercato poi discusse tra loro e verbalizzate per gli osservatori).

    I verbali dell’assemblea costituente sono stati molto istruttivi per me, hanno superato la mia immaginazione (plagiata da anni di propaganda sui media) benché non fossi in grado di farne una lettura più sofisticata in grado di percepire con certezza eventuali tesi strumentali.

    Reply

  • Avatar

    tonino b

    |

    Prof,
    mi ripeto, come già successo non molto anticamente fa, a me pare una “accozzaglia” di guardiaovini sguinzagliati a cui, il potentato oligarchico, ha ordinato di andare a recuperare il gregge (color rosso?) per poi riaddomesticarlo al giogo ed all’avidità dei potenti… (oramai) diventati pure… padroni!!!
    ma qual’é il loroprogramma politico?
    non mi é parso sertire l’avv. meneghino (felice di vorate, convintamente, si al referendum…) pronunciare parole che si rifanno ai principii di… libertè, egalitè e fraternitè…!
    con tutto il cuore, spero di averre torto… anche se la storia mi ha insegnato che “chi spera… muore disperato…”!
    saluti rossi di quelli veri.
    tonino basile – roma

    Reply

    • Avatar

      Roberto B.

      |

      Ma che fine hanno fatto i saluti bakuniani?

      Reply

  • Avatar

    Edoardo

    |

    Professore,

    questi signori hanno pochissimo da giocarsi.

    Un programma, dieci punti concretamente realizzabili:

    – referendum sul fiscal compact
    – ridefinire i rapporti con la NATO (se annunci che esci e stai per vincere….esplode il Cenacolo, ma davvero pero’)
    – abbandono dei vincoli di bilancio UE e lancio di un grande programma di investimenti pubblici per l’occupazione
    – cestinare TUTTO il renzismo e simili (jobs act, scuola ecc ecc)
    – riconversione ecologica dell’industria militare (altro botto? Torre di Pisa?)
    – soluzioni non buoniste sull’immigrazione (aumento spese per cooperazione internazionale, reale, pero’, stop alle guerre per procura che destabilizzano i paesi, mettere al lavoro, e se non vuoi..peccato, torni a casa, migliaia di immigrati in opere di varie di riassesto)
    – investimento serio e lungimirante sulla ricerca scientifica (per tenerci i “cervelli”)
    – patrimoniali
    – ritorno alla separazione, immediata, tra banche d’affari e di credito
    …..applicare la Costituzione?

    quanti punti sono? insomma, ci siamo capiti…
    ma il programma deve essere definito e stampato e distribuito e discusso ovunque 3 mesi prima delle elezioni.

    Tutto il resto e’…destra.

    Ah, mi perdoni, Professore…presumo che nella suddetta armata brancaleone tutti i vari Comunisti non vorranno entrare..per carita’..restiamo al circolino sotto la foto di Baffone a fissarci l’ombelico.

    Con grande stima

    Edoardo

    Reply

  • Avatar

    Herr Lampe

    |

    Ho apprezzato molto il passaggio sulle “numerose” truppe di Pisapia.

    L’esistenza (mediatica) a sx di così tanti generali senza esercito è un mistero che non è ancora stato risolto.

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Per l’Eliseo vota Pisapia !
    Per le condominiali scala B vota Pisapia !
    Pisapia é in Marcia ?
    E tu più attento alla retromarcia !!

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!