Aldo Giannuli

Giuseppe Gagliano

Nel 2011 ha fondato il Network internazionale Cestudec (Centro studi strategici Carlo de Cristoforis) con sede a Como, con la finalità di studiare in una ottica realistica le dinamiche conflittuali delle relazioni internazionali ponendo l'enfasi sulla dimensione della intelligence e della geopolitica alla luce delle riflessioni di Christian Harbulot fondatore e direttore della Scuola di guerra economica (Ege). Gagliano ha pubblicato quattro saggi in francese sulla guerra economica e dieci saggi in italiano sulla geopolitica.

Commenti (2)

  • Gaz

    |

    L’articolo, nella sua brevità, sollecita una necessità “quasi tecnica” improcrastinabile.
    Premesso che non sono un esperto di servizi e che sono in casa di uno dei massimi studiosi del settore, le mie osservazioni sono tutte politiche.
    Lasciando da parte la salacità della battuta che mi ispira il parterre della foto, mi chiedo se l’autore abbia mai guidato un’Alfa Romeo ante 164 e vissuto nella società che vi ruotava intorno. Secondo me no, perchè non fa cenno alla nostra storia. Negli anni sessanta e settanta le imprese di costruzioni italiane hanno realizzato le opere più imponenti di mezzo mondo. Ora non più. Ma abbiamo perso anche l’elettronica di consumo, il nucleare civile, l’aerospaziale, la chimica fine, l’informatica, l’automotive e interi settori della meccanica. L’elenco potrebbe continuare. Siamo noi italiani che non sappiamo fare investimenti e innovazione, oppure abbiamo subito più guerre economiche silenziose?
    Ricorda i socialisti in Africa? Quali risultati hanno portato a casa ?
    Rimembra Mattei e Moro ? E i mal di pancia degli imperial/colonialisti ? Ha letto l’ultima relazione finale della Commissione Moro?
    Dopo che il Muro è caduto, Yalta vale ancora per l’Italia? Stati Uniti, Gran Bretagna e quella specie di delinquenti, assassini, criminali e stupratori che non nomino, sono ancora i nostri vincitori? Siamo tutt’ora per lo Statuto Onu una nazione a sovranità limitata, da tenre a bada, perchè sconfitta nella IIWW? E che dire dei casi di doppia lealtà? Ci sono ancora?
    Un cenno alla guerra libica lo vogliamo spendere? Recentemente l’on. Crosetto, sottosegretario alla Difesa nel Goveno Berlusconi, ha rivelato che i francesi iniziarono a bombardare, mentre tenevano all’oscuro la delegazione governativa italiana a Parigi, che stava trattando. E che dire dei soldati italiani bloccati in una base nigeriana, perchè Macron non li vuole tra i piedi? E il caso Regeni? Vogliamo ricordare la sciagurata politica della Clinton in M. O. e nel Mediterraneo?
    Di alleati finti ne abbiamo fin troppi, per aver bisogno di nemici.
    Abbiamo allora un ceto politico in grado di far valere l’interesse dell’Italia e non di accodarsi ai bombardamenti dei nostri stessi interessi come fecero Berlusconi/Napolitano? Quali politici hanno mai detto ai nostri alleati falsi che la pacchia in Italia per voi è finita? Junker ha messo k.o. il governo del cambiamento, che pure avrebbe avuto tutte le carte per sfidarlo e batterlo. Manzonianamente si sa che chi non ha il coraggio non può darselo. Macron e Merkel hanno problemi di cui sono essi stessi la causa e non altri dall’estero.
    I nuovi Arcani Imperi posso diventare strumenti per essere servi dei servi più idioti, più utili, più schiocchi ?
    La sfiducia non è rivolta verso chi lavora nel silenzio, ma verso un ceto politico, al più mediocre.
    Per quanto i servizi possano acquistare importanza e acquisire nuove aree di intervento, il ruolo guida della politica -pur ridimensionato- non viene meno.

    Reply

  • Gaz

    |

    O.T.
    Coincidenze, coincidenze, coincidenze !
    I primi tre premi della super lotteria vinti in Campania.
    Quando si dice Campania Felix !
    Arabia Felix .. forse meno.
    Resta Felix the Cat per tutti gli altri.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!