Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (52)

  • Paolo

    |

    e quegli strani “passaporti” e documenti vari che “puntualmente” si trovano negli attentati e stragi di questi anni ???
    I Servizi Segreti…non son più quelli di una volta….;-))

    Reply

  • andrea z.

    |

    “Mi limito a riscontrare che, anche nel caso di Londra, l’attentato si è abbattuto sulle masse subalterne, precarizzate, sottopagate e supersfruttate. I terroristi colpiscono sempre, immancabilmente gli sconfitti della mondializzazione, il popolo, le masse inermi. Strano paradosso: il terrorismo islamico – si dice – vorrebbe colpire il cuore dell’Occidente, metterne in ginocchio i centri nevralgici del potere. E poi, chissà perché, l’ira delirante dei terroristi non si abbatte mai, curiosamente, sui luoghi reali del potere occidentale: banche, centri della finanza, ecc. I signori mondialisti non vengono mai nemmeno sfiorati.”

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/23/attentato-londra-perche-il-terrore-colpisce-sempre-le-masse-e-mai-i-potenti/3470257/

    Reply

  • Gaz

    |

    Però le fake vendute in British e all’ombra dell’Union Jack hanno un’aureola che altri non hanno. E poi l’opinione pubblica internazionale non ha nessun diritto, non vota.
    Si può far passare di tutto, persino che i parlamenti islandese e siciliano siano nati ieri.

    Reply

  • napalm51

    |

    ‘una società che produce disagio mentale’ effettivamente mi chiedo quando questo problema verrà focalizzato )-:

    Reply

  • Ercole

    |

    Allo stato attuale si contano 4 morti e 40 feriti. La modalità dell’attacco, l’auto usata come arma o coltello, è usata spesso dagli islamici. Nella neolingua diffusa dai media in GB ‘asiatico’ significa islamico, per via dei molti immigrati islamici provenienti da India, Pakistan e Bangladesh. Le vittime, come sempre, possono ‘ringraziare’ i fautori dell’accoglienza, i vari Bergoglio, Renzi, Kasner/Merkel, Hollande, Obama, insieme ai loro omologhi in Occidente e predecessori. E possono ‘ringraziare’ i conquistatori islamici: queste sono le minacce di M?rdogan di ieri 22 marzo, a chi gli impedisce di fare comizi elettorali in Europa, pronunciate qualche ora prima dell’attentato: “Se l’Europa dovesse continuare in questo modo, nessun occidentale potrà fare un passo in sicurezza, con serenità, in strada, in nessuna parte del mondo”.

    Reply

    • benito

      |

      @Ercole
      “… Le vittime, come sempre, possono ‘ringraziare’ i fautori dell’accoglienza, i vari Bergoglio, Renzi, Kasner/Merkel, Hollande, Obama, insieme ai loro omologhi in Occidente e predecessori…”

      hai dimenticato di dire che dovrebbero ringraziare anche le aziende grandi e piccole oltre che alle famiglie cioe tutti quelli che gli danno da lavorare perche’ li possono pagare meno, salvo poi a lamentarsi dell’immigrazione. L’immigrazione e’ un problema che una volta tanto non e’ causato solo dai politici, ma anche dalla gente comune che poi se ne lamenta. Il fatto che nel nord-est dove ci sono piu ditte c’e’ una percentuale maggiore di immigrati parla chiaro. Ma so bene che con quelli come te ragionare non serve.

      Reply

    • Roberto B.

      |

      La prima volta che sono andato a Londra era il 1985-86, non ricordo l’anno esatto.
      Fui stupito nel vedere quante persone fossero di colore, quasi tutti cittadini britannici, come poi venni a sapere dalla famiglia inglese che mi ospitava; all’epoca ero ancora giovane, ignorante e presuntuoso, come in genere dev’essere un giovane (e come immagino che sia il sig. Ercole).
      Non sapevo nulla o quasi dell’Inghilterra, tantomeno quelle quattro frescacce che ci obbligavano a studiare a scuola in geografia (materia per fortuna abolita), e che la mia mente si è sempre rifiutata di memorizzare.
      Non sapevo, ad esempio, dell’esistenza del Commonwealth Britannico, entità che comprendeva tutti gli Stati dell’ex impero britannico: oggi è detto New Commonwealth, ha natura più che altro economica e culturale, l’adesione ad esso è volontaria, riconosce ancora formalmente come capo il sovrano inglese, nello specifico la regina Elisabetta II, e consta di 54 membri.
      Tra essi, annovera anche India, Pakistan e Bangladesh.
      Nel Regno Unito, i cittadini appartenenti ai Paesi del Commonwealth hanno uno statuto privilegiato rispetto agli altri stranieri. Hanno il diritto di voto in tutte le elezioni, eccetto quelle europee, e sono eleggibili in ciascuna di queste. Sarebbe perciò abbastanza scorretto e difficile impedire loro l’ingresso nel Regno Unito.

      Reply

  • Tommaso B

    |

    Secondo un vecchio adagio, un uomo che morde un cane fa notizia, il viceversa no.

    Allo stesso modo un ubriaco che investe dei pedoni non fa notizia quanto un presunto attacco terroristico, a meno che l’ubriaco non sia extracomunitario o islamico o peggio, tutte e due le cose assieme.

    Infatti, la peggior offesa che un politico olandese potesse farci è stata definirci degli spendaccioni ubriachi e donnaioli, in pratica un popolo irresponsabile dedito alla bella vita invece che ai sacrifici.

    Come dire, chi è causa del suo mal pianga se stesso, se poi a rimetterci sono le fasce più deboli poco importa, l’importante è il rigore, la punizione, il calcio d’angolo.

    Altro delirio collettivo, altro TSO.

    Reply

    • Roberto B.

      |

      C’è il dubbio però che l’ISIS faccia suo qualsiasi avvenimento simile, basta che sia coinvolto un islamico.
      Non costa nulla, fa notizia e difficilmente i morti tornano a smentire.
      In questo caso poi, almeno a dar retta ai giornali, c’è il particolare che il soggetto pare che fosse ben noto all’Intelligence ed alla polizia inglese come possibile terrorista, il che significa che era attenzionato e quindi sotto osservazione . Ciò nonostante, ha potuto fare quello che ha fatto.

      Reply

  • Bertoldo

    |

    Una domanda rispettosa per il prof A.G.
    è un po’che ho il piacere di seguire il suo blog e leggo con interesse i pezzi sul terrorismo. mi chiedo allora: c’è anche solo un attentato avvenuto negli ultimi due anni che non sia stato definito “strano” da lei (ma anche da altri commentatori di alto livello)? No. sono tutti strani e “i conti non tornano” mai. solo che, una volta portate all’attenzione le stranezze di ogni caso, poi ci si ferma lì, fin quando (tristemente) non ne capita un altro e si fa uguale. magari lo sta già facendo e io non lo so, o lo ha già fatto ma non lo divulga per qualunque motivo, però non si potrebbe metter su una “teoria del tutto” degli attentati recenti cercando cosa c’è davvero dietro? c’è un fil rouge che li collega e dove porta?

    Reply

  • fabio

    |

    e lei quindi come lo chiamarebbe, alla luce di quanto sta uscendo , noto agli 007, ex affiliato isis con comunicato etc?
    un giocatore radicalizzato di gran theft auto?

    Reply

  • Giorgio Pirre'

    |

    “Semmai, questa azione mi richiama quel gruppo di episodi simili di qualche tempo fa in Germania, dove venne fuori che si trattava di squilibrati influenzati dalla predicazione jihadista e che si muovevano per sindrome imitativa.”

    Sono d’accordo.

    Alle 16.45 di ieri mi sono sintonizzato su Rai Radio1; alcuni giornalisti concitati parlavano di un attacco terroristico e chiedevano a Bubbico (che era l’unico a mantenere la calma) quello che si stava facendo a Roma per i prossimi giorni. Hanno continuato cosi’ per 15 minuti. Hanno detto di cosa si trattava (Londra, un automobilista accoltellatore) solo poco prima del GR1: da non crederci. Sembravano pagati per seminare ansia e preoccupazione, a prescindere, tanto che sono rimasto molto scettico esattamente a causa di questa evidente esercitazione retorica.

    Reply

  • Paolo Selmi

    |

    Professore, buona sera.
    Concordo appieno. Fosse stata opera di un gruppo terroristico, considerata l’enorme voragine nei sistemi di sicurezza individuata, il risultato sarebbe stato molto più devastante. Resta quindi sul tavolo l’ipotesi del gesto individuale a opera di uno che si stava, sicuramente, avventurando in un terreno non suo, con le movenze dello squilibrato, più che del tagliatore di teste professionista. Tuttavia, ne prendessero mai una volta uno vivo… no, niente, muoiono tutti. Prima di parlare. Ci pensano poi gli altri, a parlare per loro. E alla pubblica opinione non resta che prendere atto di essere “sotto attacco”, aumentando il tasso di insicurezza, di xenofobia, di aggressività di una società che, di “giorni di ordinaria follia”, è ormai costellata quotidianamente. Solo che alcuni godono di risonanza mondiale, altri finiscono al tg2 dell’ora di pranzo dopo la terza notizia per tirare fino all’una e venti, quando poi in scena entrano i cuccioli, i menù, il video prezzolato del cantante di turno. Si sa, in quel caso, i salmi devono finire in gloria.
    Un caro saluto.
    Paolo

    Reply

  • fortebraccio

    |

    egr. prof.noi,vecchietti di minghiapititto,abbiamo intuito da subito che si trattava di un attentato di forze economiche,contro forze politiche della city,e francamente ci rode molto il fatto che ci vanno di mezzo quelli come noi,e non i potenti.e meno male che ci sono i blog come il suo ,dove possiamo sfogarci ,a chiacchiere,visto che non possiamo farlo diversamente

    Reply

  • mirko g. s.

    |

    Questo pezzo l’ho capito molto poco. Mi devo preoccupare?

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      forse mi devo preoccupare io che sono stato poco chiaro

      Reply

  • andrea z.

    |

    “A distanza di un anno esatto dagli attacchi terroristici di Bruxelles ed a sette giorni dall’avvio dei negoziati per il divorzio tra il Regno Unito e l’Unione Europea, Londra è stata teatro di un attentato carico di significati: un’auto ha travolto i passanti sul ponte di Westminster, per poi schiantarsi contro i cancelli del Parlamento britannico. Cinque i morti, una quarantina di feriti ed un inequivocabile messaggio: la Brexit non destabilizzi ulteriormente la già moribonda Unione Europea. Che lo stesso Parlamento inglese, braccio politico della City per più di due secoli, sia oggetto di un attentato intimidatorio, è sintomo della degenerazione raggiunta dall’ordine mondiale “liberale”, sempre più vicino al collasso.”

    http://federicodezzani.altervista.org/lattentato-a-westminster-lisis-sbarca-in-regno-unito-in-vista-della-brexit/

    Reply

  • Gianluca

    |

    Figuriamoci, dopo un periodo con poco di cui parlare, tanto da tediarci con le insulse beghe del Pd oltre ogni limite di sopportazione umana, agli sciacalli dei media non è parso vero avere qualcosa con cui reimpire giornali e trasmissioni tv. L’ “assalto” a Westminster addirittura. Ora la speranza e che nella manifestazione di domani avvengano scontri tipo quelli napoletani antisalvini elevati al cubo. Come è misera la vita nelle sedi dei giornali.

    Reply

  • Tenerone Dolcissimo

    |

    Penso di potere fare il punto io.
    Dopo l’attentato il buon Giannuli ha fatto un elenco dei punti che non tornavano. Non c’era una logica nel pezzo, proprio perché si era in attesa di trovarla una logica. Un po come quando si deve rimontare un meccanismo e si mettono gli ingranaggi sparsi sul tavolo per capire come e dove si incastrano.
    Purtroppo, il buon Giannuli è stato fregato sul tempo:
    ATTENTATO DI LONDRA, BRUXELLES CHIEDE UNA INTELLIGENCE EUROPEA
    http://www.affaritaliani.it/affari-europei/attentato-di-londra-bruxelles-chiede-una-intelligence-europea-470423.html?refresh_ce
    Insomma, dopo il referendum brexit e proprio mentre si discuteva della brexit e proprio a due passi da dove mentre si discuteva della brexit paffete arriva il fatto che induce a tornare indietro dalla Brexit
    Come dire … TOOOOORNA QUESTA CASA ASPIETTA A TTTE
    Forse Giannuli dovrebbre pensare a cambiare mestiere davanti a questa standardizzazione della politica e di certe strategie striscianti.
    Ricordate l’omicidio Cox? E ricordate il suo precedente? Proprio in un altro referendum che interessava la UE.
    https://www.rischiocalcolato.it/2016/06/assassinio-cox-svezia-successe-cosa-simile-nel-2003-non-funziono.html
    Concludendo … grappa bocchino … NO …. concludendo sabato a ROMA ci sono manifestazioni contro la UE e contro questa pagliacciata delle celebrazioni dei 60 anni del trattato di Roma. Sono promosse da gruppi di destra e di sinistra quindi c’è una vasta scelta. Io vado. Ho scelto una manifestazione di un gruppo non molto affine a me politicamente solo perché sono i più incazzati contro la UE.
    Voi andate a quella che volete ma andate a manifestare perché prima usciamo da questo manicomio criminale chiamato UE e meglio è

    Reply

  • Pablito

    |

    Buongiorno, professore. Alla luce del suo post mi sorge un dubbio: in effetti questi ultimi fatti sono più difficilmente ”categorizzabili” rispetto, non so, a quelli che accadono ogni giorno in Siria, Iraq, Nigeria, Mali ecc…
    Il dubbio che mi sorge è questo: non potrebbe, semplicemente, essere nato un nuovo genere di azione violenta a sfondo ideologico, non più legato ad una precedente coordinazione e ad una rete di appoggio ”attiva” esterna, data la difficoltà più marcata di tracciare questi ”lone wolves” di basso profilo? Per quanto la sua tesi dell’azione violenta di un folle o ubriaco isolato sia sensata, mi sono posto questa domanda anche in base alle, ormai trite e ritrite, parole di al-Adnani di qualche anno fa.

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      ci sti pensando e ne scriverò nella prossima settimana

      Reply

  • Alessandro Pisan

    |

    Anche quando un matto da di matto i media cercano di dare la notizia che vende di più e quindi i fatti vengono in qualche modo deformati per dare un’immagine a massimo impatto…
    I morti ci sono e questo è un fatto e magari l’attentatore era proprio un aspirante terrorista ma dirlo prima di avere dati in mano è da parte dei media per lo meno prematuro (comunque l’attentatore morto non può né confermare né smentire né far causa per diffamazione).

    Trovo assai strane invece le rivendicazioni Isis citate nei giornali che arrivano sempre DOPO e sempre da persone che stanno a migliaia di km dal califfato, insomma la fonte primaria non s’è mai vista e l’Isis che io sappia non dispone nemmeno di un minimo sito in darknet a costo zero quindi come si fa a sapere che davvero l’isis abbia mai rivendicato qualcosa? sempre per sentito dire?

    Reply

  • tonino basile

    |

    Prof,
    a me sembra, e sottolineo sembra (sperando di non essere frainteso), che si sia passati dalla “strategia della tensione” di livello nazionale e quella di livello “globalizzato”!?!?
    Stragi di: Parigi, Bruxelles, Nizza, Copenaghen, Ankara, Suruc…!!
    Ma, non é che il liberismo planetario, avido, predatorio e moribondo, ha necessità di ridurre gli spazi democratici, con militarizzazioni e stati di polizia, per tentare di allontanare il più possibile la sua, si spera, prossima dipartita…?
    saluti rossi… di quelli veri!!!
    tonino basile – roma

    Reply

    • Paolo

      |

      a me sembra, e sottolineo sembra (sperando di non essere frainteso), che si sia passati dalla “strategia della tensione” di livello nazionale e quella di livello “globalizzato”!?!? (Tonino Basile )
      ——
      —–

      ma è evidente…..è proprio cosi. E’ decisamente così ….non può essere che così-

      saluti a pois …;-)) quelli rossi non son più di moda……;-)

      Reply

      • tonino basile

        |

        a me sembra, e sottolineo sembra (sperando di non essere frainteso), che in giro s’ode brusio voglioso di “14luglio1789…”!?!?
        gira, che ti rigira… vedremo se il rosso non é più di moda!
        per il rosso stinto forse, ma per quello porpora non sono sicuro di doverti dar ragione…!!
        comunque accetto con piacere e divertito i tuoi saluti a pois… e li ricambio con quelli a… piombini…:-). vabbe dai spero ti faccia piacere scherzare…! come a me piace l’autoironia e non prendersi mai sul serio!

        Reply

      • Paolo

        |

        @Tonino Basile

        ti do un incoraggiamento …Paul Roberts Graigs è uno con un curriculum vitae di primissimo livello: plurilaureato di cui una laurea in economia, vice ministro all’economia nel governo Reagan, è stato parte attiva di quella disgraziata ricetta economica chiamata “reaganomics ” puramente neoliberista che ha gettato le basi per disgrazia mondiale economica attuale a motore iperfinanziario selvaggio..che distrugge tutto etc etc , docente universitario, giornalista di spicco e cooeditorialista del prestigioso Wall Street Journal e di Business Week ..poi docente in prestigiose università come il centro studi strategici :Center for Strategic and International Studies ,George Mason University ,Georgetown University…e tutta un altra serie di incarichi in istituti prestigiosi. Andato in pensione..gli è venuta una sorta di crisi …ha ripensato al tutto …ed ha incominciato a dire cosa veramente è il neoliberismo (di cui lui era promotore ), ad attaccare tutto il sistema americano, a dire cosa è veramente il cosiddetto “vero potere ” americano..oggi chiamato “deep state”, ad attaccare in tutti i modi l’establishment di cui faceva parte, a dir che porcate si fanno a Washinghton..etc etc..è stato immediatamente estromesso da tutto, non invitato più alle trasmissioni televisive main stream, e subito liquidato come “complottista ” (coperchio buono per tutte le pentole: dissenti dalla vulgata ufficiale?: complottista !!!! )…lui ovviamente non si è arreso e ha aperto un suo blog (seguito in tutto il mondo ) e i suoi libri vendono …e partecipa a trasmissioni cosiddette “alternative” ..quelle che con la storia delle “fake news” vogliono far chiudere ( 5 in particolare che hanno milioni e milioni di seguito ..stanno superando la CNN e il New York Times…son prese di mira costantemente..stanno cercando di taglia loro la pubblicità per autofinanziarsi per farle morire di soffocamento ..ove “anche ” il Paul Robert Graigs viene sovente invitato a parlare e a scrivere ).Fa impressione sentire un ex neoliberista anti comunista di quel calibro scrivere questo in un articolo da lui intitolato: DOVE SONO MARX E LENIN ORA CHE NE ABBIAMO BISOGNO ?
        Articolo :
        http://vocidallestero.it/2016/04/11/paul-craig-roberts-dove-sono-marx-e-lenin-ora-che-ne-abbiamo-bisogno/

        concludo: in America il mito del capitalismo si è molto ma molto ridimensionato..ora che gli americani stanno incominciando a provare nella loro pelle cosa è il capitalismo selvaggio neoliberista (mito anche della sinistra americana da sempre diversa da quella europea…quando era “vera” sinistra ovviamente…quella di adesso è un altra cosa.)

        sui saluti a piombini: se continuiamo di questo passo…prima o poi..e non me lo auguro…incominceranno a svolazzare. Forme di rivolta di massa forse in futuro ci saranno..ma non credo che avranno comunque certe caratteristiche ideologiche assimilabili a certi periodi storici del futuro (magari qualche analogia ) …ma ci saranno…
        ciao

        Reply

      • Paolo

        |

        —->>Craig Roberts sembra rammaricarsi della scomparsa delle idee socialiste.(premessa articolo )

        ——>>Marx e Lenin erano avanti rispetto al loro tempo. Marx scrisse prima della delocalizzazione del lavoro e della finanziarizzazione dell’economia. Lenin guidò una rivoluzione comunista che aveva saltato le tappe, in un paese nel quale gli elementi feudali ancora prevalevano rispetto al capitalismo.(Graigs )

        ——>>Gli economisti neoliberali, quelli che prescrivono le politiche economiche non solo in Occidente, ma anche in Russia e in Cina, sostengono erroneamente che il denaro ricevuto è denaro guadagnato. In realtà, com’è veramente che quel meno-dell’-uno-per-cento ha veramente accumulato migliaia di miliardi?(Graigs)

        ——>>>questi profitti come “rendite economiche”, che producono un reddito che non implica alcun aumento reale del prodotto. In altre parole, questi guadagni di ricchezza miliardaria sono una forma di parassitismo basata sullo sfruttamento e non sulla produzione in termini reali (Graigs)

        ——->>>Le moderne economie capitaliste sono molto più disfunzionali di quanto Marx immaginasse. Negli ultimi due decenni, le economie Occidentali non hanno portato beneficio a nessun altro se non ai più ricchi, mentre le masse sfruttate si sottomettevano al proprio sfruttamento. I cittadini dei paesi Occidentali sono in questo paragonabili agli schiavi.(Graigs )

        ——–>>Se non saranno i governi a porre rimedio a questa situazione, sarà la rivoluzione a farlo. (Graigs )

        (estratto dall’articolo linkato precedentemente )

        ——–
        ——-
        per completare il ragionamento di Paul Robert Graigs …al prima evidenziato ..aggiungo un altra considerazione sempre scritta da Graigs ma che non è nell’articolo linkato. PRG..in definitiva fa un ragionamento che parte chiaramente dall’analisi marxista …parla di un più elaborato, moderno e sofisticato plusvalore marxiano…che marx non aveva previsto.
        Infatti dice in un altro scritto che riprendo da un altra fonte :

        ——>>>”….Questa è oggi la politica attualmente applicata alla Grecia, ed è stata la base dei programmi di adeguamento strutturale o di austerità del FMI imposto ai paesi debitori, essenzialmente una forma di saccheggio che trasforma le risorse nazionali a favore degli istituti di credito esteri. (…) la teoria monetaria si occupa solo di salari e prezzi al consumo, non con l’inflazione dei prezzi delle attività, come quello immobiliare e delle scorte. (….) la teoria economica serve come copertura per la polarizzazione dell’economia mondiale tra ricchi e poveri.

        Le promesse del globalismo sono un mito. Anche gli economisti MARXISTI dell’ala di sinistra pensano ad uno sfruttamento in termini di salari e non sono consapevoli che il principale strumento di sfruttamento è l’estrazione di valuta del sistema finanziario nel pagamento degli interessi. (PAOLO: in altre parti dei suoi scritti che non riporto …Graigs dice più o meno..che l’estrazione del moderno plusvalore viene attuata attraverso il debito indotto sino al non poter essere oggettivamente restituibile…per succhiare costantemente cio che spetta a chi opera lavorando nell’economia reale . Dice anche che ad un certo punto…se non si mette rimedio a questa grave ingiustizia ..questo porterà alla ribellione ed ad una nuova rivoluzione…(dico io: adesso siamo nella fase dell’esasperazione…ma se il trend continua in questo modo…a un certo punto la reazione ci sarà…non so di che tipo ma ci sarà…)

        conclusione: alle sinistre attuali questi ragionamenti non passano manco per l’anticamera del cervello (né in Europa ne in America ) …sono in tutt’altre faccende affaccendate : servire il “padrone” che dovrebbero invece combattere…

        Reagan si stara rigirando nella tomba ..al sapere che un suo stretto collaboratore…fa questi discorsi marxiani. . E Marx idem..al sapere cosa stanno combinando i suoi nipotini snaturati.

        cosa c’entra questo con il tema dell’articolo ? boh…più o meno nulla…Tonino Basile mi ha dato l’imput….ed io sono uscito fuori tema. Se non forse..che questi “signori qua ” che si vogliono avidamente “pappare il mondo”…è lo stesso establishment che sta destabilizzando il mondo…che sponsorizza la globalizzazione…e che sta attuando una sorta di “strategia della tensione” globale…per fini loro….a scapito nostro.

        Reply

        • Paolo

          |

          Perché Tonino Basile…ha visto giusto: QUESTA E’ STRATEGIA DELLA TENSIONE GLOBALIZZATA…(i terroristi islamici…ne sono un mezzo…ma a monte chi da gli imput son ben altri ..) . In futuro secondo me…ci sarà una svolta autoritaria .

          Reply

          • foriato

            |

            Ma più o meno autoritaria dell’Ue?

          • tonino basile

            |

            Caro Paolo … e foriato,
            credo sia nella naturalità degli eventi (e nel corso e ricorso dei tempi) per cui un altra rivoluzione ci sarà.
            fin dai tempi dei sumeri e dei babilonesi é sempre stato cosi.
            quando gruppi corrotti e predatori riescono a prendere il potere altrettanti gruppi, che si oppongono, lottano per cacciarli via e spesso ci riescono…!!!
            In fondo l’essere umano non é altro che una specie animale che grazie a “miracolosi” eventi chimico/naturali ha attecchito su un elettrone a cui ha dato il nome terra. specie animale che pratica, naturalmente, l’aggregazione fra consimili per cacciare e predare usando il minimo sforzo per il massimo profitto…!
            quando i predati per necessità di sopravvivenza si coalizzeranno per i predatori, qualsiasi esse siano le armi che avranno a disposizione, non ci potrà essere scampo.
            dopodiché un nuovo ciclo (ri)comincerà e nuovi avidi tenteranno e, probabilmente riusciranno, come sempre é avvenuto, a vivere parassitariamente praticando il dominio dell’uomo sull’uomo…!
            caro foriato l’ue é solo un esperimento (quasi) riuscito di quello che accadrà al mondo intero nel breve periodo.
            le rivoluzioni un tempo lontano avevano il nome: gesù, spartaco, ghandi, … che guevara… marx, sancara … non so il nome che avrà il prossimo ma il criterio e le armi che si useranno, per abbattere la tirrania di turno, non differirà di molto da quello che la storia ci ha consegnato…!
            spero, però, che… citando einstein: “…la quarta guerra mondiale non sia combattuta con pietre e bastoni…”! perché se cosi sarà allora si dovrà dare ragione a quei psichiatri pessimisti che affermano che: l’essere umano in realtà é l’animale più acefalo e stupido che sia potuto esistere sul nostro pianeta”.
            saluti rossi… di quelli veri
            tonino basile – roma

            p.s.
            Paolo, il tuo intelletto pare essere molto brillante… spero tu ne faccia buon uso e porlo a disposizione della parte buona dell’umanità…!

        • Paolo

          |

          Ma più o meno autoritaria dell’Ue? (Foriato )

          ——
          —–
          Ma l’UE non è autoritaria…come intendo io in un ipotetico scenario futuro . L’UE è caratterizzata da una democrazia involucro semi vuoto ( chi decide è la Commissione Europea che son coptati e non eletti, il parlamento eletto è una barzelletta , le loro decisioni poi sono sottoposte alla CE etc etc ..la BCE decide autonomamente la politica monetaria e la impone senza che venga rappresentato il volere dei Paesi di riferimento (vedasi Grecia..) …molti organismi come ad esempio MES il meccanismo di stabilita europeo..sono strutturati in modo tale da non essere tenuti a dar spiegazioni del loro operato a nessuno , etc etc …bypassano la volontà popolare nei referendum dei paesi deboli tipo Grecia o Portogallo..però ancora democrazia un po ce ne è..negli Stati Uniti si ce una sorta di democrazia …ma a parte le apparenze…sostanzialmente sotto sotto sta andando a farsi friggere ..di fatto sta prendendo piede una sorta di preoccupante autoritarismo strisciante (80% della popolazione spiata e controllata, dopo il Patriot Act..stanno inserendo una serie di norme anticostituzionali preoccupanti..come ad esempio il poter arrestare qualsiasi cittadino americano per il semplice sospetto di far delle “generiche” e non ben definite attività antiamericane.., in questi ultimi anni hanno cambiato il protocollo di addestramento delle varie forze di polizia ..in senso peggiorativo..è cambiato stranamente il tipo di addestramento , più aggressivo ed è concessa loro la possibilità di prender decisioni piuttosto discutibili (son tantissimi i morti ammazzati dalla polizia senza nessun motivo valido…ed è proprio conseguenza di quel nuovo tipo di protocollo d’addestramento )…strani esercitazioni militari che non son mai state fatte come quelle dell’anno scorso in diversi Stati in particolare il Texas chiamate Jade Helm…(i complottisti ci hanno un po ricamato sopra : sta di fatto che massice esercitazioni del genere ..nei centri abitati per prevenire eventuali ipotetiche sommosse non son mai state fatte ) .In Europa c’è un nucleo di polizia europea la Gendfor..con sede a Vicenza ..potenzialmente operativa ma silente e defilata ed è strutturata in modo tale ..che del suo operato non deve render conto a nessuno ne alla magistratura..ne ad altre istituzioni..ed teoricamente ove interviene (se richiesto attraverso il CIMIN il suo organismo di comando ) prevale sulle altre forze di polizia…può operare in tutto il territorio Europeo e all’estero…(addirittura se nelle operazioni fa danni…se non ricordo male non è tenuta a risarcire, può intercettare conservare dati etc etc e i suoi database sono inviolabili..etc etc ) …
          https://it.wikipedia.org/wiki/Forza_di_gendarmeria_europea
          Ho letto come funzionano tempo fa adesso non ricordo bene nei particolari…ma mentre leggevo inorridivo: perchè hanno fatto una polizia con caratteristiche del genere ?? sono i Trattati di Velsen …non ha caratteristiche strutturali da Forze dell’ Ordine di un paese democratico ..ma per nulla (in parlamento hanno votato se non erro ..all’unanimità sia a destra che a sinistra ..)..
          Tutta una serie di cose…mi fa pensare (magari sbaglierò..) che step by step..”tendenzialmente” tentino di spostarsi verso un indirizzo non proprio esattamente democratico. Sarò influenzato da commenti di alcuni esperti analisti…che dicono che sia in USA che in Europa…la tendenza è quella…se si vengono ipoteticamente a creare scenari difficili (es terrorismo dilangante , spontaneo o indotto ., futura forte conflittualità sociale..per crisi economica, per immigrazione problematica, per eventuali eventi negativi futuri etc etc )…a mio avviso…la possibilità concreta che si scivoli in un altro tipo di regime autoritario c’è. D’altronde e da tanto che dicono che bisogna eliminare o modificare le costituzioni (anche negli Stati Uniti ) e che bisogna bypassare le democrazie cosi come le conosciamo ..perchè “non fungono”. Non sono un indovino…non dico che sarà cosi…ma…a volte lo penso.

          Reply

          • foriato

            |

            Tralasciando bizantinismi oziosi sulla distinzione autoritarismo/totalitarismo, insomma, Lei prevede per l’Europa una sorta di dispotismo di mercato padroneggiato dalla Nato (Cimin-Egf-Ecc) con il papa di turno e la guardia piumata nel ruolo di sbirri carini, sbaglio?

          • Paolo

            |

            alla fine del post ho scritto:
            “…Non sono un indovino…non dico che sarà cosi…ma…a volte lo penso…”

            aggiungo: chi è capace di fare cio che è stato fatto a la Grecia…è capace di far tutto. Al netto degli a suo dire bizantinismi oziosi .

            Saluti

          • foriato

            |

            @Paolo, brevemente:

            Bizantinismi oziosi perché entrambi (autoritarismo e totalitarismo) sono fondamentalmente antidemocratici.
            Non mi pare che la situazione di Grecia sia paragonabile a nient’altro, a cominciare dalla sua situazione geografica.
            Del resto, chiedo scusa e rifaccio il mio commento: “…A VOLTE Lei prevede…”.
            Quindi speriamo che le cose accadano nel modo in cui Lei non pensi…

            Salud!

          • Paolo

            |

            lo spero pure io: sono talmente poco ottimista sul futuro in generale..che ho la intima convinzione che l’economia globale imploderà….e che andrà a finire a schifezza: un conflitto generale..(chiamatela terza guerra mondiale se volete ) ..il liberismo della seconda metà dell’ottocento e dei primi del novecento ha creato le premesse geopolitiche per poi arrivare alla crisi del 1929..per poi 10 anni dopo al conflitto . Il neo liberismo ripristinato 35 anni fa..(sostanzialmente hanno ripreso in modo più elaborato la visione economica del primo liberismo da me prima elaborato )…sta ricreando “esattamente” la stessa situazione del 29 al quadrato—>> tranne non aggiustino la situazione (vorrei sapere come ) ..il crollo secondo me ci sarà…dopodiché è inevitabile un conflitto. Non dico nell’immediato futuro…ma nell’arco dei prossimi 15 anni si. Quindi mi auguro che abbia sbagliato tutto. Sono d’accordo. Anche in Europa: l’UE per poi portare agli “impossibili ” Stati Uniti D’Europa…doveva portare stabilità e concordia tra gli stati europei—>> invece stanno piano piano riecreando quei sentimenti di reciproca diffidenza della prima metà del novecento. Dicono che la il progetto UE ha mantenuto la pace per decenni…non è assolutamente vero : la pace dal dopoguerra sino al crollo del muro di Berlino è stata garantita dalla guerra fredda e dal potenziale atomico contrapposto USA /Russia..che ha portato l’Europa subalterna agli Stati Uniti..alla coesione . Crollato il Muro..da Mastrich in poi ..e dall’entrato della moneta unica…piano piano..si stanno ricreando le diffidenze reciproche (è vero esattamente il contrario : l’UE/moneta unica…ha lesionato ..o meglio sta lesionando seriamente quella armonia “forzata” della guerra fredda ) : Inghilterra che si allea con gli Stati Uniti, paesi fascia nord europea in contrapposizione con quelli della fascia sud , diffidenza Francia /Germania…e Germania che ha cavalcato il progetto UE per egemonizzare il continente europeo…e nel contempo tutta l’Europa subalterna e servile nei confronti degli Stati Uniti..che contro i propri interessi..si muove in senso ostile nei confronti della Russia …se continuerà ad evolversi questo scenario…potrebbe andar a finir male (oltre alle sanzioni ..leggo che vogliono escludere la Russia dal circuito monetario internazionale ancora egemonizzato dagli USA…dico io—–>>> facciano facciano…..poi vedremo dove .. porteranno queste sciagurate (e immotivate ) scelte ad imput Statunitense—–>>> non certamente alla stabilità globale….
            la verità a mio parere è un altra : il capitalismo non sta funzionando più …il capitalismo ad imprinting neoliberista con una fortissima componente di iperfinanziarizzazione selvaggia ed assurda accelera la disgregazione …le crisi economiche senza via d’uscita nella storia hanno sempre portato inevitabilmente al conflitto come valvola di sfogo…….

            ho fatto l”ennesimo” poemetto prolisso….

            Non son proprio esattamente comunista …ma il Marx in certe sue analisi non aveva torto…forse aveva sbagliato i tempi….il capitalismo si sta mangiando se stesso.
            L’Ue/moneta unica…si sta rivelando essere un progetto reazionario…se è vero che l’albero si vede dai frutti: e i frutti non son buoni.

          • Paolo

            |

            la visione economica del primo liberismo da me prima elaborato )(paolo )

            ——
            ——
            correzione: da me prima citato..

          • foriato

            |

            “Il neo liberismo ripristinato 35 anni fa..(sostanzialmente hanno ripreso in modo più elaborato la visione economica del primo liberismo da me prima citato )…sta ricreando “esattamente” la stessa situazione del 29 al quadrato”
            ____________________
            Ma stavolta (e sono trascorsi dieci anni) non si è visto nessun banchiere buttarsi dalla finestra, almeno finora… Sia paziente!

          • Aldo S. Giannuli

            Aldo S. Giannuli

            |

            ma soprattutto aprima lo finestre

          • Paolo

            |

            E poi perché dovrebbero suicidarsi ?..si è visto qualcuno pagare per la Leheman…in America ? o nel piccolo la nostra MPS ? ..
            In America con la Leheman …non solo non ha pagato nessuno..ma stato rispolverato l’odiato (da loro ) Keynes è usato al contrario: ripianato tutto con soldi dello stato. Si son suicidati si…i poveracci in tutto il mondo . La Mps…che ha fatto Monti? preso i soldi dell’Imu e messi in Mps a contenere il buco.

            Sto cercando di immaginare il sistema bancario come era precedentemente (netta separazione tra banche speculative e banche pubbliche ) ..e tutta quella montagna di soldi impiegati nell’economia reale….(a quest’orecchio non ci sentono . ). Per i liberali, liberisti, neoliberisti…non ho mai capito la distinzione a dire il vero…Keynes è economia drogata se usato nell’economia reale (per il popolino )…e non lo è se usato per salvare le banche rovinate dai “quelli là ” le elite tecnocratiche.

            Eppure le banche sono imprese come le altre dell’economia reale. E dovrebbero valere gli stessi criteri. Si sono inventati prima il Bail out (far pagare lo stato per le criticità bancarie provocate da loro )…e poi il Bail in (far pagare i clienti delle banche sempre per i medesimi danni commessi da loro ) …

            e per forza : cosi non se ne suiciderà mai uno.

            La gente non si ribella: arriverà un giorno….ed allora inizierà la vera e propria repressione…(perché è prevista la ribellione ). Non so quando arriverà ma con questo trend arrivera.

            Salvo non si cambi direzione …nel senso di mettere un correttivo a questo sistema che è una corsa allo sfracello (anche per loro ) : il fare i soldi coi soldi…bruciando l’economia reale alla fine porta ad un tonfo pauroso : allora inizieranno i dolori

  • andrea z.

    |

    In questi giorni tutte le televisioni, le radio, i giornali, i siti web parlano di un attentato dell’ISIS e l’impressione che noi tutti abbiamo è che i media siano arrivati a questa conclusione attingendo da molte fonti.
    Invece, l’unica fonte che da anni attribuisce la paternità dei vari attentati, che distrubuisce a tutti i mezzi di informazione le dichiarazioni dei terroristi e i loro video è l’agenzia di notizie SITE di Rita Katz.
    E’ la sola ad essere accreditata come attendibile dall’ANSA e dal governo USA.
    Ma chi è Rita Katz? Stando all’articolo riportato dal Fatto nel 2015, sarebbe una fanatica sostenitrice dello Stato di Israele:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/16/isis-il-monopolio-di-site-sui-video-del-terrore/1429142/

    E come fa questo curioso personaggio a dare al mondo tutte le sue favolose notizie?
    Da quello che afferma, sarebbe la sola a possedere i codici crittografati che le permetterebbero di entrare nei siti dei terroristi:

    http://www.altreinfo.org/terrorismo/8289/attentato-londra-rita-katz-site-dice-che-ha-rivendicato-isis-lei-lo-ha-letto-su-amaq-i-jihadisti-festeggiano-e-il-mondo-si-indigna/

    Ricapitolando, tutti i media mondiali hanno una sola fonte di informazioni sul terrorismo, gestito da una persona assolutamente di parte, che non viene messa in discussione da nessuno e che non fornisce notizie precise sul modo in cui si procura i dati di cui è in possesso.
    Ma non è che siamo tutti vittime di una truffa colossale?

    Reply

    • Paolo

      |

      Ma non è che siamo tutti vittime di una truffa colossale?(Andrea..)
      ——
      —–
      SIAMO VITTIME DI UNA TRUFFA COLOSSALE. (e per certi versi lo son pure gli islamici…usati a dovere.) .
      https://en.wikipedia.org/wiki/Rita_Katz
      strano personaggio: nata a Bassora in Irak , figlia di una famiglia di ebri irakeni benestanti , studi all’università di Tel Aviv, trasferitasi in Israele…prestò servizio militare nelle Forze di Difesa Israeliane…dopo infiltrata camuffata da donna islamica (indossava anche il burka ) in diversi gruppi islamici (manifestava anche a favore dei palestinesi )..il padre fu arrestato da Saddam Hussein come spia per Israele..etc etc
      Praticamente è lei che mette in rete i principali video (fatti tecnicamente benissimo ) delle malefatte dei islamici estremisti.
      Ormai lo sanno tutti…e conosciuta in tutto il mondo
      Una cosa però c’è da dire: è bruciata…se dovessimo considerarla come una che si presta per conto di certi servizi segreti a produrre un certo materiale. Lo sanno tutti—->> perché continua a farlo ???

      Reply

      • Paolo

        |

        voglio dire: produrre video come i suoi in perfetto anonimato è facilissimo …perché invece si continua puntualmente a firmare? sapendo che tutti sanno che è israeliana .

        Reply

  • Paolo

    |

    ma non credo che avranno comunque certe caratteristiche ideologiche assimilabili a certi periodi storici del futuro (magari qualche analogia ) (Paolo )
    —–
    —–
    correzione: PASSATO
    “………..non credo che avranno comunque certe caratteristiche ideologiche assimilabili a certi periodi storici del PASSATO (magari qualche analogia )….”

    Reply

    • Paolo

      |

      a proposito sempre di Paul Robert Graigs…liquidato spesso stupidamente come “complottista ” (ma come si può liquidare un uomo con il curriculum studi e professionale come quello del Graigs…dandogli del complottista ? (per liquidare i suoi argomenti )…
      oltre al curriculum da me precedentemente menzionato (che basta e avanza )…ho dimenticato di dire che è stato anche
      membro di un comitato di controllo sulla CIA, (è stato docente anche in un centro di studi strategici ) istituito allo scopo di verificare le informazioni fornite dai servizi segreti Usa sul prosieguo della Guerra Fredda con l’Unione Sovietica.
      Anche lui per riallacciarsi al tema dell’articolo è tra quelli che dice (e penso che ne abbia la competenza …) che sostanzialmente sono attentati si compiuti da persone islamiche, solitamente si prendono delle persone emarginate, leggermente psicolabili, e le si inducono (inconsapevolmente da chi viene veramente l’imput..cioè i servizi segreti ) , a fare questo genere di attentati.

      Mi domando come si faccia a liquidare una personalità del genere come “complottista” .

      Reply

  • Emiliano

    |

    Magari la vera notizia è che grazie al tamburo battente dei media su questa brutta vicenda, nessuno noterà l’attivazione del protocollo di uscita della GB dall’Unione Europea alla fine del mese.

    Reply

  • Paolo

    |

    Perché in parallelo al terrorismo islamico in Europa…non parlare di un altro terrorismo con ben altri morti innocenti e stragi assurde ? Detto e premesso che non mi toglie nulla dalla testa che i “due terrorismi” abbiano la stessa fonte.

    In questi giorni siamo inondati dai commenti sui fatti di Londra …e si chiude (come al solito ) un occhio su un altro terrorismo (qualsiasi ne sia la motivazione )…quello occidentale in medio oriente. Da quelle forze che dicono di voler esportare “la democrazia “…poi le vere ragioni egemoniche è inutile menzionarle perché , tranne chi non vuol vedere, le hanno capite tutti.

    Sono fonti certe perché il commando americano ha confermato tutto. E’ stata bombardata Mosul con circa 230 morti più o meno civili: vecchi , donne e bambini…
    Trump sta continuando il lavoretto delle precedenti amministrazioni ? pare di si….
    La verità è un altra: lo Stato canaglia per eccellenza cioè gli Stati Uniti d’America..è strutturato in modo tale..che non può non far continue guerre…per diverse ragioni. Oggi è una potenza con “tendenza” sempre più evidente al declino…sta perdendo quello status di unipolarità…non accetta la prospettiva di una sempre più limitata egemonia mondiale…è una potenza “malata” e ferita …ma superarmata sino ai denti e decisissima a non accettare il suo ridimensionamento : oggi più che mai pericolosissima. Reagan aveva definito il blocco sovietico : l’impero del male…oggi senza ombra di dubbio..l’impero del male è incarnato dagli Stati Uniti ..
    C’è poco da fare : un Presidente che non vuol conflitti…è incompatibile con la struttura di fondo del sistema /motore americano…per sua natura ha bisogno delle guerre continue di vario tipo…come se fosse un fattore naturale del suo funzionamento meccanico: togliere agli Stati Uniti la possibilità di far guerre è come togliere l’olio ad un motore di auto: il motore non funziona più. Questa è la realtà …(guerre, rivoluzioni strane, attentati terroristici di vario genere, etc etc gira che ti rigira alla fine vai a scoprire che son sempre loro a determinali…o frange del loro establishment ..)
    video su Mosul
    https://www.youtube.com/watch?v=qI_4x-W1gjk

    E’ stata demonizzata la Russia…però io noto che la Russia ha solo 3 basi militari all’estero…e gli Stati Uniti circa 1000…la Russia è intervenuta in Ukraina (secondo me a ragione ) …ed in Siria (chiamata dall’amministrazione Siriana: cioè intervento legittimo )..entrambi zone adiacenti al confine russo….dove interviene altrove ? da nessuna parte …dove intervengono puntualmente gli Stati Uniti da sempre?: OVUNQUE nel pianeta. Bisogna abbattere il falso mito dell’America patria della vera libertà e della vera democrazia: UNA BUGIA OSCIENA.

    Anche Trump la sta facendo “fuori dal vasino” ? pare di si………….niente di nuovo sotto al sole.
    Voglio vedere come commenterà nei prossimi giorni l’amministrazione americana questo intervento….

    Bye Bye

    Reply

    • Paolo

      |

      secondo me il quadretto descritto dall’articolo è più o meno veritiero. Al netto del furbetto (e opportunista ) massoncello Gioele Magaldi.

      Reply

    • Paolo

      |

      interessante poi…quella proposta di un Think Tank…formato da cervelli di tutto il mondo…che elabori visioni e analisi differenti da quelle che ci “propinano” a senso unico…che sia autorevole e di livello. Gli scenari che ci intavolano attraverso i mass media hanno un unica origine…e sono taroccati e pilotati ..per farci ingurgitare la “loro verità “..che quasi sempre è una sonora balla. Il problema è : come creare questo Think Tank..e come renderlo indipendente o poco influenzabile dai poteri forti…altrimenti si rischia un altra fonte di analisi parallela e similare alla prima: una Fabrica di balle in stereofonia.

      Reply

  • Gaz

    |

    ACME NEWS
    Secondo le ultime rivelazioni di Julian Assange, anche Scotland Yard è nella lista dei fruitori dei pacchi della ACME CORPORATION.

    Reply

  • andrea z.

    |

    Per quanto riguarda l’importanza della controinformazione per smascherare le trame dell’elite globalista e del suo personale di servizio all’interno dei media mainstream, ecco un articolo interessante sull’oppositore di Putin, arrestato durante una manifestazione ed elevato a martire della democrazia dai governanti e dai giornalisti occidentali:

    “….l’organizzatore della protesta moscovita, Aleksej Navalny non è solo un proteiforme quanto inconsistente oppositore di Putin, è nei fatti un agente occidentale. Questo “agitatore politico – finanziario” misteriosa e ambigua definizione data da Time è venuto fuori praticamente dal nulla nel 2005, appena tornato, guarda i casi della vita, dall’Università di Yale, organizzando una sorta di campagna anti corruzione per la quale non ha nessun titolo visto che nel 2013 è stato arrestato per appropriazione indebita di mezzo milione di dollari finendo ai domiciliari, cosa davvero insolita in Russia, mentre l’anno dopo ha subito una condanna per truffa e riciclaggio.”

    https://ilsimplicissimus2.com/author/ilsimplicissimus2/

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!