Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (6)

  • Avatar

    Caruto

    |

    Sembra di trovarsi in una sorta di medioevo pre-moderno; manca il capitalismo e la borghesia produttiva a razionalizzare i conflitti e le variabili sono religiose e dinastiche, oltre che geopolitiche.

    Teoricamente, al netto di possibili interventi dall’esterno (interessi occidentali coinvolti) ci si potrebbe aspettare una conflittualita’ di media-lunga durata, a bassa e media intensita’, priva di sbocchi a breve e prevedibili.

    In questa logica di consunzione, le risorse a disposizione (economiche, di relazione, di vantaggio geopolitico) farebbero la differenza.

    Sbaglio, prof. Giannuli?

    Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    il motivo principale del fallimento della strategia usa nell’area sono i wahabiti. come si può parlare di democrazia quando i tuoi alleati nell’area sono monarchie assolute di stampo medievale? ed è ridicola anche la scusa wahbita al riguardo sull’eccezionalità dei territori sacri dell’islam. sotto questo aspetto non c’è da soprendersi che gli usa guardino verso gli iraniani, che almeno hanno provato a confrontarsi con la modernità. e vogliamo parlare di quanto danno hanno fatto i sauditi all’occidente con la crisi petrolifera? o di quanto danno hanno fatto ai russi contribuendo a provocare il fallimento dell’urrs? non sono certo un guerrafondaio, ma se gli usa anzichè perdere tempo a fare guerre in vietnam facevano un mazzo tanto ai wahabiti, si stava tutti meglio. su questo non c’è dubbio.

    Reply

  • Avatar

    pierluigi

    |

    Caro Aldo,
    meritoriamente, dopo tante elucubrazioni sull’islamismo violento ma anche no visto come conseguenza del colonialismo, scrivi un post sulla principale fonte ispiratrice del suddetto.
    Perche’ quindi non chiamare la cose con il loro nome in barba al relativismo culturale dal quale sembra poco di sinistra smarcarsi?
    Quella saudita e’ una società’ arcaica la cui unica ragione di rilevanza e’ l’essere seduta sulle maggiori riserve mondiali di petrolio ed il potere saudita e’ una cleptocrazia familiare per la quale tutto e’ lecito pur di preservare il potere.

    Reply

  • Avatar

    makno

    |

    analisi ineccepibile su un contesto ancora poco trattato dai cd esperti ufficiali, complimenti professore

    Reply

  • Avatar

    marcot

    |

    Buongiorno Prof. Giannuli,

    d’accordo sui primi due punti di crisi; personalmente ridimensionerei il terzo punto, quello sull’ISIS. Secondo me i Sauditi non lo considerano un problema di rilievo. Anche se è vero che non sostengono direttamente l’ISIS, è altresì vero che non considerano lo Stato Islamico come una minaccia e nello scacchiere mediorientale lo vedono come un mutamento tra i tanti. Il fatto che l’ISIS sia nemico di Assad è più che sufficiente per renderlo simpatico – o perlomeno indifferente – ai wahabiti.
    Per il resto, la scelta riguardo al ministero della difesa saudita è sicuramente dovuta all’eccezionalità del momento e al desiderio di contenere l’Iran. Ecco perché, forse, la scelta è stata “digerita” dai membri della famiglia reale più di quello che sembri a primo acchito.
    Saluti
    Marco

    Reply

  • Avatar

    andrea z.

    |

    Ho letto che fonti europee di alto livello hanno confermato che Ryad ha offerto a Israele di utilizzare il suo spazio aereo per il passaggio dei caccia in caso di attacco all’Iran.
    In cambio di questo favore, lo Stato ebraico dovrebbe impegnarsi a riprendere le trattative con i palestinesi.
    Forse questo sarebbe lo scenario più preoccupante; la reazione iraniana potrebbe portare nel caos tutta la regione.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!