Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (7)

  • mirko g. s.

    |

    Mi informerò, grazie per la segnalazione. E complimenti per gli Worms!!!

    Reply

    • benito

      |

      con aerei missili e droni soltanto non si possono vincere le guerre perche’ una volta rasa al suolo una postazione nemica bisogna mandarci la fanteria a prenderne possesso, a questo punto se i fanti si trovano a fronteggiare dei guerriglieri il vantaggio tecnologico viene annullato perche’ si arriva anche allo scontro corpo a corpo (come e’ accaduto tra le macerie di Stalingrado) e cosi vince chi e’ piu’ accanito e determinato. Ecco perche’ gli USA ad eccezione Grenada e Panama (dove non c’era una guerriglia da combattere) non hanno mai vinto una guerra. Il principale handicap americano sta’ nel fatto che fanno una guerra dietro l’altra senza una strategia sensata ma piu’ che altro per gli interessi dell’industria bellica nei confronti della quale lo stato si indebita continuamente ed e’ probabile che sara’ questa la causa della caduta come impero. Tuttavia anche le guerriglie hanno bisogno di soldi, e mentre si capisce chi ha interesse a finanziare l’ISIS: Turchia, Isdraele, Arabia, USA in funzione anti IRAN e SIRIA, non e’ altrettanto chiaro chi finanzia i guerriglieri curdi, dato che non sono ben visti ne da Turchia ne da IRAN ne da IRAQ e ne dalla SIRIA

      Tuttavia anche una guerriglia ha bisogno di mezzi economici non indifferenti e infatti

      ,”… i kurdi sono praticamente gli unici che stanno combattendo l’Isis. ….”

      Reply

      • Zerco

        |

        I curdi sono divisi almeno in due fazioni, facenti parti a clan familiari-settari come tutte le fazioni politiche/sociali del Medioriente. le due principali sono quelle del clan Barzani e del clan Allawi. Il clan Barzani, che sostiene creazione di uno stato curdo in Irak senza toccare la Turchia, è finanziato riccamente da Israele e portato in palmo di mano da Erdogan. Barzani non si sogna certo di combattere l’Isis, perché rientra perfettamente nel piano Ynon.
        Questa dei “curdi che sono gli unici a combattere l’Isis” è un’altra favola propagandata per screditare Assad e fare a pezzi la Siria e l’Irak in un colpo solo con un intervento esterno.
        Infatti chi è il principale sostenitore di questa favoletta? Bernard Henri-Lybie!!!
        Cerchiamo di non cascarci, per favore.

        Reply

  • leopoldo

    |

    brigate internazionali stile España 1930?

    Reply

    • Aldo Giannuli

      Aldo Giannuli

      |

      ti sembra praticabile?

      Reply

      • leopoldo

        |

        Pensavo fossi uno storico che volesse chiarire i passi fondamentali della storia, non che ti accontentassi di scrivere una biografia apocrifa di Renzi )-:D

        Reply

  • Gaz

    |

    Si potrebbe tentare una mossa furba: dare un paccotto di cartine, cartamoneta, swap, cambialoni, cheques bancari, derivati, monete, tratte e assegni post datati ai giornalisti della libera stampa filogovernativa dei mercanti anseatici del nord per mettere in giro la voce che nel Kurdistan si sono esaurite le riserve di petrolio e gas. Seguo l’iniziativa.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!