Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (4)

  • Avatar

    Oreste

    |

    Purtroppo funziona molto male e gli esempi citati sono particolarmente duri da digerire, in particolare il caso del movimento No Tav, che un amico sta vivendo, per fortuna ora ai domiciliari. Sembra eclatante notare come Ferrero si ponga acriticamente. Sembra eclatante notare l’assenza si una presa di posizione decisa…ma che fare, io i partiti mi rifiuto di digerirli, e ciò si aggiunge alla lista. Maurice Brinton metteva in luce nel 1968 come il “socialista tradizionale” vedesse la riscossa del popolo nella fattore economico e non in altre aree di dignità umana…sembra non esserci progresso

    Reply

  • Avatar

    franz

    |

    L’impressione che ne ho ricavato è che la Procura di Torino (e in primis il molto contestato Procuratore Caselli) stia adottando la linea giudiziaria e gli strumenti giudiziari usati a suo tempo per combattere il terrorismo.
    Gli anni di piombo furono quelli che videro il fiorire delle accuse e delle condanne per reati associativi, perché bisognava ‘togliere l’acqua in cui notano i pesci’, stroncare duramente le protezioni diffuse di cui godevano i terroristi (che a Torino in particolare utilizzarono un livello di violenza inenarrabile).
    Chi e per quali motivi ha deciso di usare questo armamentario giudiziario contro una protesta sociale che non ha provocato morti? Perché si è deciso di rischiare di provocare una escalation del livello della lotta? A proposito di escalation, ricordiamo che l’occupazione – illegale – dell’autostrada da parte dei notav è il seguito dell’occupazione da parte della polizia – illegale perché senza provvedimenti di esproprio – di altri terreni in Val Clarea.
    Sul versante politico dovremmo fare queste domande a coloro che più sostengono quest’opera: il PD, prigioniero della madre dei conflitti di interesse del centrosinistra (l’appalto più ricco è affidato alla CMC di Ravenna, nota coop ‘rossa’).Credo che tutto questo dispiegamento di repressione contenga il messaggio che il ruolo dei partiti (cordate istituzionali rapaci di risorse pubbliche) non si tocca.
    Difficile dimostrare che il Procuratore Caselli sia collegato a tutto questo, ma nei fatti rischia di risultarlo. Rischia di sostenere nei fatti una sola parte, quella più forte e prepotente.

    Reply

  • Avatar

    menici60d15

    |

    Sul Procuratore Caselli e i NOTAV segnalo il post:

    http://menici60d15.wordpress.com/2012/02/23/giancarlo-caselli-e-i-no-tav-il-negativo-e-il-proibito/

    Credo che la magistratura condivida col Ministero degli interni una inclinazione che per comodità potremmo chiamare “ghibellina”:

    “L’Impero e i Baroni” in http://menici60d15.wordpress.com/2012/03/15/la-ue-come-mostro-adescatore-proibizione-agli-stati-nazionali-di-presentare-argomenti-scientifici/

    Le forze progressiste, oltre a combattere i soprusi dei “baroni” (a la Berlusconi), dovrebbero per lo meno riconoscere l’esistenza entro le istituzioni dello Stato di una corruzione “ghibellina” (a la Monti), che combatte la corruzione delle mazzette e dei magheggi, ma nell’ambito di un appoggio alla guerra che l’impero sta facendo ai baroni per soppiantarli come attore principale nello sfruttamento della nazione. Purtroppo la sinistra nostrana è la prima a correre in soccorso dell’“Impero”; e questo può contribuire a spiegare perché Ferrero esprima così tanta fiducia nella magistratura.

    Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    tutto giustissimo, un pezzo da tatuare sul petto di caselli in modo che possa leggere ogni giorno cosa significa essere un magistrato e ripassare cose che evidentemente si è scordato.
    la polarizzazione brlusconi-giudici non è stata catastrofica solo per il fatto che abbia vinto berlusconi, ma anche per il fatto che ha portato all’appoggio aprioreistico nei confronti della magistratura italiana, che in confronto alle magistrature dei paesi seri è un vergongna, piena di nepotismo, massoneria e comportamenti anticostituzionali, incapace di produrre giustizia per motivi endemici e per evidente sete di denaro da parte dei magistrati.
    e la stupida opposizione binaria tra il cattivo berlusconi e i buoni magistrati non ha fatto altro che allontanarci dalle soluzioni, dato che se non ci si chiede per prima cosa cosa debba essere cambiato nella magistatura italiana saremo sempre in alto mare

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!