Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (9)

  • Avatar

    Gaetano Bellitto

    |

    Chiara, trasparente ed esaustiva, come sempre,è la Sua esposizione.

    Reply

  • Avatar

    Giovanni Talpone

    |

    E’ evidente che risolveranno questi problemi solo molto dopo lo scioglimento dell’ACI… cioè mai. Ma, facendo finta di vivere in un Paese civile e tecnicamente sviluppato, domando: si è mai posto qualcuno il problema di strutturare informaticamente questi archivi, definendo livelli di accesso, chiavi univoche, indici secondari, legami logici ecc.? (Almeno per quanto riguarda i documenti di nuova immissione).

    Reply

  • Avatar

    francis

    |

    Ma perchè non proviamo a chiedere di copiare le normative che hanno in Gran Bretagna?
    Perchè non proviamo a copiare come fanno in Gran Bretagna?

    L’ho già scritto: solo adesso i National Archives stanno declassificando e rendendo pubblici i files delle spie della I G.M. (cioè a 100 anni).

    Ogni fascicolo, sulla ricerca online porta la data di quando è stato declassificato.

    Lo so che è una mia pia illusione, una battaglia già perduta in partenza, ma io vorrei che l’ACS diventasse come i National Archives, dove tutto viene versato e le commissioni decidono se i documenti possono essere declassificati o devono restare classificati, anche per 100 anni.

    Reply

  • Avatar

    Cleto

    |

    Dal gruppo FB denominato FRATERNO SOSTEGNO AL COCER(https://www.facebook.com/groups/sostegnoalcocer/), riporto il commento postato dall’Ammiraglio Falco ACCAME, già Presidente della 7^ Commissione Difesa (dal 27 luglio 1976 al 26 luglio 1978) e Componente della Commissione Parlamentare d’inchiesta e di studio sulle commesse di armi e mezzi ad uso militare(dal 19 maggio 1982 all’11 luglio 1983):
    <>

    Reply

  • Avatar

    Cleto

    |

    Dal gruppo FB denominato FRATERNO SOSTEGNO AL COCER(https://www.facebook.com/groups/sostegnoalcocer/), di seguito il commento postato dall’Ammiraglio Falco ACCAME, già Presidente della 7^ Commissione Difesa (dal 27 luglio 1976 al 26 luglio 1978) e Componente della Commissione Parlamentare d’inchiesta e di studio sulle commesse di armi e mezzi ad uso militare(dal 19 maggio 1982 all’11 luglio 1983): “Ottimo e abbondante (come il rancio dei soldati e anche meglio). L’analisi di Giannulli è molto importante e pertinente e allarga il discorso ad altri argomenti che dovremmo prendere in considerazione. Sono anche d’accordo col pessimismo di Giannulli. Tuttavia ad esempio per il caso Moro (vedi notizie Honda) non dovremmo perdere tutte le speranze contando magari sulla SERENDIPIDITA’. A volte capita qualche “incontro” fortunato. Il principe di Serendipe cercava l’acqua e trovò il petrolio. Una problematica non trattata nella pur dottissima esposizione di Giannuli riguarda la problematica dei documenti considerati CLANDESTINI. Mentre per i documenti segretati si sa, ufficialmente che ci sono, ma non se ne conosce il contenuto, per i documenti clandestini se ne ignora, almeno ufficialmente, addirittura l’esistenza. Ciò anche se in ambito NATO (e dintorni) è stato costituito il Comitato di Pianificazione Clandestina della quale l’Italia ha fatto parte. Il “clandestino” è un pò l’INNOMINATO della situazione. E riguarda questioni di particolare rilevanza, ad esempio la componente militare di Gladio ancora oggi coperta da fitte tenebre.”

    Reply

  • Eduardo Vela Ruiz

    |

    Eduardo Vela Ruiz…

    AldoGiannuli.it » Archivio Blog » Come funziona il segreto di Stato e quali sono i problemi da risolvere per la pubblicità dei documenti…

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!