Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (58)

  • Gaz

    |

    Ullàlla !
    Reverendissimo, non è stato informato dalla Curia che col nuovo Messale il “non ci indurre in tentazione” sarà sostituito da “non abbandonarci alla tentazione”, a causa di una traduzione non fedele?

    Reply

  • Gaz

    |

    Nella corruzione molto conto “il così fan tutti nell’ambiente”.

    Reply

  • Allora ditelo

    |

    L’importo è certo una cifra significativa ma non a tutti frega qualcosa che i cinquestelle si vantino continuamente di devolvere somme al fondo pubblico per l’imprenditoria.

    Prescindendo dalle “magnifiche sorti e progressive” che passa il mainstream chi non vota cinquestelle ne ha a sufficienza di motivi: tutti motivi irrilevanti per chi è intenzionato a votarli.

    Reply

  • Leone 1977

    |

    Professor Giannuli concordo con quasi tutto quello che ha scritto, molte di queste rogne se le sono cercate loro, non c’è nessun dubbio. Tuttavia il dato di fatto è che la mente che ha scatenato questa campagna diffamatoria contro i 5 stelle, con lo scopo di farli crollare nei consensi, si chiama Silvio Berlusconi, perchè costui è terrorizzato da un eventuale vittoria (quasi certa)dei grillini. Le iene è vero che fanno il loro mestiere, ma per correttezza questa vicenda la potevano benissimo tirare fuori prima della chiusura della presentazione delle liste, in questo modo Di Maio avrebbe avuto l’occasione di espellere i colpevoli, e rimpiazzarli con altri candidati, invece i vassalli del cavaliere hanno aspettato, secondo me una mossa studiata nei minimi dettagli per mettere in difficoltà tutto il movimento. L’unica cosa che non riesco a capire è come dice lei la freddezza di Grillo, che specie in quseto momento dovrebbe fare una campagna elettorale infuocata, e invece se ne sta in disparte, sinceramente questo atteggiamento mi spiazza parecchio, sembra un gesto di puro masochismo, vorrei sapere professor Giannuli cosa ne pensa lei in merito? Comunque secondo me questa vicenda non farà perdere nemmeno mezzo voto al movimento, adesso grazie ai media di regime la gente sa che loro hanno donato 25 milioni di euro alle piccole e medie imprese, ed ha perfettamente ragione di Maio quando dice che sarà un boomerang per per gli altri partiti. Io sono convinto che il 4 marzo i pentastellati supereranno la barriera del 30%, e possono arrivare anche al 35 – 36%, in tutti i comizi dove va Di Battista, le piazze sono piene, gremite di gente che crede in loro, hanno uno zoccolo duro di circa il 29 – 30% d’acciaio inossidabile, prova di bomba, ed hanno ancora un asso nella manica, la squadra di governo da presentare prima delle urne!!!!!

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      se ricordo bene, >Lei prevedeva oltre 15 milioni di voti al M5s, vedo che siamo cu quotazioni più realistiche ma temo, ancora troppo ottimiste. Temo che si attesteranno fra il 26 ed il 28% e se la campagna riserva altri fuori di artificio anche di meno
      E’ una manovra di Berlusconi? Può darsi ma Di Maio non aveva assicutaro un filtro di qualità ai candidati? e perchè creti conti li ha fatti solo ora?
      Tutte cose di cui penso debba rispondere dopo il 4 marzo

      Reply

      • Allora ditelo

        |

        Potrebbe chiedere a Grillo a chi era assegnato il compito di verificare i bonifici in questi 5 anni? Ho l’impressione che non fosse Di Maio.

        Reply

      • Allora ditelo

        |

        Sarebbe interessante sapere anche quale società si occupi della certificazione delle votazioni online.

        A memoria ricordo solo la DNV Bussiness Assurance durante le quirinarie

        Reply

      • Valerio

        |

        Ottimistiche per chi? Non certo per l’Italia…

        Reply

      • Tenerone Dolcissimo

        |

        E perché è stato scelto Di Maio???
        Ah, saperlo!

        Reply

        • Aldo S. Giannuli

          Aldo S. Giannuli

          |

          lo sappiamo, lo sappiamo…

          Reply

      • Roberto B.

        |

        Io prenderei in considerazione il fatto che Di Maio, oltre che giovane e ancora non totalmente inquinato dalle logiche politiche nostrane del “così fan tutti”, forse è anche non sufficientemente supportato.
        Questa idea che lui dovesse fare il controllore andando a verificare personalmente i curricola di ogni singolo candidato, fare le pulci ai conti di ogni singolo parlamentare, eccetera, oltre che immiserirlo in un ruolo da poliziotto di quartiere che certo non deporrebbe a favore di un suo possibile impegno di PdC, porta acqua al mulino di quelli che sostengono la necessità del “Uomo solo al comando”, suggestione da sempre cara agli italiani.
        Non è quello che mi aspetto che faccia il segretario di un partito e Capo di Governo in pectore, specie in periodo di battaglia elettorale.
        Qualcuno ricorda la frase di De Gasperi: “Faccio la guerra con i soldati che ho”?
        Quando un capo politico si invischia in tal modo, la paranoia è dietro l’angolo; invece che coordinare e guidare gli altri, si farà guidare dalle sue paure e presto comincerà a voler sapere tutto di tutti, a spiare (meglio, a far spiare) dal buco della serratura di ogni porta di amici e nemici , finendo inevitabilmente col non fidarsi più di nessuno fino al punto di creare una sua polizia di pretoriani che lo tenga informato sui punti e sulle virgole.
        E’ questa la storia di Stalin, Mussolini, Hitler e di tutti i tiranni.

        Reply

        • Aldo S. Giannuli

          Aldo S. Giannuli

          |

          non doveva farlo personalmente ma incaricare un pruppo di attivistoi scelti

          Reply

        • Roberto B.

          |

          Forse è proprio quello che ha fatto (direi meglio: hanno fatto).
          E’ ben per quello che ho scritto che non ha avuto il supporto necessario: non si può mica fare tutto da soli!
          Ma ci sta: in un Movimento ancora giovane (ci ricordiamo che ha meno di 10 anni?), per sua natura spontaneo, non ancora organizzato come un partito con il suo apparato burocratico, malintesi e disfunzioni su chi deve fare cosa sono normali ed al momento persino pochi rispetto a quanto potenzialmente potevano essere. Segno che la buona volontà supplisce, almeno in parte, all’inesperienza ed alla mancanza di una organizzazione elefantiaca (che è anche uno dei motivi di successo del M5S).
          Senza dire poi che, a differenza di altri, quando le magagne vengono alla luce si cerca almeno di porvi rimedio in tempi brevi, anche a rischio di fare qualche piccolo o grande torto a qualcuno; e quì mi riferisco precisamente ai 1000 esclusi dalle elezioni senza spiegarne i motivi (ma a molti di costoro i motivi sono stati detti, oppure li sapevano già i diretti interessati che, diciamo così, “ci hanno provato”. Che si sarebbe dovuto fare? Pubblicare un elenco con nomi, cognomi e motivazioni dell’esclusione? Oltre che sciocco, sarebbe anche illegale per la privacy.

          Reply

    • Valerio

      |

      Il Movimento 5 Stelle non e stato creato per governare, ma solo per gestire, canalizzare e sterilizzare il dissenso.
      Ogni volta che potrebbe dare una batosta decisiva al PD, Grillo si fa da parte. Poi, magari, parliamo della gestione completamente opaca del movimento, cifra stilistica presente dall’inizio, e di cui stranamente non si parla mai.

      Reply

    • Leone 1976

      |

      è l’affluenza che fa la % , non mi sorprenderei se ci fosse la maggieranza

      Reply

      • Aldo S. Giannuli

        Aldo S. Giannuli

        |

        vediamo…

        Reply

  • Tenerone Dolcissimo

    |

    Per favore, potresti essere così cortese di mandarmi una descrizione più precisa possibile del piddino che hai incontrato, indicarmi il luogo dove lo hai incontrato e informarmi, se ne sei a conoscenza, dei luoghi che frequenta e dove potrei incontrarlo???
    Grazie

    Reply

  • Serenella Farinella

    |

    Condivido tutto al 100%. Da elettrice reiterata del M5S denuncio da almeno un anno sui vari blog, certo in modo meno autorevole e colto, l’arroganza, la cialtroneria e l’impreparazione dei leader pentastellati, bypassando l’assoluta mancanza di democrazia ( ma chi ci aveva mai creduto) e la poca trasparenza del guru erede, dei suoi poteri, dei suoi affari, della sua legittimazione. E soprattutto non mi convince la scelta di Di Maio come candidato premier, che invece sembrava godere di grande stima da parte di Giannuli. Di Maio non ha carisma, non ha cultura, non ha idee proprie, non ha esperienza e caratterialmente ha troppe ombre: pronto a scaricare la colpa sugli altri, anche se compagni di partito, pronto al tradimento. Ambiguo anche nei confronti di Virginia Raggi, che aveva l’incarico di supportare così come tutti i sindaci pentastellati. Continuerò a votare per Monarchia a 5 Stelle perché so che non governeranno: sanno fare opposizione e molti ragazzi eletti sono stati e sono davvero bravi. Ma l’Intellighenzia ( o sedicente tale)non ha mai analizzato le vere pecche del movimento, attaccandosi alle quisquilie. E Giannuli non dice una parola sulla squadra di governo che Di Maio si è impegnato a presentare prima del voto. Sarà un caso?

    Reply

    • Paolo

      |

      Sanno far opposizione ? mah……
      Credo che tutti lo pensino …che al top del potere ..i 5stalle sarebbero un disastro ed una tragedia per l’italia visti anche la situazione delicata .Al netto di questo…non vedo ove sia la bravura a far l’opposizione….
      la giusta definizione: BUONI A NULLA.
      Poi con questa ultima dei rimborsi ….se son riempiti di ridicolo sino al collo: son talmente buoni a nulla e “quaraquaqua” che non son capaci manco a rubar le merendine al compagno d’asilo (dico asilo…..perché è questo il loro livello: l’asilo infante si è trasferito a Montecitorio….povera italia ).
      Ero molto più furbo e scaltro io verso i 4 anni …quando rubavo la marmellata alla nonna per golosità.
      Adesso sono una comica….cosi come sono al top del potere…sarebbero tragicomici…e farebbero ridere il mondo. E farebbero precipitare ulteriormente in basso l’Italia. Non per disonestà: ma per idiozia cronica. Non per nulla i grillini da una frangia sempre più vasta di italiani vengono considerati degli idioti…ed è confermata la tesi di tanti che da sempre dicono che i grillini al potere sarebbero un disastro…

      Reply

    • mirko g. s.

      |

      Scusatemi ma cosa intendete per democrazia? Ci si riempie la bocca con questa parola senza specificare in cosa consista. Mi pare che i vari gruppi territoriali facciano come vogliono loro e diversamente non potrebbe essere mancando una struttura amministrativa all’interno del movimento. All’interno del movimento ci sono opinioni diverse praticamente su tutti i temi dalla NATO alla bioetica. Di Maio è stato scelto in base alle primarie, punto. Se mancavano personaggi di spicco non è colpa sua, come non è colpa sua se gli iscritti e gli iscritti votanti sul blog sono pochi. La Raggi poi dovrebbe spiegare come mai aveva una polizza a suo favore stipulata da un personaggio famigerato in tutta Italia ed il significato di quella frase ignobile che dà la misura di quello che lei è “andiamo avanti anche senza il simbolo”. Mi sembra una ricerca continua del complotto. Ma se pensate che dietro il M5S ci sia il Bilderberg, Area51, gli alieni di Roswell e la mummia di Tutankhamon perchè li votate?

      Reply

    • Valerio

      |

      Male! Un voto ai 5 Stelle è un invito a cena alla Trojka.

      Reply

      • Paolo

        |

        ESATTO…d’altronde l’imput c’è già nel loro decisamente “disgraziato” programma economico e con un economista in erba sopravalutato artificiosamente (Lorenzo Fioravanti )..ma vado con ordine :

        —–>>>2014 Beppe Grillo dichiara: «Il Fiscal Compact è una follia. Noi non abbiamo firmato un cazzo, andiamo in Europa e il Fiscal Compact glielo strappiamo in faccia davanti alla Merkel».

        ——>>>Nel dicembre 2014, Beppe Grillo specifica: «Riprendiamoci la sovranità monetaria e usciamo dall’incubo del fallimento per default. Per non finire come la Grecia. Fuori dall’euro o default».

        ——>>Nel febbraio 2015, Grillo chiarisce: «Il premier sta eliminando tutte le tutele di legge che ci proteggono dalla colonizzazione dei poteri forti, cedendo completamente la sovranità nazionale agli euroburocrati senza legittimazione».

        ——>>>Nel maggio 2015, Beppe Grillo sentenzia: «Di euro si muore».
        e aggiunge: …«Il primo paese che uscirà dalla trappola dell’euro dimostrerà che è solo una zavorra che costringe a sacrificare pensioni, diritti dei lavoratori ed economie nazionali al pagamento di interessi ai paesi creditori del Nord Europa, Germania in primis. Cetto La QualunqueL’unico loro obiettivo. Fuori dall’euro, quindi, per ritornare a vivere».

        —->>>Nel luglio 2015, Beppe Grillo ci va giù duro: «Guy Verhofstadt (il leader dell’Alde) è il politico che più incarna l’eurostatocentrismo, dentro al Parlamento Europeo»

        E QUI CASCA DEFINITIVAMENTE L’ASINO.

        ——>>>Gennaio 2017: Grillo chiede e ottiene dagli iscritti, con votazioni on line, il consenso all’ingresso nel gruppo dell’Alde di Guy Verhofstadt.

        —–>>>Nel settembre 2017, a Cernobbio, il candidato premier grillino Di Maio dichiara: «Il referendum sull’euro va usato come peso contrattuale e come via d’uscita nel caso in cui i paesi mediterranei non dovessero essere ascoltati in sede europea, ma noi non siamo contro la Ue».

        —->>>Nel gennaio 2018, da Bruno Vespa, Di Maio enuncia: «Io non credo sia più il momento per l’Italia di uscire dall’euro perché l’asse franco-tedesco non è più così forte».

        —->>>A quel punto, passa Di Battista e – alla domanda se i 5 Stelle riusciranno a governare – risponde: «Io non lo so, perché gli italiani li vedo molto rincoglioniti». E a un trenta per cento circa di italiani viene un dubbio amletico: «Se rincoglioniti si diventa, coglioni si nasce?».
        (Fonte Scenari Economici: ne ho estratto le tappe fondamentali ).
        IO CREDO CHE QUESTO BASTI E AVANZI: MA NON BASTA INVECE: passo successivo :
        PRESENTANO UN PROGRAMMA ECONOMICO da far invidia al peggior Monti…manco un covo di neoliberisti indegni come quelli del think tank Bruno Leoni (quelli che stanno mettendo nelle stazioni dei treni il mega cartello che conteggia al momento a quanto è il debito pubblico …e quanto “pesa” sulla testa degli italiani: un assurdità pazzesca ) son capaci di elaborare una macelleria del genere (che tra l’altro non è oggettivamente fattibile : il peggio del peggio ).

        ——>>>il punto programmatico del M5S di tagliare il rapporto debito/Pil del 40% in 10 anni», Amputare la spesa del 4% ogni anno?Ma chi lo ha redatto (Lorenzo Fioramonti & il vertice ) si rendono conto che è la via dritta dritta per finir nella disperazione e nella rovina ??? ma se ne rendono conto almeno ??? e lo spacciano come “comportamento virtuoso” questi mascalzoni , cialtroni …perché proporre una cosa del genere vuol dire o essere incopetenti e non sapere cosa si sta facendo o essere dei gran mascalzoni..e imbrogliare la gente che non capisce un cazzo di economia. O peggio ancora tutto e due : incopetenti /incoscenti & mascalzoni. Con un programma del genere..metti i conti “neoliberisticamente “in ordine (cioè un ordine secondo i parametri di quella visione economica : di fatto non è ordine..è disperazione ) e comporta squilibri conseguenti economici e sociali paurosi: licenziamenti, famiglie in rovine, bruciare i risparmi delle famiglie..sino a portarci alla canna del gas. Questo significa applicare un programma del genere.
        ma chi è questo Lorenzo Fioravanti ?? perché tanti ottimi economisti conosciuti prontissimi a mettersi a loro disposizione e a collaborare con loro son stati “sistematicamente” sgamati (TUTTI non il Bagnai…T-U-T-T-I o in un modo o in un altro: cioè è stata una strategia precisa e voluta )
        https://scenarieconomici.it/chi-e-leconomista-di-m5g-quando-bagnai-rinaldi-galloni-e-barra-caracciolo-erano-ancora-liberissimi/
        Paolo: questo signorino qua (ottimo il suo lavoro sul dover cambiare il parametro del PIL usato ovunque: è un parametro iniquo …) il Lorenzo Fioramonti…non è il gran economista che vogliono far credere (a me sembra piuttosto mediocre al sentirlo ) ed è un “pupillo”… a me sembra cresciuto in quell’ humus ideologico /economico liberista che tanti disastri sta facendo nel mondo. Tanti disastri da poter dire con assoluta certezza che è con il Nazifascismo il Comunismo la terza grande tragedia di questi ultimi 100 e passa anni. Questo signore se lo son scelti ad hoc.non a caso (non si spiega diversamente ) Aveva ragione il Bagnai che dopo una certa collaborazione con la base…si accorse subito che il vertice era in mala fede e faceva “finta”di portar avanti un certo discorso… per tenersi buona e fidelizzare un certo segmento elettorale (era solo un voluta tecnica…tecnica che ha funzionato )…infatti lo disse nel lontano 2012 : che non erano in buona fede, che erano una stampella del potere neoliberista, e che era tutto un bluff. Cosi disse e cosi si son rivelati. Bravo Bagnai. Merita il voto alla grande.
        Questi non ci andranno al potere (ovviamente) , salvo brutte sorprese visto l’elettorato decerebrato che abbiamo, verranno secondo me puniti anche grazie alle ultime “intelligenti” prodezze…SI CONFONDONO CONTEGGIANDO SCONTRIN DI BAR E PIZZERIE NELLA RIDICOLA “RENDICONTAZIONE” AL NETTO DEI BONIFICI ANNULLATI…e questi sarebbero gente da metter alle redini di un sistema complesso e della seconda economia manifatturiera d’Europa e la terza economia dell’ Eurozona ..MA STIAMO SCHERZANDO ????
        Questi al prossimo attacco speculativo dell’asse Franco/Tedesco (esattamente quando Draghi sarà fuori dalla BCE…probabilmente ) ci consegnano mani e piedi legati come salami alla Troika e al MES (che è l’impiccatolo fatto ad hoc per distruggere gli stati ).
        Chi votare sta a destra (sbraitino pure fascisti, razzisti, etc etc….). Deve andar là il voto. E ci andrà secondo me.
        Salvini a Caserta (il pieno )…questo Salvini (razzista, fascista ,omofobo bla bla bla …) fa il pieno in tutte le regioni del sud ,,,ma non fa pensare? la gente che va là…sa benissimo cosa era la lega nord , l’antimeridionalismo, Bossi, Belsito, etc etc…lo sa : eppure fa il pieno: domandatevi perché. Non prenderà una montagna di voti al sud…ma ne prenderà un bel po…ed è la spia che nel complesso Italiani farà un bel pieno (non so quanto ). OTTIMO.
        Salvini a Caserta sala stra piena (cosa che ho visto anche nella mia citta Cagliari e non avrei mai immaginato…).
        https://www.youtube.com/watch?v=wzWNYsb2klw

        e la volta buona che viene spazzata via la sinistra cialtrona ? ci spero e mi riempie di gioia. Non credo che Casapound ci riesca ad entrare in parlamento ma se succedesse il “miracolo” sarebbe il massimo ….

        si diano da fare i decerebrati dei Centri Sociali………ahahahah (ci fanno un gran favore: più “si dan da fare” e più aumentano i voti per la destra ….;-)

        Reply

        • Paolo

          |

          tanti che votano destra e destra decisa avrebbero voluto votare M5s..perchè era (e potenzialmente lo è ancora ..) un ottima formazione politica veramente di “cambiamento”. Ma i vertici la hanno pilotata a zig zag dove “volevano ” loro. E lo hanno fatto di proposito. (Se son eterodiretti non lo so…puo darsi..).Io sarei il primo a votarli (lo ho già fatto in passato ). Ma son dei cialtroni in mala fede,,,e dei “P-E-R-I-C-O-L-0-S-I “.

          Reply

        • Paolo

          |

          le sinistre luride e infami (Pd, Liberi&diseguali,& affini ) e i decerebrati del M5stalle…hanno fatto il possibile per consegnare la vittoria alla destra moderata ed estrema (Forza Italia non è molto diversa dalla palude di sinistra : puzza allo stesso modo ..) : noi destri trogloditi, rozzi, poco politically correct, fascisti, omofobi, razzisti ,indegni, etc etc bla bla bla etc etc VIVAMENTE ringraziamo in anticipo : Grazieeee !!!!! ;-)))))))))

          ps: prometto solennemente che faremo di tutto per cancellarvi 😉

          Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      io aspetto come te che questa squadra venga resa pubblica

      Reply

  • Leone 1977

    |

    Illustre professore concordo con lei sul fatto che i 5 stelle abbiano commessi una serie di errori che potevano evitare, ma cerchiamo anche di guardare i fatti. Lei è da diverso tempo che viene invitato in televisione La-7 e RAI, con lo scopo di screditare il movimento 5 stelle. Ho capito che ce l’ha con loro per il semplice fatto che non la interpellano più, ma se ogni volta che va in televisione (programma della Merlino in primis) getta sterco su di loro, poi non si deve meravigliare se non viene più contattato da quelle persone. Se la memoria non mi inganna lei esimio professore, aveva annunciato una sconfitta rovinosa dei 5 stelle anche alle scorse regionali in Sicilia, e nonostante tutto il fango che gli avete gettato addosso lei con i suoi amici media di regime, nelle peggiori condizioni, hanno raggiunto il 35%. Non sono riusciti a conquistare la presidenza a causa di 100 mila voti contaminati andati a favore dei berluscones. Ha annunciato il prossimo 5 marzo la disfatta dei 5 stelle, e sono sicurissimo che i fatti la smentiranno anche tra due settimane. Mi raccomando ho visto che in questo momento per la milionesima volta sarà ospite di quella nobil-donna della Merlino, le faccio tantissimi auguri, e mi raccomando continuate ad usare la macchina spargi letame sui pentastellati, così avranno un successo straordinario.

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      non hai capito niente e sei un imbecille

      Reply

  • alberto p.

    |

    l’unico motivo per cui si può votare i 5stelle da sx è quello di avere la certezza che comunque non cambieranno la costituzione.
    magari sarà anche un dettaglio ma io ancora credo alla costituzione come àncora di salvezza nel mare tempestosissimo del dominio finanziario.
    per questo io non capisco davvero perché, professor giannuli, lei intende votare potere al popolo alla camera e 5stelle al senato.
    non ha più coerenza votare un partito in entrambe le camere piuttosto che dividere in due il voto?
    perché questa dicotomia, da sx?
    votare potere al popolo potrebbe essere un mossa dettata da sussulto utopista, che posso anche condividere, ma non credo possa incidere sul cambiamento della rappresentatività parlamentare.
    purtroppo non abbiamo un proporzionale puro e c’è il rischio della dispersione del voto.

    saluti

    alb

    Reply

  • maiolino

    |

    ma non possiamo scandalizzarci perché Berluscuni evade il fisco è estato condannato.

    Reply

  • Mario

    |

    EURO ? SIGNORAGGIO ? O TASSE ?

    COME FOTTERE L’EURO E LA GRANDE TRUFFA DELLE TASSE CHE CI IMPONGONO I NOSTRI POLITICI ?

    La stragrande maggioranza dei dissidenti del sistema monetario e bancario si concentrano sulla Moneta straniera, bancaria, a debito, ad interesse, Euro, che siamo costretti a prendere a prestito dal sistema monetario, bancario, privato, caricandoci di un grande debito pubblico, e un grande debito privato, illecito, criminale, che non ci permette a noi cittadini di creare il nostro denaro, per pagare la spesa pubblica, per scambiarci la nostra economia, costringendoci a tassarci ed indebitarci, si chiama signoraggio bancario, e come se dovessimo prendere a prestito l’aria che respiriamo, che non potrà mai essere privata ovviamente, ma la moneta lo è.

    Ma quasi tutti perdono di vista una truffa che è ancora più grande, gigantesca, un sistema che limita la nostra possibilità di creare ricchezza, un sistema che ci porta via quasi tutta la ricchezza monetaria, e una volta entrati in crisi, molti di noi si indebitatano, col risultato di farsi portare via tutto dalle banche, capannoni industriali, uffici, attività, immobili privati che erano stati messi ad ipoteca per poter compensare il denaro reso artificiosamente raro dallo stato. Questa gigantesca truffa si chiama Tassazione, utilizzata da politici collusi, dallo Stato come una manopola, per distruggere l’economia del paese, spolpare tutto, dai beni pubblici a quelli privati, distruggere il lavoro salvaguardando solo le Grandi Aziende, le Multinazionali e le Banche.

    Ma vediamo com’è strutturata questa truffa, fatta da imposte, tasse, contributi, e moneta privata, e vediamo com’è semplice uscirne, sia dalla tassazione che dalla moneta privata, con le dovute riforme del fisco e della previdenza sociale.

    GRAFICO 1

    Nel primo blocco possiamo osservare, sulla sinistra, la situazione attuale, com’è strutturata la tassazione, le imprese pagano il 64,8% di tasse totali, che poi girano all’interno dei prezzi al consumo, che diventano le nostre tasse indirette sui consumi. Le tasse sulle imprese, oltre che aumentare i prezzi, abbassano i salari, diminuiscono la qualità e la sicurezza sul lavoro, diminuiscono la qualità dei prodotti, provocano i licenziamenti degli esuberi, la sostituzione dei lavoratori con manovalanza a basso costo, spesso straniera, la delocalizzazione, il licenziamento di tutti i lavoratori, quindi un grande incremento della disoccupazione, le tasse sulle imprese sono negative per tutti.

    Nella prima colonna possiamo notare come la pressione fiscale sequestra l’88% del reddito di un impiegato medio, con un salario lordo di 4.000 Eu mensili. Le tasse principalmente sono 4 : il 23% di Irpef, il contributo folle dell’Inps al 33%, che porta le trattenute in busta paga al 51%.

    Con poco meno della metà dello stipendio, le tasse non sono finite, quando viene speso, si paga il 64,8% di tasse indirette, che sono quelle tasse che le aziende inseriscono all’interno dei prezzi al consumo, dei prodotti o servizi che vendono, più l’iva al 22%, che sommata alle tasse indiette fa il 71% totale di pressione fiscale sui consumi, su tutto ciò che acquistiamo, alla quale vanno aggiunte le tasse alla fonte, in busta paga, le tasse sulla casa, sui rifiuti, il canone Tv, il tiket sanitario e il bollo auto, che porta la pressione totale al 88%.

    Provate immaginare ora che con una tassazione al’88% , lo stato non eroga quasi nessun servizio, le pensioni sociali sono da fame, nonostante i folli contributi versati, 470 Eu mese, colonna 3, per quelli che la prendono, perche in Italia ci sono anche gli esodati, invitati a licenziarsi dallo Stato e lasciati senza reddito e senza pensione. Il potere d’acquisto dei cittadini è al 12%, colonna 4, i prodotti delle aziende sono molto scadenti e subiscono una tassazione del 71%, colonna 5 e 6, i 12 milioni di disoccupati sono abbandonati a loro stessi come nel migliore dei paesi incivili, senza reddito e senza prospettive di lavoro, colonna 7.

    Il gettito fiscale, su un Pil di 1.800 MLD è di 805 MLD con una spesa pubblica di 835 MLD, colonna 8 e 9, che su un debito pubblico di 2.300 MLD pesa per il 132%, rimane da capire come vengano spese queste tonnellate di denaro, se non vengono erogati i servizi essenziali, soprattutto quelli sociali, gli sprechi sulla spesa pubblica sono enormi, si parla addirittura di 370 MLD di eu l’anno, soldi sprecati, rubati, finiti nella corruzione, nei privilegi, utilizzati per mantenere milioni di dipendenti pubblici, a reddito ma senza lavoro, assunti per voto di scambio per assicurarsi il potere.

    Ma c’è un’altra ragione per cui la spesa pubblica non riesce a pagare i servizi, al di la degli sprechi, della volontà politica di impoverire e distruggere, e sono quella grande truffa che sono le tasse, quel circolo vizioso delle tasse, che costringe lo Stato a pagare amche le tasse a se stesso, che vengono pagate dai cittadini, mai erogate o tasse pagate che poi tornano indietro, ma richieste ogni anno ai cittadini ogni volta, anche se non servono.

    Lo Stato, trattiene sui salari dei dipendenti pubblici il 23% ed oltre di irpef, e il 33% di contributi Inps, che non eroga, quindi lo stato incassa 87 MLD di eu l’anno, che sono le tasse dei dipendenti pubblici, li mette a bilancio di spesa, non erogandoli e l’anno successivo ne chiede altri 87 MLD ai cittadini, con altre tasse per pagare dinuovo le tasse dei dipendenti pubblici che mai eroga. La stessa cosa vale per i pagamenti delle fatture dei fornitori di beni e servizi per lo Stato, sono 185 MLD l’anno di tasse indirette, 64,8%, ed iva 22%, che lo stato paga ai fornitori, ma che i fornitori l’anno successivo restituiscono allo Stato, sotto forma di tassazione. Anche questi messi ogni anno a bilancio, essendo però solo un giroconto di denaro, che mai viene speso ma che sempre viene chiesto sotto forma di tasse ai cittadini, colonna 9. Lo Stato paga a se stesso ogni anno la bellezza di 388 MLD di tasse di giro, a se stesso.

    GRAFICO 2

    In questo secondo grafico, vogliamo dimostrare come l’altissima tassazione sposta quasi tutta la ricchezza verso lo Stato, impoverendo i cittadini, schiacciando l’economia, e come sia possibile tagliare tutte le tasse, imposte, contributi del 50%, aziende, irpef, Inps, indirette ed iva. Cosi facendo si liberano risorse bloccate dalle tasse stesse, utili per riformare le pensioni ed erogare 1.000 Eu mese di pensione sociale di Base Fiscale a tutti i pensionati, separando e spostando al fisco l’assistenza dalla previdenza contributiva dell’Inps, tagliando successivamente la spesa Inps portando tutte le pensioni dal retributivo al contributivo, compresi vitalizi e pensioni d’oro, dato che tutti i pensionati, anche quelli nuovi dai 62 anni di età, che saranno 18 milioni, percepiranno una pensione di Base Fiscale in aggiunta alla contributiva di Eu 1.000 mese.

    Oltre alle pensioni si potranno erogare 500 Eu mese a tutti i pensionati, passati da 12 milioni a 7 milioni attraverso l’innalzamento dell’età scolare, 2,5 milioni di giovani, il ripristino del servizio di Leva/Civile, 500mila giovani, l’abbassamento dell’età pensionabile a 62 anni, 2 milioni di lavoratori che andranno in pensione, lasciando spazio libero ai giovani.

    Ma andiamo a vedere sul grafico cosa cambia, sulla parte sinistra possiamo vedere che l’Irpef passa dal 23% al 15%, il contributo Inps passa dal 33% al 15%, dopo la riforma che porta la spesa Inps da 264 MLD a 162 MLD, spostata tutta l’assitenza al fisco, e ricalcolate tutte le erogazioni delle pensioni dal retributivo al contributivo. Le tasse indirette sui consumi passano dal 64% al 32% e l’iva viene ridotta dal 22% al 10%. Nella colonna 1 possiamo notare che la tassazione globale passa dal 88% al 55%. Nella colonna 2 il salario netto dell’impiegato passa da 2.000 Eu mese a 2.890 Eu mese, nella colonna 3, le Pensioni Sociali passano da 470 Eu mese a 1.000 Eu mese, nella colonna 4, il potere d’acquisto dei cittadini sale dal 12% al 56%. Nella colonna 5 notiamo, che grazie al dimezzamento della tassazione aziendale, i prodotti avranno la tendenza a migliorare la propria qualità, aumenterà la produzione, la sicurezza e la qualità del lavoro, le aziende cominceranno ad assumere, e la disoccupazione subirà un calo progressivo, colonna 7. Nella colonna 6, notiamo che le tasse sui prezzi al consumo passano dall’attuale 71%, al 39% circa.

    Il gettito fiscale, colonna 8, in un primo momento subirà un forte calo, a 400 MLD circa, ma già entro il primo anno sarà ripristinato con 409 MLD delle seguenti coperture : 1) 160 MLD di nuovo gettito sui 400 MLD di Eu che rimangono nelle tasche dei cittadi, 555 Euro mese a testa, con la nuova tassazione. 2) 42 MLD di nuovo gettito sulla nuva occupazione. 3) 78 MLD sul recupero dell’evasione 4) 73 MLd di recupero sugli sprechi della spesa pubblica 5) 56 MLD dal 3% di deficit sul Pil.

    Altri 118 MLD vengono detratti dalla spesa pubblica, come tasse che si paga lo stato da solo, sottratti alla tassazione di giro dello stato, che passa da 388 MLD a 160 MLD, soprattutto sulle spese, perche il 50% dei tagli delle imposte e contributi dei dipendenti pubblici, rimangono a spesa ma vengono erogati ai lavoratori, che avranno un aumento considerevole dei salari, questo taglio della spesa viene utilizzato per compensare parte della Pensione di Base Fiscale e parte del Reddito di Disoccupazione.

    Avremo quindi un gettito fiscale di 811 MLD a fronte di una spesa di 835 MLD con un deficit di 3,1%, che sarà recuperato l’anno successivo.

    GRAFICO 3

    Nel terzo blocco, sempre sulla sinistra, possiamo osservare che è stato fatto un’altro piccolo taglio della tassazione, le imprese pagheranno una sola tassa complessiva del 15%, l’irpef sarà portato al 10%, l’Inps invece rimane al 15%, le tasse indirette al 15%, e l’iva al 5%.

    Nella prima colonna osserviamo che la tassazione complessiva scende al 38%, mentre il salario netto dell’impiegato raggiunge 3.060 Euro mese, colonna 2. Il potere d’acquisto dei cittadini sale al 62%, colonna 4, la qualità dei prodotti e servizi delle aziende è molto buona, colonna 5, e la tassazione sui prezzi al consumo scende al 19%, colonna 6.

    Grazie alla ripresa economica, la disoccupazione scende ancora fino a 5 milioni, colonna 7, mentre il gettito fiscale ha un notevole incremento fino a superare i 900 MLD, colonna 8, la spesa pubblica cala, colonna 9, grazie al taglio delle tasse di giroconto dello Stato, colonna 10, e gli sprechi sulla spesa pubblica.

    Per quanto riguarda il nuovo gettito, colonna 11, avremo 62 MLD di ulteriore recupero di tasse sulla spesa pubblica, 15 MLD di nuovo gettito sul Pil, 26 MLD di gettito sulla nuova occupazione, 30 MLD di ulteriore recupero dell’evasione, 50 MLD di recupero sprechi, e 62 MLD di deficit del 3%.

    In questo blocco, il gettito supera la spesa in quanto gli investimenti della riforma delle pensioni, del Reddito di Disoccupazione, che cala al salire dell’occupazione, sono stati ammortizzati e continuano a generare nuovo gettito. L’equilibrio tra pressione fiscale, gettito, sviluppo economico e servizi erogati è stato ripristinato, notare che ci troviamo ancora con Euro, che non ci permette di creare Moneta Pubblica di Stato per la spesa pubblica, oltretutto è possibile da ora in poi, ripagare parte del debito pubblico, che, con l’aumentare del prodotto interno lordo fa abbassare il rapporto debito/Pil, che dal 132% scenderà al 80% in soli 5 anni.

    GRAFICO 4

    Nel 4° blocco cambia tutto, vengono annullate le imposte sulle aziende, l’Irpef cancellata, viene mantenuto il contributo Inps sulle pensioni contributive, viene annullata l’Iva, mentre le tasse indirette rimarranno nel limite dei contributi Inps versati dal datore di lavoro e girati come costi nei prezzi al consumo delle imprese, 15%.

    Gran parte della Spesa Pubblica sarà pagata dalla creazione di Moneta Pubblica di Stato, mentre verrà raccolto del denaro dalla circolazione, per controllare inflazione e svalutazione, dai contributi Inps del 15%, dagli utili delle aziende strategiche di Stato, e dai contributi, dagli utili dei pagamenti dei servizi pubblici, che saranno tutti statalizzati. Il contributo annuo presvisto è del 13%, che andrà a sommarsi all’Inps per generare un gettito complessivo del 28%, ma non sotto forma di imposte, tasse, ma contributi in cambio di servizi erogati nell’immediato, perche il denaro è un mezzo di scambio e una cessione di denaro senza scambio (tasse) è una truffa, un imborglio, un illecito.

    Nella prima colonna l’introito dello stato, 28% circa, nella seconda il salario dell’impiegato medio che sale a 3.400 Eu mese. Nella colonna 3 notiamo il potere d’acquisto dei cittadini che sale a quota 85%, i prodotti e servizi delle aziende saranno di qualità ottima, colonna 5, mentre la tassazione o costi sui prezzi sarà del 15%, colonna 6. La disoccupazione scenderà a meno di 2 milioni, non ancora a livello di occupazione quasi piena, 600 mila, colonna 7, il gettito fiscale sarà formato dal 28% dei contributi sui servizi, 277 MLD, compensato dalla creazione di Moneta Pubblica di Stato, fino al raggiungimento della quota necessaria, in questo caso 511 MLD, colonna 8, mentre la spesa pubblica sarà di 788 MLD, colonna 9.

    Le tasse dello Stato saranno ridotte a zero, non ci sarà nessun girocnto di tasse dai cittadini allo Stato, lo Stato non potrà chiedere un solo centesimo di Eu ai cittadini, per nessun motivo, colonna 10. Nella colonna 11, l’ultima, troviamo gli introiti dello Stato sotto forma di scambio coi servizi, che sono, 15% sul reddito i contributi per la pensione contributiva, 40 MLD gli utili delle aziende di Stato, 30 MLD con le bollette, 20 miliardi dai trasporti e le autostrade, tutte gestite dal pubblico, 5 miliardi dalle Poste e 20 miliardi dalle Banche Pubbliche di Stato. La creazione monetaria 511 miliardi a compensazione per il 100% della spesa pubblica.

    Il biglietto di Stato a corso legale, sarà la Nuova Moneta, che limiterà la sua circolazione all’interno dei confini del paese, protetta dalle speculazioni artificiose del sistema monetario e della finanza internazionale, il rapporto con la moneta Euro sarà di 1:1, successivamente regolata e controllata dal Tesoro. Non sarà necessario quindi uscire dall’Eurozona, la Moneta Euro sarà utilizzata per acquistare le materie prime, import, con valuta forte e stabile. La trasformazione delle materie prime in prodotti finiti sarà fatto esentasse, col costo del lavoro inferiore del 70% rispetto ad oggi, rivenduti internamente al 60% meno del prezzo attuale, mentre all’estero col 30% in meno, per non essere esageratamente competitivi ed evitare ritorsioni, dazi degli altri stati, con un ricavo medio del 20% in più, che sarà destinato per la metà alle società e per l’altraa metà suddiviso coi dipendenti sotto forma di premio per l’export. La grande quantità di valuta estera incassata, non solo Euro, verrà utilizzata per acquistare altre materie prime o beni e servizi di necessità di provenienza estera. Tutte le aziende fortemente automatizzate, se vorranno vende i loro prodotti nel nostro paese, dovranno essere parzialmente statalizzate, e gli utili andranno a compensazione del denaro raccolto dalla circolazione per contrastare l’inflazione e la svalutazione del denaro.

    Reply

    • Herr Lampe

      |

      Alla faccia del commento sintetico…

      Reply

    • Gaz

      |

      AAA
      Cercasi volontario per sinossi di articolo non letto.
      Astenersi Marii, grafomani e cardinali.

      Reply

    • Paolo

      |

      @Mario

      Ci dici da dove hai fatto copia incolla? non è farina del tuo sacco…e “non rende”. Mancano tabelle e grafici. Se postavi il link…poi lo potevi commentare spiegando il perché e il percome. Dimenticavo: sssssssssssssssssssss hhhh….con non lo sappia chi legge;-))….: è una boiata….ahahahahh

      serve:
      1) il link testo (senza fare copia e incolla )
      2) tabelle e grafici da visionare in relazione al testo ed ai numeri
      3) un commento personale spiegando il perché e il percome della “bontà” della tesi esposta.

      a me l’economia piace tutta ed ho letto tutto : cosi mi sembra …lo posso dire ? ma dai che si può: mi sembra una gran cagata. (bisogna saper chi è l’autore , che corrente economica segue, e ripeto link articolo, grafici & tabelle in relazione ai numeri riportati nel testo, e commento tuo personale (indispensabile per capire se hai capito quello che hai copiato e postato a mo di copia/incolla : perché non indichi l’autore e la provenienza ? non è farina del tuo sacco…) del perché e percome reputi il tutto valido , applicabile ed efficace.

      Reply

      • Paolo

        |

        Al netto della cagata generale: poi ci son alcune considerazioni che son giuste.

        Reply

        • Paolo

          |

          cioè il quadro /concetto “di fondo” potrebbe andar bene (a mio parere ). In sintesi: l’associare un altra moneta (intesa non come moneta perché è proibito dai regolamenti UE …ma come dei Certificati /bot o similari architettati in modo tale che siano fattibili, legali ed emessi dallo Stato ) che abbia valore solo nel nostro paese e che “di fatto” possa essere usata come moneta …che serve a colmare il gap creato dall’euro /cambio fisso …e che possa essere usata per rianimare quella parte di “potenziale economia ” che si è atrofizzata come conseguenza euro. E quindi far convivere Euro con questa Entita’ Monetaria nazionale (StatoNote, CCF, MiniBot ) . I Mini Bot verranno emessi se passa la coalizione di centrodestra: vedremo se funzionano o meno (a mio avviso funzioneranno ma non son sufficienti: serve per iniziare a creare un “qualcosa” un terreno buono per potersi poi opporre seriamente all’UE perché danno ossigeno all’economia: ottimo sarebbe un mix tra Mini Bot e CCF…cioè inserire diverse forme contemporaneamente .) . Ma non bisogna credere ai “miracoli” ….

          Reply

      • Paolo

        |

        e da quelle considerazione di base giuste ..si può sviluppare non una ma diverse ipotesi di come superare il problema euro, tasse (lascio stare da parte il “signoraggio”…perché bisogna capire cosa intendi per “signoraggio”: visto che le correnti dei “signoraggisti” sono una più sgangherate delle altre..fanno a gara a chi spara scempiaggini: a partire dagli Auritiani…che non hanno nessuna credibilità economica seria (con tutto il rispetto della buon anima di Auriti e del a mio parere sincero impegni: le sue tesi son almeno al 50 % errate )

        Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      scusami ma temopo che un poosto così lungo non lo legga nessuno

      Reply

  • Mauro Buffolo

    |

    Buongiorno. Sono totalmente d’accordo con lei. I mancati rimborsi sono scandalo per i farisei (rimando intema biblico) i sepolcri imbiancati della politica italiana (PD in testa, credo). E, se da simpatizzante (sempre meno) del 5S lo voterò è nella speranza che non tradiscoano del tutto lo spirito che gli animava solo qualche anno fa. Tuttavia, onestamente, non mi faccio grosse illusioni vedendo l’andazzo attuale.

    Reply

  • giorgio sirchia

    |

    Buongiorno Proff Giannulli. Mi permetta (come al solito) di farle da bastian contrario:
    – Considerare le Iene dei giornalisti mi pare, francamente, un offesa al mestiere in questione. Già la categoria è quella che è; aggiungerci Le Iene vuol dire nenigrare ulteriormente la categoria. Forse saranno pure iscritti all’Ordine dei Giornalisti, ma in fondo lo sono anche Emilio Fede, Barbara d’Urso, e tanti altri Showman senza arte ne parte. Odio i processi televisivi per loro natura approssimativi, senza nessuna base giuridica e senza un “avvocato” difensore. Non dimentichiamoci che le Iene sono un programma di intrattenimento, condotto da soubrette e da presentatori che, definire giornalisti, mi pare veramente grossa.
    – Ma, sopratutto, non vedere l’evidenza: Le Iene=Italia1=Mediaset=Berlusconi. Loro stanno solo facendo gli interessi del padrone. Non ricordo di avere mai visto o sentito le Iene indagare sul Berlusca (ci sarebbe da riempire un intera stagione televisiva di indagini giornalistiche), nè tantomeno sui suoi figli, o sul fondatore di Forza Italia Dell’Utri. Il loro grado di credibilità è vicino allo zero.

    Ed ora il M5S: Proff. Giannulli, che io sappia, non esiste un metodo di selezione e filtraggio sicuro al 100%….sopratutto quando si tratta di selezionare migliaia di candidati usando un metodo sicuramente criticabile, imperfetto (perchè nuovo) ma che comunque prova a bypassare questa ignobile legge elettorale che dà ai capi partito totale libertà di scelta su chi candidare o no. L’ingenuo è chi si aspettava una cristallina selezione senza problemi o truffe. Suvvia!

    – Una campagna elettorale disatrosa? E cosa dovrebbero fare se hanno tutti contro, TV e giornali, Establishment e poteri forti. L’unico mezzo dove si possono esprimere è il Web e le Piazze. Ed infatti sono l’unico partito (ops!) che riempe le piazze e che è presente sul Web in maniera efficace. Questo per dire che nei “luoghi” (virtuali o reali) dove non c’è censura, il M5s domina!

    – questa inutile esibizione di rigore??: In una Nazione dove il rigore è l’onestà sono considerati difetti; in una Nazione dove un governatore di Regione candida tutta la sua famiglia e con essa delinque (Fanpage, loro si VERI e liberi giornalisti!!). Chiama questa “inutile e grottesca” esibizione. Nooo, la prego. Di grottesco in Italia c’è ben altro..

    – i 5 stelle hanno mostrato di essere inadeguati: Bene. Mi saprebbe dire quale sarebbe il politico, il partito, il dirigente pubblico che in Italia può considerarsi “adeguato” alla funzione che ricopre? La Ministra Madia? Il Sottosegretario Boschi? Il Presidente “assente” Mattarella? Il pesce lesso Gentiloni? Il demente senile Berlusconi? O magari Brunetta? La signorina Biancofiore? La Gelmini? o il suo alter ego Fedeli (ministro dell’Istruzione. MIO DIO!!). Pierferdi Casini? O meglio il pluriministro Alfano (grazie al cielo ritirato)……. Il post-neo democristiano Lupi? O la petalosa Lorenzin? O il superMacho Salvini?

    E se non ci fossero i 5 stelle, dove andrebbe questo 28% di elettori incazzati? Forza Nuova? Casa Pound?

    Stiamo sprofondando in un mare di escrementi, e ci lamentiamo che la carta igenica è ruvida…..
    Grazie dell’attenzione e scusi il mio tono “ruvido”. In fondo faccio parte di quel 28% di “incazzati”!

    Reply

    • Paolo

      |

      E se non ci fossero i 5 stelle, dove andrebbe questo 28% di elettori incazzati? Forza Nuova? Casa Pound?

      —–
      Non male come alternativa;-)

      Reply

    • Gaz

      |

      La sintesi non è solo chimica.

      Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      non abbiamo una classe dirigente, lo so e non esiste un sistema sicuro al 100% lo so, ma qui si sono spalancate le porte al peggio.
      A proposito di giornalisti, che mi dicìe di Carelli?

      Reply

  • Paolo

    |

    Quello che è stato fatto “oggettivamente” in se per se…ha il valore di gravità equiparabile ad un po di marmellata rubata dal bambino goloso di nascosto alla nonna. E’ praticamente nullo. Detto questo: a noi popolo ex votanti ed ex simpatizzanti per il M5stalle……che detestiamo con tutte le nostre forze tutto cio che sa di grullino …questo che è successo a 2 settimane dal voto , ci diverte e ci riempie di divertita gioiaa. Che spassooooooooo…….ahahahha. Detto questo…seriamente: ovvio che ci speculano …ed ovvio che è qualche avversario politico che ha fatto emergere il tutto (Berlusca o altri )….al netto del fatto che sono sinceramente divertito…il m5s è un ovile…ma ladri come negli altri partiti (per ora )a mio avviso non ce ne sono . Scemi si…ladri no. Che figura di cacca che hanno fatto……………ahahahahhahahh

    Reply

  • Roberto B.

    |

    A proposito di Grillo, non avrei mai creduto che avesse tale lungimiranza e coraggio da farsi davvero da parte in modo totale, sì da lasciare che la creatura che ha contribuito a far nascere se ne andasse in giro per il mondo reggendosi sulle sue proprie gambe.
    Quando si è al centro dell’attenzione, continuamente ricercati e rincorsi dai media, non dev’essere facile farsi davvero da parte, specie per gente dello spettacolo naturalmente incline a ricercare la luce dei riflettori.
    Tra l’altro, è coerente a quella che è la sua filosofia del downsizing.
    Spero continui così, quello che ha fatto, ha fatto, ora è il momento di chi è venuto dopo di lui (e dopo Casaleggio sr): se dovesse di nuovo “scendere in campo” con l’idea di mettere le cose a posto (Berlusconi style), sarebbe davvero un dolore e la più grossa delle delusioni, almeno per me.
    Ma a qualcuno forse piacerebbe vederlo fare la fine di Bossi.

    Reply

  • Lorenzo

    |

    Osservazioni corrette ma eccessivamente benevole.

    La retorica mediatica sul partito degli onesti (lo slogan più insulso che si possa immaginare e quindi il più efficace nel magnetizzare i cervelli del gregge) non è il sottoprodotto mal riuscito di un sincero intento riformistico. Ha sempre avuto lo scopo precipuo di nascondere il nulla programmatico del partito-acchiappatutto dei Pirati, cui la parentesi grillina ha dato modo di spalmarsi addosso una patina protestataria di cui è oggi venuto il momento di sbarazzarsi.

    Per portare a termine siffatta operazione marginalizzando l’inevitabile scissione la nuova Democrazia cristiana a 5 stelle ha tantopiù bisogno della retorica onestalista (equivalente del bonus di 80 euro di Renzi), e per questo i suoi avversari la colpiscono sul vivo con scandali da tempo decotti in vista delle elezioni.

    Reply

  • Gaz

    |

    Se nella tua scuderia hai una perfetta Giulia dei primi anni sessanta, con cinque marce di serie e tutto il resto e preferisci guidare una tedesca che dagli inizi degli anni ottanta, solo su richiesta, inizia ad avere parte degli stessi equipaggiamenti, vuol dire che sei un tipo che dietro la tua auto potresti attaccare l’aratro e dissodare i campi, cosa per altro degnissima.
    Mutatis mutandis, si può fare lo stesso ragionamento per la politica.

    Reply

    • NONNO

      |

      Se prima la stimavo 100 … beh ora sono passato a 1000

      Reply

  • Alessandro Ronzoni

    |

    Credo che questa faccenda tocchi poco da un punto di vista elettorale, cosí come l’insipienza del loro programma (non difforme, in questo da quello degli altri). La grande maggioranza degli elettori del M5S non votano M5S, ma pur volendo esercitare il diritto di voto, non vogliono votare gli altri. Il M5S hanno ben altre responsabilitá enormi (sempre che siano soli in questo percorso, e non accompagnati): l’aver gettato al vento un’enorme occasione di democrazia con una classe dirigente e militante di grande valore e grandi competenze (e non basta che la % di laureati sia superiore a quella degli altri partiti, siamo seri).

    Reply

  • sergio

    |

    Siamo tutti coinvolti in questo mistero mentale. Qualcuno parla di evoluzione, alcuni di cambiamento. Di fatto avere la consapevolezza che vivere è semplice ci porterebbe ad una vero salto qualitativo umano. Impegnamoci con segoni mentali per poi combatterci l’un l’altro. C’è solo un epilogo a tutto questo. Disgregazione sociale che attualmente a in avanzato stato di putrefazione. Che ragionamenti perversi e contorti si continuano a fare quando continuate a dimenticare che la Natura è il vero DITTATORE. Un dictat che impone delle regole amorevoli e anche crudeli. Queste sono le uniche regole da rispettare e magari riusciamo a venirne fuori in qualche modo. Non esiste altro che un’intelligenza superiore che al momento non usiamo. W 5 stelle che almeno cercano di far osservare in modo diverso. Chi si accanisce contro è palesemente nel panico.

    Reply

    • Paolo

      |

      W 5 stelle che almeno cercano di far osservare in modo diverso.(sergio).

      ——
      —–

      come no……..in modo diversamente ed eccezionalmente scemo…ecco le caratteristiche uniche e irripetibili dei 5 stalle ahahahaha
      Adesso il circo Italia è al completo…perché mancava un “qualcosa”…: dei deficienti ridicoli che riescono a far scandalo e a buttarsi tanto di quella cacca addosso …senza quasi praticamente aver fatto nulla Dei campioni…ahahahah

      insomma hanno detto agli italiani 2 settimane prima delle elezioni: ma non è che vi fidate veramente di noi…guardate che siamo dei deficienti………….
      in fin dei conti anche se involontariamente ci hanno avvisato che son degli incapaci e che non è il caso di dar loro il commando: è come metter uno di scarsa intelligenza , che si sta preparando a sostenere l’abilitazione alla patente di guida con scarso profitto, ha guidare una Ferrari in autostrada a scorrimento veloce: disastro assicurato.

      spero che un bel po di italiani indecisi se dar loro il voto o meno ..optino definitivamente di scartare l’ipotesi.

      ma che spassooooo ahahahah…ci voleva questo cartone animato per il relax di mezza campagna elettorale…titolo: la banda bassotti imbranati.
      https://www.youtube.com/watch?v=zbe9gp1UAVY

      Reply

  • Marco

    |

    Casomai, vedremo il 5 marzo (piuttosto che
    – come scrive lei – il 5 aprile), no?

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      giusto 5 marzo

      Reply

  • Simona

    |

    L’affaire De Luca indica in modo lampante come la figura dell’agente provocatore sia indispensabile in una lotta senza sconti alla Corruzione. Mi stupisco delle sue lacune, signor Giannuli. Questo il programma del MoVimento:
    “L’Italia ha bisogno di un piano urgente contro la corruzione, come annunciato da Luigi Di Maio in una intervista a El Pais. L’Italia è, dopo la Bulgaria, il Paese più corrotto d’Europa. A livello mondiale si posiziona al 61esimo posto. Una vergogna. Gli scandali Mafia Capitale, Trivellopoli e la diffusa corruzione nelle città amministrate dal Pd pongono un serio problema di rappresentanza. La democrazia è a rischio se la questione morale coinvolge tutta la classe politica.

    Il Movimento 5 Stelle chiede al governo italiano di approvare queste proposte invocate anche da tutto il mondo della magistratura:

    1) L’agente infiltrato o provocatore per compiere le indagini sotto copertura
    2) La riforma della prescrizione
    3) L’introduzione del DASPO per i politici e funzionari pubblici corrotti
    4) L’adozione dello stesso regime delle intercettazioni previste per la mafia per i reati di corruzione.

    L’Italia, tuttavia, non può essere lasciata sola nel combattere questa battaglia. I corrotti infatti riciclano mazzette e tangenti all’estero, così come fa la criminalità organizzata. Serve un impegno straordinario anche delle Istituzioni europee per sconfiggere questa piaga. Alla portavoce al Parlamento europeo Laura Ferrara è stato assegnato il rapporto sulla “lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata”.”

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      e ti sembra un programma sufficiete èper questo tema?

      Reply

    • Paolo

      |

      articolo INTERESSANTE.

      A proposito: quando il “peccato” riguarda 10 persone…e ecco …vuole dire che il “metodo” sottovoce si conosceva …e che questa “possibilità” si bisbigliava tra loro . Poi alcuni lo facevano.
      Singolare la Giulia Sarti….la “pasionaria” che parlava come una mossa da “ardore” contro tutte le ingiustizie con il ditino indignato e ammonitore sempre alzato…(guardatevi un qualsiasi suo intervento in parlamento in you tube ..il tono, la postura, l’espressione facciale…) …lei che dice di non sapere nulla…ed accusa e denuncia l’ex fidanzato…e quest’ultimo invece che afferma che la cosa si faceva in sua presenza con il suo consenso……(ma se fosse il fidanzato a “sua insaputa” …ma non controllava mai i movimenti dal suo conto: io dal mio controllo puntigliosamente ogni virgola…e sono una persona qualunque…e suppongo che chiunque faccia la stessa cosa: lei no….) . Ridicoli…
      la pasionaria:
      https://www.youtube.com/watch?v=IqCr4J9FTpA

      qui in parlamento..:
      https://www.youtube.com/watch?v=OShntCg8avM

      ne ho preso due a caso…dal “tubo”….il tono, le movenze , le espressioni……….ahahah e poi…e poi…..ahahahh..il fidanzatino “puntualmente ” che annulla i bonifici a “sua insaputa”….oi …oi…oi….sti grullinii ahhahahh

      Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!