Aldo Giannuli
Beppe Ameglio

Beppe Ameglio

Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pavia. Pilota d’aereo e viaggiatore. E’ stato consulente delle principali case automobilistiche italiane ed europee. Studioso della storia sociale dell’automobile è docente al Master dell’Università di Pavia in “Design and Development of Vehicle Dynamics”. Autore di numerosi saggi e più di un centinaio di articoli è oggi Chief Executive Officier di Lemon Dry.

Commenti (3)

  • Avatar

    mirko g. s.

    |

    Mi scusi ma questo pezzo mi lascia perplesso tanto quanto quello del prof. sulle “luminarie” di qualche anno fa, scrissi un commento molto polemico e mi beccai un sonoro “commenti i suoi da bar dello sport”. Senza voler incorrere nuovamente in polemiche mi lasci dire che come tanti studiosi innamorati della filosofia e della retorica ad essa connessa andate cercando profondità là dove manca. Scusate ma cosa mette in relazione Baumann colla moda di oggi di vendere auto farcite di minchiate inutili? La connettività è un mantra di cui i consumatori medi manco si accorgono e come tutti gli slogan non ha significato. La storia dell’uomo è sempre stata segnata da mode e slogan pubblicitari vacui che spingevano a comprare roba spesso superflua e perchè adesso ci dovrebbero essere risvolti filosofici, metafisici, sociologici da spazio-non-spazio et similia? Il concetto (vuoto) di connettività ha come unico risvolto pratico, come unica urgenza seria cui rispondere l’infantilismo dei guidatori che portano l’auto mentre si baloccano con Va’azzapp (e poi vanno a sbattere). Non cercate l’oceano nelle pozzanghere. E soprattutto non citate con leggerezza la navigazione aerea che è un affare ad un altro livello di difficoltà perchè la storia dell’aeronautica espone diversi casi di piloti che si sono persi e, esaurito il carburante, sono scomparsi con tutto il velivolo inghiottiti dalle onde.

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Lettura piacevole.
    Visto che il navigatore ne sa più di me, dirò alla macchina di andare a votare in mia vece.
    E io che pensavo che il “navigatore” fosse un tipo alla Vespucci o alla Verrazzano !
    Quando Berta filava, il pusillibus si risolveva in questo modo:
    https://www.youtube.com/watch?v=s31qf1sEVbM

    Reply

  • Avatar

    auto++

    |

    bhe! La polizia stradale oggi è dotata di tablet che fotografano la strada dal cruscotto della pantera, scanzionano la foto riconoscono le targhe, si sincronizzano con i database della questura della Motorizzazione Civile, verificano lo stato del veicolo e tutte le pendenze relative. Direi che circolare per certi personaggi sarà più difficile, e probabilmente la corruzione si inerpicherà con sistemi più sofisticati. Non escluderei un bracialetto elettronico o mo’ di passaporto per circolare per tutti ((-:

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!