Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (47)

  • Avatar

    Gerardo

    |

    Mi scusi peofessore, cosa ne pensa della scelta di Bagnai di candidarsi con la Lega? Questo non cambia un po’ le cose?

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      non credo che sposti valanghe di voti, i nostri elettorati hanno un certo grado di compartimentazione

      Reply

  • Avatar

    massimo pizzo

    |

    Come sempre la decisione di voto è il risultato di una valutazione politica che fa sintesi di tante informazioni. Sono d’accordo che la scelta sia difficile, vista l’offerta. Direi che non potendo contare su candidati selezionati in maniera solidamente democratica, l’alternativa è fare riferimento a programmi e probabilità che vengano attuati almeno in parte. Pensa sia possibile che il M5S anticipi anche una squadra di governo di alta qualità?

    Reply

  • Avatar

    Tenerone Dolcissimo

    |

    Lega e FdI danno qualche barlume di novità, ma si tratta di un venticello su una immensa palude che non dissipa i miasmi immobili.
    —-
    Il professor Giannuli, con lucidità e acume ha colto il punto critico. Occorre vedere conseguentemente cosa sia questo venticello. Secondo me, il fenomeno sociale che ribolle sotto lega e fdi è più consistente di quel che appare in superficie, anche per il carattere degli italiani, che non sono i francesi i quali appena qualcosa non va rompono le scatole a rondemà e ogni 30/40 anni fanno una rivoluzione e tagliano un po’ di teste.

    Reply

      • Avatar

        Gaz

        |

        .. a furia di leggere Le Figaro .. hanno tagliato i capelli delle donne, perchè non sapevano tagliare le barbe .. dei loro generali.
        Ma i francesi lo sanno che hanno perduto la seconda guerra mondiale e che senza lo sbarco americano in Normandia, De Gaulle e la (piccola) Resistenza francese non sarebbero mai da soli riusciti a sloggiare i tedeschi?

        Reply

        • Avatar

          Gaz

          |

          .. a furia di leggere Le Figaro .. hanno tagliato i capelli delle donne, perchè non sapevano tagliare le barbe .. dei loro generali.
          Ma i francesi lo sanno che hanno perduto la seconda guerra mondiale e che senza lo sbarco americano in Normandia, De Gaulle e la (piccola) Resistenza francese non sarebbero mai da soli riusciti a sloggiare i tedeschi?

          Reply

          • Avatar

            foriato

            |

            Gli eroici (questi sì) componenti della Nona Compagnia della Seconda Divisione Blindata della Francia Libera (La Nueve). Nadie es profeta en su tierra. Neanche in Francia, dove furono onorati pubblicamente solo nel 2004. Grazie tante di averlo ricordato.

  • Avatar

    Paolo

    |

    Una bella bellissima notizia per il “popolo antieuro” che se ne fotte di destra o sinistra perché ragiona in termini di due fronti : i pro UE/euro (gli oppressori infami ) e gli anti UE/eruo (i neo partigiani liberatori ) e se questi ultimi sono rossi, neri , bianchi , gialli o a pois non ce ne frega un emerito caxxo .
    mi relaziono al discorso fatto (da me ..che sono il più vistoso anti euro che scrive in questo forum) in questa altra pagina del forum
    http://www.aldogiannuli.it/una-sfida-fra-europeisti-e-sovranisti/#comments

    Dove io faccio delle particolari considerazione (e lunghe a mo di polpettone…come mio vizio ) con un altro interlocutore (Roberto B. ) sul fatto che ormai tutte le formazioni politiche prima anti euro ..hanno in qualche modo tolto dal programma l’antieurismo . Io avevo detto che non è cosi …semplicemente son rimasti profondamente antieuro e il popolo antieuro è vivo e vegeto (più che mai..e solo un pochettino più apparentemente silente ) e di fatto hanno reso l’argomento più soft per paura elettorale in quanto vaste masse ancora hanno in testa le paure che instilla certo main stream eurista (da qui Le Pen che ha fatto marcia indietro …ma secondo me riprenderanno l’argomento quando il problema si ripresenterà drammaticamente in Francia…vedasi l’articolo che posterò dopo sulle affermazioni di un Macron sconsolato ).
    Fratelli d’Italia e Lega sono strutturalmente e decisamente anti euro perché quando dicono che si batteranno per metter e dar il primato alla nostra Costituzione (in particolare è nel programma della Meloni ) e che tutte la legislazione europea in contrasto con la nostra Costituzione non verrà considerata vincolante (scusate se non uso termini tecnici da giurista…non è roba mia : sono un commentatore da bar tra l’altro ) ..e quando dicono che nell’UE chiederanno le modifica sostanziali dei vari Trattati….diversamente che ne trarranno le conclusioni ovvie (cioè fuoriuscita dall’euro e dall’UE) . Anche se in modo sottinteso: sono chiarissimi…sono le uniche formazioni veramente anti UE/euro….(poi vorrei capire la relazione con “quello là” il vecchio patron il Berlusca che ieri nell’intervista al Corriere della Ser(v)a ha detto di avere un piano di privatizzazioni a 5 tappe per abattere il debito pubblico e portarlo al 100% (non abbatte nulla svendendo …ovviamente ): cioè la continuazione della svendita fatta dal PD negli anni novanta…le vuole continuare lui (qui si apre un interrogativo …che azz fa sto qua? con chi si è messo d’accordo ? …) il vecchio che sembra una mummia con il lifting si presenta come europeista e vuole decisamente “svendere” (cioè rovinarci del tutto ) e gli altri alleati che di fatto fanno un discorso opposto. Qui c’è da vedere come procedono e cosa dicono in campagna elettorale.

    Arrivo al dunque: Salvini ha ufficialmente candidato Alberto Bagnai nella lega …l’economista Alberto Bagnai che è uno dei leader italiani ed europei tra gli economisti antieuro. Mi pare che sia chiaro in che direzione è (ben) indirizzata la Lega: contro l’euro e contro UE. Ottima coppia i due economisti Borghi & Bagnai …con un seguito di economisti di livello che son dalla loro parte.
    ecco il link
    http://www.affaritaliani.it/politica/lega-salvini-l-euro-sbagliato-candida-alberto-bagnai-520707.html?refresh_ce

    praticamente il voto alla lega è quasi assicurato (quasi …)

    a proposito della discussione tra me e Roberto B ove io dicevo che il problema euro si RIPRESENTERA’ più forte che mai…ecco cosa ha detto uno sconsolato Macron in una recentissima intervista:

    http://vocidallestero.it/2018/01/22/zh-in-unintervista-shock-macron-ammette-che-la-francia-voterebbe-per-luscita-dalla-ue-se-si-tenesse-un-referendum/

    CVD come volevasi dimostrare———->>> Quello che ricevo al caro Roberto B. è che l’Euro è qualcosa di più di un problema ideologico (ha anche natura ideologica..perché l’euro è un sistema di potere/ideologia …) ma è un problema anche e soprattutto di NATURA TECNICA…che crea per sua natura problemi e squilibri IRRISOLVIBILI.
    Ecco da qui…la mia certezza…che il problema riesploderà …infatti dicevo che la situazione non si è affatto stabilizzata…è una stabilizzazione apparente quella attuale….(fate finire il Quantitative Easing e poi vedrete che esplosione..;-)

    Reply

    • Avatar

      Paolo

      |

      inutile dire che nel M5s tanti amano Alberto Bagnai….(tantissimi …li seguiva poi ha abbandonato quando si è reso conto che cosa è veramente il M5s…la “fuffa” che è…) …ovvio che Bagnai attaccherà di brutto il M5s come è altrettanto ovvio (a mio parere ) un bel po opteranno per la Lega invece del magari ancora programmato voto per il partito “fuffa” M5s. Confido nella capacità di Bagnai (avendolo seguito nel suo blog )…di affondare senza pietà contro il M5s..otterrà ottimi risultati dissuasivi per gli incerti e per i timidamente che ancora optano per quel movimento “fuffa”.

      Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      sconsiglio interventi così lunghi perchè non vengono letti

      Reply

      • Avatar

        Pasquale Cocozza

        |

        Io l’ho letto metalmeccanico di Reggio Emilia ,spero almeno l’estinzione definitiva del pd che obiettivamente ha fatto piu’ danni del Berlusca specie ai lavoratori.

        Reply

      • Avatar

        Mario Vitale

        |

        Confermo.

        Reply

        • Avatar

          Mario Vitale

          |

          Scusate il doppio intervento, ma mi sono accorto che l’impaginazione del blog poteva causare confusione. Il mio “confermo” è relativo all’affermazione del prof sulla lunghezza del commento. Un commento più lungo dell’articolo non si può vedere. Nessuna intenzione da parte mia di criticare l’autore del commento, o le idee espresse. Semplicemente io commenti così lunghi li salto: sarà qualunquistico, forse, ma non ho il tempo di leggerli.

          Reply

          • Avatar

            mirko g. s.

            |

            abbiamo quelli di venceslao…

          • Avatar

            foriato

            |

            Sui commenti dell’Egregio Venceslao di Spilimbergo, non oserei mai dire che siano prolissi nemmeno verbosi, anzi! Li leggo sempre con enorme piacere e spesso rispondo. In ciascuno dei suoi interventi, ed è uno studente d’italiano che parla, si trova sempre qualche motivo di stupore e meraviglia. Se don Venceslao non esistesse bisognerebbe inventarlo!

  • Avatar

    Aliquis

    |

    Articolo qualunquistico.
    Io voterò Liberi e Uguali.
    Secondo il tuo ragionamento Laura Boldrini e Matteo Salvini sono sullo stesso piano.

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      per essere sinceri non vedo grandi differenze fra i due come nemmeno rispetto a Renzi, Boschi, Di Maio… sono i nati degli anni cinquanta antropologicamente uguali e politicamente inconsistenti

      Reply

      • Avatar

        Allora ditelo

        |

        La formazione politica oggi si impara alla tivvù o in streaming e non potrebbe essere altrimenti se tutto il resto è considerato trame di palazzo. 😯

        Non è forse il “sentiment” più autentico della democrazia diretta quello che qualsiasi livello di formazione politica sia sufficiente?

        Reply

        • Avatar

          Gaz

          |

          @Allora Ditelo
          … sembra, ma appunto sembra, che sfondare le sedie delle biblioteche dei vari Istituti, o poltroncine, sotto il peso della lettura di quintali e quintali di libri, riviste (anche elettroniche), partecipazione a convegni … aumenti la quantità di colesterolo buono nel sangue.
          Il barocco, che è stato un periodo dell’apparire, dell’immagine, dell’ostentazione, ha preparato le categorie della Rivoluzione Francese nelle biblioteche ovattate di velluti e quadri..
          Il video alla lunga rende vidioti. Cosa vuoi che voti chi tutti i giorni a tutte le ore si vede propinati omicidi, chili e chili di tette, oche più o meno giulive, corna e bicorna, sgarbati e quant’altro?
          Nella TV tutto è falso, ad iniziare dall’orario. Quella scatolona serve per vendere pannolini, gel per dentiere, antiemorroidali, detersivi e altre cianfrusaglie simili.

          Reply

        • Avatar

          Allora ditelo

          |

          Caro @Gaz, per il colesterolo buono bisogna almeno attivarsi correndo su un “tapis roulant” mentre si apprende in streaming le tecniche per cui le nostre elite giganteggiano in parlamento.
          😀

          Il punto che intendevo porre e quale sembri essere la fonte privilegiata dalla quale i cittadini apprendono la politica.

          In teoria, l’insegnamento è presente per tutti gli istituti di ogni ordine e grado all’interno delle materie di storia e geografia. In pratica – come sa chiunque abbia figli o nipoti nelle nostre scuole – è sparita del tutto.
          http://www.huffingtonpost.it/carlo-troilo/l-educazione-civica-una-priorita-per-le-scuole-italiane_a_23269339/

          Reply

          • Avatar

            Allora ditelo

            |

            corrigenda:
            si apprende [si apprendono]
            e quale sembri [è quale sembri]

      • Avatar

        Eduardo D'Errico

        |

        “Nati degli anni cinquanta”? Direi piuttosto i loro figli…..

        Reply

  • Avatar

    Herr Lampe

    |

    La parte sulle polpette è da applausi 😂

    Reply

  • Avatar

    Lorenzo

    |

    Più che il frutto di 25 anni di mancata formazione politica lo stallo demoplutocratico mi sembra dovuto al fatto che i partiti si sono trasformati in cordate mafioso-affaristiche e l’elettorato in un pubblico da tv-spazzatura. Come il capitalismo globalizzato e quindi la pessima scuola renziana non sanno che farsene di persone serie, competenti e motivate, cercando solo manovalanza polivalente da sfruttare part-time (più ignorante e meno consapevole dei suoi diritti, meglio è), la politica odierna non saprebbe che farsene di autentici uomini di stato interessati al bene pubblico e animati da progetti di lungo termine. I nuovi statisti ci sono, ma sono funzionali al contesto, dunque dei guitti da avanspettacolo e dei faccendieri privi di qualsiasi scrupolo (faccio parziale eccezione per Grillo che infatti si va distaccando dalla sua creatura).

    Tuttavia il pessimismo di Giannuli, che come sempre miscela intenti cognitivi e valutativi, mi sembra eccessivo: di forze nuove in Europa ce ne sono, ma sono quasi tutte di destra (essendosi la sinistra definitivamente trasformata in personale di servizio del capitalismo di rapina), e siccome queste a lui non piacciono, fa finta che non esistano. In Italia abbiamo la Lega, che è sì stata al governo coi moderati, ma che oggi si presenta in versione lepenista ed antieurista, e scusate se è poco per un sito che si vorrebbe antisistema ed anti-euro. Non dico che si tratti di novità rivoluzionarie, e può darsi che Salvini (come già Bossi) si lasci assorbire da Berlusconi, ma un partito che nomina come suoi esperti economici Borghi e Bagnai, cioè i due economisti italiani più avversi all’eurodittatura, dovrebbe far suonare qualche campanellino.

    L’impressione è che Giannuli, man mano che perde speranza di assistere alla nascita di una sinistra antieurista, e si rende conto che (specie con un’America a guida Trump) il crollo del regime avrà come effetto lo sbriciolamento degli equilibri postbellici e l’affermazione in grande stile delle destre (poco estreme, ma dietro le quali premono forze ben più serie e consapevoli), stia frenando sull’avversione a Bruxelles, e cominci a maturare una realistica considerazione del Grande Fratello eurista come usbergo contro la vittoria dei popoli, cioè contro la weimarizzazione della vita politica europea. Abyssus abyssum invocat.

    Reply

  • Avatar

    Lino

    |

    – ” … Questo è in parte il risultato di una legge elettorale ignobile che attraverso il meccanismo delle firme cerca di strangolare le poche novità possibili ed in parte è il frutto di venticinque anni di assenza di formazione politica, per cui NON abbiamo ricambio.” –
    Giustissimo ,
    ma questa è la Lobby-Partitocrazia Italiana : non vuole che nascano nuovi partiti “populisti”( popolari , a favore degli interessi del popolo ) ; sono dei corrotti/venduti alle Lobby-Poteri Forti ma mica sono fessi ( Chi ha il potere lo sfrutta a proprio favore/interesse e non fa regali a nessuno ) .

    Reply

  • Avatar

    Roberto B.

    |

    Cari amici leghisti, e/o assimilati. resto fermamente convinto che semmai si dovesse arrivare ad una vera possibilità di decidere davvero di uscire dall’Europa e di abbandonare la moneta unica, nessuno dei politici coinvolti nella decisione e nella successiva sua concreta attuazione farebbe davvero onore alle parole bellicose strillate ora et semper, per una miriadi di ragioni che, senza entrare nel merito delle motivazioni politico/economiche, provo a riassumere:
    1) sugli inglesi si può dire tutto e di più, tranne che manchino di determinazione. Eppure, persino Farage oggi è possibilista circa un ripensamento sulla Brexit. E gli inglesi non hanno l’euro, che è il più grande ostacolo all’uscita dall’EU.
    2) Due economisti, che nel caso di una Italexit di sicuro non metterebbero non metterebbero neppure un’unghia del loro impegno politico e lavorativo nell’operazione, non fanno una primavera.
    3) gli stessi Salvini e compagni, all’atto pratico si tirerebbero indietro. Per manifesta incapacità (una guerra troppo grande per le loro spalle), e per non rischiare un domani di finire anche loro appesi a Pza S.Babila da una folla inferocita. Non riesco proprio a vedere un cuor-di-leone in Salvini (ma chissà? un domani potrei essere clamorosamente smentito).
    4) anche se la Lega dovesse riuscire ad ottenere un risultato più che lusinghiero, qualcosa tipo il 20% dei seggi, non troverebbe alleati disposti a seguirla su questa strada. Certo non Berlusconi, tantomeno Fratelli d’Italia (tenuti per le p..e, da Berlusconi). L’unica strada percorribile sarebbe un referendum anticostituzionale; ma, a parte il fatto che non raggiungerebbe il quorum, o peggio ancora sarebbe perdente, conoscendo i politici nostrani non farebbe alcuna differenza. I bastoni tra le ruote degli scissionisti messi dalla maggioranza dei parlamentari, sarebbero tali e tanti da trascinare per anni una querelle fino alla completa insabbiatura di un impossibile esito favorevole.
    POotrei continuare, ma mi limito a notare ed a far notare un fatto che chi strilla per abbandonare l’Europa non sa spiegare: la Grecia è quella che ha pagato e sta pagando il prezzo più duro, pure nessuno o quasi si sogna di proporre di nuovo una Grexit, anzi la temono, e di ciò si fa ancora più forte la Triade che al minimo accenno di dissenso la minaccia.
    E se una rivoluzione, perchè un abbandono unilaterale dell’EU sarebbe assimilabile davvero una rivoluzione, non nasce e si sviluppa laddove il popolo è più oppresso, che ne volete sperare?

    Reply

    • Avatar

      Lorenzo

      |

      La storia è in movimento. Chi si sarebbe sognato, nel 1913, che di lì a 5 anni la Russia sarebbe stata comunista? Dà un’occhiata a questo articolo molto citato in questi giorni dalla stampa di regime: nella conclusione si prevede che alla prossima recessione l’Italia trascinerà l’intera baracca eurista nel caos

      https://goo.gl/whZQYg

      Reply

      • Avatar

        Roberto B.

        |

        Se sarà così, e non so quanto dobbiamo davvero augurarcelo, le due grandi crisi economiche del secolo passato ci sembreranno una bazzecola. o meglio, sembreranno una bazzecola ai ceti più deboli ed a quello medio e medio alto, che poi sono il 90% della popolazione Europea, che soffriranno come e più che se scoppiasse una III Guerra Mondiale (con armi tradizionali, escludendo il nucleare naturalmente)
        Si realizzerebbe comunque quella che da tempo definisco come l’unica possibilità di liberarci dalla moneta unica: o ne usciamo tutti quanti, come quando ci siamo entrati, oppure ce la teniamo.
        P.S.: sulla Russia puà certo rispondere meglio di me il nostro ospite, che di mestiere fa lo storico e tanto ha studiato e scritto sull’argomento. Tuttavia, da ignorante qual sono, sospetto che nel 1913 ci fossero già da tempo tutte le condizioni e le premesse per quello che è poi accaduto. Chiunque avrebbe potuto accorgersene, col senno di poi come al solito.

        Reply

    • Avatar

      Paolo

      |

      Caro Roberto B. vale molto di più cio che dice Bagnai in un video di neanche 2 minuti che non cio che tento di fare io dicendo esattamente la stessa cosa con polpettoni micidiali lenzuolate prolisse . Qui Bagnai appena uscito dalla presentazione della sua candidatura alla Camera dei Deputati dove in meno di due minuti dice cio che ho detto nella lenzuolata scorsa. (ove avevo fatto un esempio semplice semplice numerico per dire che l’euro ci ha devastato, ci devasta e ci devasterà…e che quindi non c’è alternativa al cercar di divincolarci (guai a non farlo , guai ad illuderci che la situazione è aggiustabile , guai ad illudersi che la situazione si è stabilizzata (NON SI E’ AFFATTO STABILIZZATA: è apparentemente e momentaneamente stabilizzata attraverso un artifizio finanziario : il Quantitative Easing ). Anche a costo di essere pedante, noioso, ripetitivo, invadente, palloso..e non so quant’altro…non smetterò quasi di dirlo. Sino a quando non mi si dimostra il contrario: qui e in altri forum…nel virtuale e nella vita reale…ancora non ho incontrato UNO de dico uno..che mi abbia dimostrato il contrario…Ho sentito sempre risposte fallaci che fanno acqua (anche da persone piuttosto preparate : ad esempio nel forum NoiseofAmerika ..di Michele Boldrin…ove spesse volte ho chiesto nel forum delle spiegazioni visto che loro sono il tempio del neoliberismo per eccellenza…: spiegazioni che non convincono (ed anche una mezza ammissione sotto sotto che l’Euro è stato un fallimento però con una strana conclusione: adesso ci siamo e dobbiamo andare avanti….dico io: e nooo…andare avanti con questa roba qua..vuol dire la fine del nostro Paese e del nostro sistema economico cosi come lo abbiamo conosciuto nell’arco dei prossimi anni : esagerando altri 5 anni. ). Per cui è un dovere per ciascuno dirlo, non mentire a se stessi e agli altri per partigianeria politica di comodo..perché si tratta del nostro futuro e del futuro del nostro Paese. Voi state mentendo a voi stessi in nome di un Movimento che tra parentesi sostanzialmente è in mano di due non eletti : Grillo e Casaleggio (non mi si dirà che Di Maio & company hanno indipendenza decisionale ??…le vere decisioni TUTTE le decisioni le prendono due non eletti ..se proprio dobbiamo andare a fondo. Saluti.

      qui il Bagnai che dice perché l’euro non va bene e il perché non c’è alternativa al combatterlo (che è la stessa cosa del mio equivalente polpettone logorroico della scorsa volta ) Ciao
      https://www.youtube.com/watch?v=dExJ1nTGcEI

      Caro Roberto B. o il sistema euro si combatte o ci distruggerà . Avreste dovuto tenervelo caro il Bagnai perché vi voleva bene (un po come il Prof. Aldo Giannulli ) ed era ed è amato dalla base ..invece è stato sgamato come son stati sgamati altri fior di economisti (antieuristi ) che si son avvicinati.

      PS: ci son considerazioni interessanti nel suo post : soprattutto per quanto riguarda il Berlusca e la linea di Forza Italia e gli altri due alleati. Si vedra fra qualche settimana quando si sarà avanti nella campagna elettorale , cosa diranno, penso che in merito sarà bombardato in particolare il Bagnai ..un keynesiano in una coalizione dove sostanzialmente la linea di fondo è profondamente neoliberista …a partire da quella per me molto discutibile (tutta da capire: a me non piace ..bisogna vedere come è elaborata: tutti e tre i partiti la presentano in modo diverso ) Flat Tax (elaborata da Milton Friedman)….io però credo nella buona fede di sia Borghi che Bagnai . Ma questo vale anche per il M5s ..quando presenteranno la squadra e soprattutto gli economisti di riferimento : chi sono e cosa dicono ….Lorenzo Fioramonti . Io credo che essendo il Bagnai stimatissimo che possa incrementare le scelte verso la Lega (non eccessivamente…pero credo che sia incisivo..magari sbaglio ) . Le trasformazioni recenti della Lega…compreso un certo “repulisti” è opera dei suggerimenti di Bagnai…mesi fa lo aveva detto: mi candido se cambiate molte cosette nella lega: e Salvini lo ha fatto. Non è più la Lega di prima.

      Reply

      • Avatar

        Paolo

        |

        intanto ho fatto un altro sermoncino palloso/prolisso : chiedo venia..cercherò nei miei interventi di essere molto ma molto più sintetico. Ho recepito il suggerimento (e anche la lamentela ) e mi ci atterrò in futuro .

        Reply

        • Avatar

          Paolo

          |

          Lo sottolineo : sarò molto ma molto più sintetico e diminuirò il numero di interventi.(io nei forum tendenzialmente non ho freni …tendo ad esagerare quasi a istinto naturale ) .

          Reply

  • Avatar

    Eduardo D'Errico

    |

    Mah… finora ho letto solo interventi di politica politicante… e di Euro. Può darsi che la magica parola euro ricomprenda le “questioncine” del reddito, del lavoro, della povertà, della precarietà, del salario, della disoccupazione giovanile e adulta, delle pensioni, dell’evasione fiscale, della delinquenza economica e politica, della corruzione, della scuola e dell’Università umiliate, della speculazione finanziaria, e simili bazzecole. Oppure che secondo Giannuli e gli intervenuti le elezioni non c’entrino nulla coi problemi del paese ( in altre parole che quasi tutti, su questo blog, non abbiano problemi di tipo materiale. Se è così, beati loro !

    Reply

    • Avatar

      Roberto B.

      |

      Non nuoto certo nell’oro, tuttavia sono solidale (in spirito, eh! solo in spirito. Meglio chiarire), con chi presuppongo abbia problemi di tipo materiale peggiori dei miei.
      Tuttavia, la questione Europa SI-Europa NO, che comprende evidentemente anche Euro SI-Euro NO, è da sempre presente in questo blog, quando si parla di politica interna.
      E non mi pare si possa derubricare a chiacchiera da bar. Molti pensano con qualche ragione che l’Europa, e l’Euro in particolare, ci abbia portato più mali che bene e sia la causa diretta e indiretta di quelle “questioncine”, ed io tra quelli, anche se naturalmente non potremo mai avere la controprova, cioè sapere come staremmo adesso se non fossimo entrati in EU e se non avessimo adottato l’Euro.
      Sono comunque d’accordo che la questione sia oziosa e poco interessante: ma non siamo noi su questo blog a ciarlarne, bensì la Lega e FI che ne hanno fatto uno dei loro cavalli di battaglia.
      Per motivi biecamente elettorali, a parer mio, cioè senza una volontà vera di passare dalle parole ai fatti. E questo mi pare che riguardi molto le prossime elezioni, non crede?

      P.S.: Le ricordo che quando il M5S organizzo e portò avanti con un certo successo, la raccolta firme per un referendum sull’Euro, Salvini pensò bene di smarcarsi definendolo una sciocchezza. E tale ancora la definisce oggi.
      In cosa si sostanzierebbe davvero la sua sbandierata azione politica di contrasto all’EU ed all’Euro, nel caso riuscisse davvero a far parte del prossimo governo (di Berlusconi, naturalmente, non suo).
      Ah, saperlo, saperlo!

      Reply

      • Avatar

        Paolo

        |

        Le ricordo che quando il M5S organizzo e portò avanti con un certo successo, la raccolta firme per un referendum sull’Euro, Salvini pensò bene di smarcarsi definendolo una sciocchezza. E tale ancora la definisce oggi.(Paolo)

        —–
        —–

        Perché la proposta di Referendum…lo era , lo è , e lo sarà: il referendum è una sciocchezza e strategicamente in senso anti Euro anche un idiozia. Invece è un ottima pensata per appagare in modo vacuo cioè plagiare i sentimenti anti euro di una parte dell’elettorato : di fatto è ed è una strategia funzionale al vertice del M5s notoriamente da sempre “opaco” e con obiettivi totalmente diversi dai vari argomentini dati alla base furbescamente (il tutto e il contrario di tutto a secondo delle circostanze e del tipo di segmento elettorale da attrarre e fidelizzare ). Il vero referendum per l’euro è questo: proporlo nel programma anche come alternativa B al non rispetto de certe condizioni che si propongono in sede europea (modifica di tutto cio che danneggia il nostro Paese o una larga fascia delle economie sud europee ) diversamente inizia un processo di fuoriuscita. (questo è l’unica proposta valida ). Il referendum è farraginoso come iter (bisogna modificare la costituzione ..e ) e richiede tempi lunghissimi: serve per accontentare i polli (lo sanno benissimo i vertici del M5s conosciutissimi per la loro ormai strutturale “opacita”: non c’è partito (perché di partito si tratta ) più antidemocratico del M5s. Nella migliore delle ipotesi è fuffa ..nella peggiore un bluff stampella per le necessità dell’establishment che in questo momento ci opprime: Io dico che secondo me è ancor peggio..è tutte e due le cose messe insieme. Perché si continua a prender in giro la gente? ma che si dica la verità: IL M5S NON E’ MAI STATO ANTI UE/EURO FIN DALL’INIZIO. (faceva finta: cioè prendeva in giro )
        C’è un impreparazione su questo argomento paurosa qua e altrove (è tempo perso anche parlarne ).

        Reply

        • Avatar

          Paolo

          |

          ed io devo sforzarmi a mantener la parola data: fare pochi interventi e brevi. E’ dura….leggendo certi commenti. Ma devo rispettar la parola ;-))

          Reply

  • Avatar

    Paolo

    |

    Per chi vuole focalizzare bene il “Bagnai e il suo ruolo nella Lega ” (che non è la lega precedente è un altra cosa: d’oggi in poi più che a Salvini quando si parla di Lega ..si ci assocerà il tutto a questo brillante economista che ha determinato molti cambiamenti nella Lega, e che questo si ,ha “potenzialità ” di statista: ha le palle .

    E’ perfetto …gli altri interlocutori son lì come di un altro pianeta caduti dalle nuvole. Questo qui è UNO CAPACE…che sa il fatto suo. La Lega ad averlo candidato e Salvini ad aver seguito i suoi suggerimenti per una nuova Lega …ha fatto un affarone. Il M5s aveva ed ha bisogno di gente del calibro del Bagnai….invece si è scelta ad hoc delle mezze pippe…ed è un peccato per una orma grossa e potenzialmente incisiva formazione politica . Sperò che l’elettorato la punisca severamente (anche se non si puo avere molta fiducia nel sano discernimento di in un generale un elettorato smarrito, confuso e decerebrato 😉

    video con Bagnai post candidatura :…non son 23 minuti sprecati. O-T-T-I-M-O…. brillante. Spero che resti fedele al discorso da lui fatto sin qua e che la politica non lo corrompa. Lo spero con il cuore.

    https://www.youtube.com/watch?v=PlFN9SpN3to

    significativi anche i commenti entusiasti sotto il video.

    Reply

    • Avatar

      Venceslao di Spilimbergo

      |

      Buonasera Esimio signor Paolo
      Perdoni il disturbo che vengo a recarle con questo mio scritto ma, in assoluta sincerità, non posso non condividere le sue parole. Lei ha ragione da vendere: il passaggio del Chiarissimo Professor Bagnai alla “Nuova Lega” (che giustamente, come Ella ha ricordato, non è per nulla la vecchia forza politica fondata dal signor Bossi anni or sono) è stato un notevolissimo guadagno per l’Onorevole Salvini; ora, chiunque desideri portare avanti una battaglia politica, legittima e logica, contro il progetto Europeo non potrà non vedere in quel determinato partito il proprio punto di riferimento, piaccia oppure no. Una eventuale futura fusione tra la “Nuova Lega” e “Fratelli d’Italia” sarebbe ora una necessaria (e a mio parere, personalissimo, auspicabile) conseguenza/ continuazione di questo percorso oramai intrapreso. Aspettiamo e osserviamo questa interessante evoluzione.
      La saluto augurandole ogni bene e una buona serata

      Reply

  • Avatar

    Venceslao di Spilimbergo

    |

    Buonasera Professore
    Prendo atto del suo interessante punto di vista, nonché dei notevoli pareri degli altri Esimi ospiti di questo sito (che approfitto di salutare), ma… mio personalissimo parere… ritengo che la migliore descrizione su cosa stia avvenendo nella politica Italiana (o quantomeno, in quello che ne rimane) sia dell’Ottimo direttore M. Sechi: nel suo nuovo, brillante prodotto giornalistico “List” Egli ha benissimo spiegato come tanto il signor Renzi, tanto il signor Berlusconi abbiano l’intenzione, scientemente (!!), di perdere (in maniera non catastrofica, naturalmente) le prossime elezioni… con l’obiettivo di poter poi, salvo imprevisti indesiderati, costituire una sorta di “governo di grande coalizione”, dalla durata necessariamente limitata (un anno sarebbe già parecchio). Tale strategia avrebbe come giustificazione sia impedire l’ingresso nella maggioranza parlamentare a forze politiche ritenute perniciose al benessere Nazionale (ovvero, pericolose per la sopravvivenza politica di loro stessi)… intendasi tanto il M5S quanto il nuovo “blocco nazionalista (o leghista se preferisce)”; sia permettere ai due personaggi di poter risolvere molteplici e gravi problemi interni alle rispettive formazioni… problemi essenzialmente politici per il Segretario PD (se possiamo ancora riferirci con tale nome a quella “Cosa”), invece economico- finanziari per l’ex Cavaliere (le affaire Bolloré).
    Al riguardo, rimando all’intervista fatta dall’Esimio direttore all’Esimio signor F. Damato, “DOPO IL PD (indagine sulla Cosa di Renzi)”, pubblicata proprio oggi:

    http://www.audiocast.it/poddetail?podid=2154

    La saluto augurandole ogni bene e una buona serata

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      la rin grazio per le sue osservazioni cortesi e circostanziate come sempre ma ho un dubbuio: ma se Renzi e Berlusconi perdono catastroficamente, dopo chi gli dà i seggi per u governo di coalizione? Recuperare Lega e M5s? La vedo un po’ dura

      Reply

      • Avatar

        Venceslao di Spilimbergo

        |

        Buonasera Professore
        La ringrazio per la sua cortese risposta e per le gentili parole rivoltemi; posso assicurarle che per me sono motivo d’onore e di vanto. La ringrazio altresì per il suo interessante quesito; il suo dubbio è assolutamente legittimo e corretto: è conseguente che in caso di una eventuale disfatta da parte del PD (o come si voglia oramai chiamare quella “Cosa”) e/o da parte di Forza Italia, per fortuna o purtroppo, i calcoli dei signori Renzi e Berlusconi salterebbero… e si troverebbero in una situazione tanto nuova quanto indesiderata (che, molto probabilmente, comporterebbe la definitiva caduta del Segretario “Democratico”). Affinché però questo non accada sarebbe sufficiente che i due partiti in oggetto semplicemente perdessero in maniera “lieve”, senza lasciare sul campo troppi seggi… permettendo la venuta in Parlamento di pattuglie abbastanza piccole di dimensioni ma sufficientemente numerose da poter essere “pesanti” durante la Legislatura. Soprattutto però dovrà essere gruppi di Eletti fedeli e ubbidienti, disposti a sostenere i piani dei rispettivi capi senza discussione (a partire dall’idea di comporre una maggioranza bipartisan in Aula). Per i signori Renzi e Berlusconi mai come in questo contesto sarà importante non tanto la quantità dei loro uomini bensì la qual… (pardon Chiarissimo… ma sinceramente non riesco a scrivere quella parola!!). Certo! Si tratta di una scommessa azzardata, sotto ogni punto di vista, in particolare per l’ex Sindaco di Firenze… ma, se Egli voleva sbarazzarsi definitivamente dei suoi avversari interni e cercare una futura rivincita politica, non poteva fare altrimenti. Sorprendete come non paiano rendersi conto di quanto questa loro strategia rischi di favorire gli avversari politici (M5S e la “Nuova Lega”); personalmente credo però che il problema nemmeno se lo pongano: è evidente che del Paese a nessuno dei due interessi alcunché… per l’ex Cavaliere conta solo uscire di scena da vincente, risolvendo alcuni fastidiosi privati problemi economici; per il signor Renzi conta invece solo tornare in scena da protagonista, forte della sua giovane età e della sua determinazione. Se poi, per conseguire un simile risultato, fosse ad Egli utile “bruciare Roma”, beh… non credo che ci penserebbe molto ad agire. Povera Italia!
        Ringraziandola nuovamente per le sue toccanti parole e per la sua squisita gentilezza, la saluto augurandole ogni bene e una buona serata

        P.S.
        Piccola curiosità: che Lei ci creda o meno Chiarissimo, qui in Friuli numerosi storici elettori della Sinistra (soprattutto PD, ma non solo) stanno dichiarando e garantendo che alle prossime elezioni voteranno la “Nuova Lega”! Soprattutto i giovani! Tant’è che la maggior parte della classe politica Progressista Regionale sta disperatamente cercando di trovare un seggio a Roma perché teme di non poter rimanere a Trieste!! Scene tragicomiche. Il signor Salvini potrebbe sorprenderci (e sorprendersi) ai risultati del voto.
        Nuovamente a Lei i miei rispetti e i miei ossequi

        Reply

        • Aldo S. Giannuli

          Aldo S. Giannuli

          |

          ci credo, ci credo

          Reply

        • Avatar

          Paolo

          |

          qui in Friuli numerosi storici elettori della Sinistra (soprattutto PD, ma non solo) stanno dichiarando e garantendo che alle prossime elezioni voteranno la “Nuova Lega”!(Vecenslao )
          —–
          —–
          Qui il PSdA (Partito Sardo d’Azione ) si è candidato con la Lega ..vero che è un partito indipendentista (e quindi un certo feeling per certi versi è naturale ..ma è un indipendentismo con ragioni totalmente diverse da quelle della storica Lega Nord e di Bossi…) …ma è nato 100 anni fa ed è sempre stato una costola del PCI ..la sua storia è di sinistra allo stato puro…nelle sezioni del PSdA da sempre ci son sempre state nei muri immagini comuni al PCI in particolare A. Gramsci…oggi si sono alleati con la Lega e si presenteranno alle elezioni inseriti nel loro logo elettorale e son due storie in antitesi ideologica …anni fa la Lega tentò un dialogo …ma era quasi impossibile fare un comizio : urla , fischi , polizia etc etc ..alle europee Salvini venne e fece il comizio in una saletta di un Hotel a porte chiuse …un paio di settimane fa la ha fatta nella sala più grande della fiera e la sala era strapiena ..gente che è rimasta fuori…contestazioni? : manco l’ombra…addirittura Salvini è stato portato al mercato di Cagliari ove non ci son proprio damigelle delicate..è gente dura a mo” di cavernicoli” nei modi di fare.. non ci mettono nulla ad esser “pesanti” …in altri tempi lo avrebbero quasi linciato…ora lo abbracciavano e tutti gli volevano stringer la mano …io ero letteralmente esterrefatto (mi ha davvero sorpreso..)…questo è un qualcosa che indica un profondo cambiamento : ha lavorato bene il “signor Bagnai “..perché sono in amicizia da quasi 4 anni..e in questi anni è stato Bagnai (e Borghi ..ma soprattutto Bagnai )..che gli ha dato le dritte promettendogli anche di candidarsi se avesse cambiato tutto : apertura al sud , abbandono di certi toni aspri, niente razzismi striscianti , mollare la vecchia guardia (di recente non è un caso che Salvini abbia trattato malissimo Maroni..e questo se ne è lamentato definendolo uno stalinista 😉 …Bagnai è stato salutare per la lega in senso positivo: se la collaborazione va avanti la lega piano piano diventerà “un altra cosa ” e perderà del tutto certi spigolature negative: anche perché Bagnai è e resta profondamente di sinistra ..e in una lega con i vecchi argomenti non ci sta manco un secondo: se ne andrebbe. Oggi le teste pensanti della lega sono Borghi e Bagnai…d’altronde il Salvini che lesse il libro di Bagnai regalatogli se non erro da Borghi..ha detto: “..quel libro mi ha chiarito tantissime cose che non mi erano chiare …”…..lo avete sentito più dire cose sul meridione del tipo: parassiti…et- etc?? no ….anche li il Bagnai e il Borghi gli hanno spiegato bene bene certe dinamiche economiche Nord Sud venutasi a creare dall’Unità d’ Italia in poi …che non sono esattamente quelle della visione di Bossi. Insomma questi due economisti son tutta salute per Salvini e la Lega.
          Salvini al mercato rionale di Cagliari che è più di “profondo sud” perché è anche isola distante per molti versi sia dal nord ma anche del sud..ha altre caratteristiche che la rende ancor più distante dalle due realtà tanto più dalla Padania . Se succedono cose del genere…vuol dire che la gente non trova più nessuna risposta nella sinistra attuale …non si spiega diversamente perché questa era gente tutta rivolta verso sinistra sino a qualche anno fa.
          Salvini al mercato..io ci vado a far la spesa e conosco “le bestie” ..non mi aspettavo un accoglienza simile ad un Salvini della Lega Nord .
          https://www.youtube.com/watch?v=g8B9MSPRY0c
          Qui Salvini in una sede del PSdAz …con degli aderenti che vengono da una storia di “profonda sinistra” anche se indipendentista ..ma estranea e in antitesi alla storia della Lega
          https://www.youtube.com/watch?v=tkV8Sk3QOlI

          non so che sviluppi avrà…spero che il Bagnai resti quello che è e la politica non lo corrompa. Lo spero di cuore.

          Probabilmente gli do il voto..con una postilla: Salvini non è un gran che come politico…e le dichiarazione di amore (finto o vero ) vanno bene…però poi dette da un politico lasciano il tempo che trovano: contano i fatti……vedremo.

          Reply

          • Avatar

            Paolo

            |

            @Vecenslao
            Saluti e tante buone cose 🙂

            ps: viviamo in due estremità geografiche …totalmente differenti in tutti i sensi. . Conosco il Trentino perché d’estate parte della mia famiglia ci passa qualche settimana ogni anno in montagna..(non penso sia molto diverso dal Friuli )

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!