Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (12)

  • Monica

    |

    si devve elimminare dalla costituzione li senatori a vita

    Reply

  • Roberto B.

    |

    Napolitano è un “false flag”.
    Come diceva quel tale: io non ce l’ho con te, ce l’ho con chi ti ci ha messo (e nella fattispecie, con chi ti dà retta).
    Quanto a Cossiga, finché è vissuto, sotto casa sua in via Cicerone a Roma c’era la fila di postulanti; a parte la solita auto scorta dei carabinieri o polizia 24h, a protezione di uno che in teoria non contava nulla, s’intende.
    Bastava una sua parola negativa per far morire sul nascere una carriera politica o far tramontare una candidatura ad uno dei posti che contano.

    Reply

  • Allora ditelo

    |

    Che andremo a votare nel 2018 neanche è “determinato”: Quanti credono che Napolitano sia stato determinante e quali criteri e fatti fonderebbero tale deduzione?

    Reply

  • Allora ditelo

    |

    «Esiste un documento della Commissione di Venezia (autorevole consesso che formula giudizi sullo stato della democrazia nei Paesi europei), adottato dal Consiglio d’ Europa nel 2003, intitolato “codice delle buone pratiche in materia elettorale”. È un richiamo alla responsabilità e lealtà nei confronti degli elettori. […] Gli elementi fondamentali del diritto elettorale, e in particolare del sistema elettorale propriamente detto, non devono poter essere modificati nell’anno che precede l’elezione, o dovrebbero essere legittimati a livello costituzionale o ad un livello superiore a quello della legge ordinaria.

    Queste proposizioni, di per sé, non hanno forza di legge. Tuttavia, esse integrano l’articolo 3 del Protocollo n. 1 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo: diritto a elezioni libere ed eque. Questo sì ha forza di legge. Sulla sua base la Corte di Strasburgo ha giudicato una legge della Bulgaria contraria al principio di neutralità della legge elettorale (Ekoglasnost contro Bulgaria, n. 30386/05). Si trattava d’una legge adottata in prossimità delle elezioni che penalizzava un partito politico a favore degli altri.»
    http://www.libertaegiustizia.it/2017/02/08/a-chi-appartiene-la-legge-elettorale/

    Reply

  • Allora ditelo

    |

    Principii costituzionali Vs”obiettivi” di rilevo costituzionale non “manifestamente” incostituzionali

    «Alla luce della ricordata discrezionalità legislativa in materia, tale soglia non appare in sé manifestamente irragionevole, poiché volta a bilanciare i principi costituzionali della necessaria rappresentatività della Camera dei deputati e dell’eguaglianza del voto, da un lato, con gli obbiettivi, pure di rilievo costituzionale, della stabilità del governo del Paese e della rapidità del processo decisionale, dall’altro.[…] L’esito dello scrutinio fin qui condotto non è inficiato dalla circostanza, messa criticamente in luce dal giudice a quo, per cui la soglia del 40 per cento è calcolata sui voti validi espressi, anziché sul complesso degli aventi diritto al voto. Pur non potendosi in astratto escludere che, in periodi di forte astensione dal voto, l’attribuzione del premio avvenga a favore di una lista che dispone di un’esigua rappresentatività reale, condizionare il premio al raggiungimento di una soglia calcolata sui voti validi espressi ovvero sugli aventi diritto costituisce oggetto di una delicata scelta politica, demandata alla discrezionalità del legislatore e non certo soluzione costituzionalmente obbligata (sentenza n. 173 del 2005).» — 35/2017

    Reply

  • Herr Lampe

    |

    Non ha citato i 40 parlamentari Pd e il loro documento in aperto contrasto con il giostraio.

    Non conosco molto le correnti interne, ma sbaglio se alcuni nomi mi sembrano di (ex?) renziani?

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      Emiliano, i piemontesi, De Luca, non sono mai stati renziani ortodossi, ma nel 2013 confluirono nel gruppone Renzi-Franceschini contribuendo non poco al suo 70%

      Reply

  • Gaz

    |

    George Newyorker è il nuovo bassita di Virgin Rays.
    Il celebre musicista, già session man dei Beatles e dei Rolling Stones, ha accettato di entrare nei Fives, band di supporto di Virgin nel tour che sta tenendo per i quartieri della Capitale.
    In molti si chiedono come l’ormai anziano musicista possa performare gli impennativi assoli richiesti dal pubblico.
    I critici più severi ritengono che egli suoni in play back da molti anni.

    Reply

    • Paolo Nobili

      |

      questa non è male… 😀

      Reply

      • Gaz

        |

        @foriato.
        I book makers londinesi di ACME Roulette danno il No a 1,3 e il Sì a 3,4 entro una settimana.
        D’altronde tutti conoscono il virtuale virtuosismo di Kereel.
        A questo punto il manager della Rays non esclude un augurabile tour della Rays in Scandinavia.

        Reply

  • Luca Tonelli

    |

    Napolitano quando il diavolo se lo porterà non sarà mai troppo tardi.
    Dico proprio diavolo perché se esiste l inferno non c è dubbio che una serpe tale ha il posto prenotato.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!