Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (7)

  • Avatar

    ugoagnoletto

    |

    anche l’obiezione di coscienza era illegale, ma ha tracciato una direzione. Quindi ci sarà sembre una illegalità, una disobbedienza in nome di una giustizia superiore. Certo, sarà pagata pesantemente da chi la sostiene, ma traccia una direzione etica, scuote le coscienze, turba i sonni di Erode.

    Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    mah, ho letto la vicenda, e pisapia ha sottolineato il fatto che una famiglia sgombrata non avesse i requisiti per avere la casa, premendo il punto non tanto sulla legalità, ma sul fatto che quell’abitazione spettasse ad altri che ne avessero più bisogno, e quindi l’ha buttata sul diritto. non vivo a milano e quindi non ho fonti migliori, ma mi sembra che l’occupazione di palazzo marino sia un pò pretestuosa, sebbene non mi sarei aspettato da pisapia una reazione così giudiziaria, proprio lui che faceva l’avvocato del movimento. ma non ho abbastanza informazioni per formarmi un giudizio preciso, sebbene parlando in generale trovi le ragioni dell’articolo giuste e condivisibili.
    tuttavia devo dire che hai scelto un bel momento per parlare di legalità: ora che berlusconi ritorna rispolverando tutto l’armamentario antigiudici, credo il problema giustizia sia destinato a imporsi di prepotenza nel conrtesto mediatico. chissà, forse potrebbe essere l’occasione per ripensare un pò il problema, ma con berlusconi che sparge fumo sorgerebbe sicuramente qualche difficoltà, dato che le sue soluzioni al problema fanno parte del problema stesso.
    mah comunque credo che i risvolti più interessanti si avranno nel campo dei 5 stelle, sia perchè saranno sottoposti all’erosione a destra, e quindi perderanno un sacco di voti, sia perchè saranno spinti a parlare di legalità, un argomento sul quale hanno spesso espresso una vaghezza preoccupante, sia per la tolleranza nei confronti dell’evasione fiscale, sia per la tolleranza nei confronti della mafia, sia per affermazioni come “giustizia a orologeria” per bossi, senza contare la simpatica uscita di grillo secondo cui i marocchini dovrebbero essere portati in questura e presi a schiaffi senza verbale.
    in questo contesto, per quanto la magistratura italiana faccia schifo, essa rimane l’ultimo baluardo di uno stato di diritto in cui siano tutti uguali, e continuo a preferire questa alle derive corporativiste e protofasciste.

    Reply

  • Avatar

    Mario Vitale

    |

    Non conosco il problema specifico di Milano, ma vedo quello che capita dalle mie parti a Bologna. Nonostante degli edifici terminati ancora cinque anni fa presentino molti appartamenti non occupati, si continua a costruire. Questo in un contesto dove gli appartamenti vecchi con prestazioni energetiche pessime sono ancora tantissimi e si dovrebbe lavorare nella direzione di migliorare il patrimonio immobiliare esistente. Non ci vuole molto a capire che i permessi di costruire non vengono concessi per esigenze della popolazione.
    Anche prescindendo da queste considerazioni, appare arbitraria la difesa della legalità da parte della più corrotta ed incompetente classe dirigente della storia di questo paese. Oltretutto, quando Di Pietro, o Grillo, ricordano che in questo parlamento c’è una densità di delinquenti superiore a quella del rione Scampia a Napoli, allora si levano cori di protesta, tacciando Di Pietro e Grillo di populismo, di giustizialismo, ecc. Bisogna però anche capirli… sono stati abituati a non avere mai contraddittorio, ad interviste fatte da esseri striscianti che lasciavano loro dichiarare qualsiasi cosa, che spesso poi smentivano senza pudore magari già il giorno dopo. Cosa ci possiamo aspettare da questi personaggi? Intelligenza?

    Reply

  • Avatar

    makno

    |

    gentile prof giannuli mi sembra che il cosiddetto legalismo liberale, tanto decantato da alcuni ns giornali e opinionisti, sia oramai diventato una sorta di finzione dietro la quale si nascondono due principi oramai invertebrati nella costituzione materiale del paese “tutti gli animali sono uguali ma qualcuno è più uguale degli altri” -orwell la fattoria degli anamali- e “signori io sò io e voi non siete un cazzo” – giacchino belli- . credo che il sistema stia saltando e che varranno solo i rapporti di forza, pertanto se i ceti medi e bassi vorranno tutelare i loro interessi dovranno organizzarsi in secondoprecisi dettami in modo che le classi privilegiate giungano a più miti consigli e si possa ricontrattare svariate situazioni, anche perchè i gruppi e le lobbies al potere non dispongono e probabilmente non hanno neanche il coraggio e la capacità di procere a azioni di forza veramente generali e pregnanti. i giudici rispetto a mutamenti di tal genere non farebbero altro che adeguarsi al nuovo spirito della legge.

    Reply

  • Avatar

    info

    |

    ciao aldo mi serviva trovare libri documenti che trattino del tema legalita vs illegalita. pratiche legali e illegali. movimenti politici ecc anche con narrazione storica qualcosa che mi consigli

    Reply

  • Avatar

    Massimo

    |

    Certo, poi su internet trovo commenti di esponenti del PD contro Borghezio perchè e stato condannato ad una multa 10 anni fa a Torino per aver involontariamente incendiato dei giacigli di immigrati clandastini. Ma guardate ai peccati vostri, che fate ridere i polli…

    Reply

  • Avatar

    Papelio

    |

    Faccio presente che a Milano alcuni stabili sono tristemente famosi proprio per il genere di occupazioni: via Bianchi con il suo fortino, via Pascarella dove il padre assegnava ai figli gli appartamenti attigui, via Padre Luigi Monti con la “Signora Gabetti”. Insomma, dopo tutti i casi di racket delle occupazioni e la presenza sul territorio di clan che dell’illegalità fanno una fonte di guadagno e non una forma di lotta dovuta alla necessità, mi sento di fare qualche distinguo.
    In merito bisogna anche ricordare che l’Assessore regionale alla casa, Domenico Zambetti, è stato recentemente arrestato per voto di scambio con la ‘ndrangheta e che Aler dipende principalmente da tale assessorato che ne nomina pure le cariche; detto questo, Pisapia (che tanto è sempre tutta colpa sua) mi sembra tirato per la giacchetta.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!