Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (6)

  • Avatar

    grandavide

    |

    ma draghi non doveva fare il quantitative easing a gennaio? certo, come scusa per non farlo la candidatura al dopo napolitano sarebbe eccellente. e il conseguente attacco speculativo nei confronti dell’economia europea in crisi di liquidità la migliore campagna elettorale: d’altra parte uno che ti fa fallire mezza europa è sicuramente il cavallo vincente. per il resto mi sembra di capire che i 5 stelle prodi non lo voteranno neanche a questo giro. beh, possiamo consolarci pensando al prossimo ro-to-tà e lamentarci per la prossima copia carbone di napolitano: i veri duri fanno della lamentela la loro unica prerogativa politica.

    Reply

    • Avatar

      ilBuonPeppe

      |

      Se Draghi potesse fare il QE, lo avrebbe già fatto.

      Reply

      • Avatar

        grandavide

        |

        mi sa che più avanti andiamo, meno sarà possibile non farlo.

        Reply

  • Avatar

    Roberto B.

    |

    @grandavide
    Di solito quando leggo un suo commento, resto con la stessa domanda, alla Totò:
    “Voglio vedere questo dove vuole arrivare”.
    Le altre volte, invece, la domanda è del tipo: “Ma che avrà voluto dire?”.

    Reply

  • Avatar

    neander72

    |

    Sembra profilarsi un testa a testa fra i fedeli del nazareno e un blocco di oppositori più o meno agguerriti. Ma posto che il secondo include un po’ di tutto, siamo sicuri che il primo blocco sia così coeso come sembra? Potrebbero cercare di eleggere una figura bipartisan (come Grasso o Amato) ma per quanto compatto rischia di non farcela. neanche fermarli però sarà facile, se non si creano delle convergenze in positivo su figure credibili saranno gli oppositori (anche del M5S) a farsi cooptare come del resto sta avvendo in questi mesi

    Reply

  • Avatar

    Zag(c)

    |

    Vi è in questo ragionamento un errore di fondo. O meglio un equivoco non se se voluto o misconosciuto o mistificato. In Costituzione è sancito il non vincolo di mandato. Ciò significa che ogni Parlamentare eletto può fare ciò che gli pare. Non esiste il vincolo di rappresentatività, perché lui presentando se stesso rappresenta non chi lo ha eletto, ma il popolo italiano, sia di destra di sinistra di centro di alto e di basso. Il fatto che passi da un gruppo ad un altro può rappresentare al massimo una questione morale, ma non un vincolo di non rappresentatività o di ileggitimità del Parlamento stesso. Quando si votano rferendum, partiti, o leader alla cieca o seguendo la noda imposta dai mass media si incorrono poi in questi equivoci. Meditate la prossima volta!

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!