Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (13)

  • Avatar

    Gaz

    |

    … ancor prima l’avanzamento in magistratura avveniva per concorso e non automaticamente per anzianità.
    Qualche inconveniente c’era … ma nel sistema dei gradi gli errori erano infine corretti.
    Restando in Italia, ci sono altri organi di autogoverno, se proprio ci si vuole muovere in questo modello. A parte il piccolo Consiglio Magistratura Militare, ci sono il Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti, Il Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa e quello della Giustizia Tributaria.
    Ognuno di essi ha le sue particolarità.

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Come uscirne?
    I tre video sulle palamarate sono andati su youtube. Il numero delle visualizzazioni è andato decrescendo. Fin ora c’è stato un solo commento.
    Ormai, su questo blog Gas e Gaz potrebbero farsi le video chiamate, o citofonarsi.
    Eppure, guardando in retrospettiva di temi interessanti e notizie in anteprima ce ne sono. Dovrebbe essere invece un blog preso d’assalto dai contatti.
    Su alcuni argomenti volutamente ho taciuto, ma ci sono stati zero commenti. Mi ero illuso di essere io ad uccidere la discussione.
    Eppure non è stato sempre così in questo blog.
    Il pubblico ha sempre ragione. Se ora preferisce altro, una qualche ragione ci sarà.
    Il Professore produce dei pezzi interessanti, di elevata qualità. Io non faccio testo.
    Qualcosa non quadra.
    Nel rincorrersi delle tematiche di attualità, forse le notizie e i commenti si bruciano, per voltare subito pagina.
    Guardandosi in giro si trovano diverse assonanze ripetute … ma non trovo il tema del lavoro e dell’impresa, per me centrali e fondamentali. Per il vetero corporativismo del Padrone il lavoro, ancor più se liberamente organizzato, è una bestemmia.
    Prove non ce ne sono, al di la di qualche parola indiziante che proprio non può essere cambiata, ma di cui nessuno può avere la privativa. Così nessuno può avere il brevetto delle tematiche.
    Quando ero studente dal frigorifero nottetempo spariva del cibo. La ragazza quasi anoressica non mangiava. Lo studente che aveva interessi altri di notte … decisamente no. L’infermiere svolgeva turni anche notturni. La studentessa tutta 30 e lode godeva di una sorta di buoni pasto. La padrona di casa viveva a 150 chilometri.
    L’affamato furbetto era uno studente che, in anni precedenti, dal nostro interno era migrato a quello di fronte, sull’altra lato del pianerottolo. Di notte aveva crisi da appetito …

    Reply

  • Avatar

    Allora ditelo

    |

    Dichiarare l’intenzione di migliorare non solo non garantisce necessariamente un risultato migliore ma crea nuove incognite e potenziali pericoli. 

    Mi si perdoni l’ingenuità di credere che il male minore sia lasciare che il livello complessivo di ogni “potere”  dipenda dalle caratteristiche complessive delle sue componenti e che la “separazione dei poteri” serva ad ostacolare subalternità che agevolerebbero la costituzione di “gruppi con poteri trasversali”.  

    Tra il corporativismo di qualsiasi categoria ed i tribunali mediatici il giusto mezzo non sembra essere certo un tribunale eletto dal popolo informato dai media sul cui corporativismo veglia il rispettivo ordine professionale.

    PS: Se il quarto potere vigila su se stesso e su tutti gli altri con risultati che ciascuno può giudicare è in ogni caso è certamente preferibile che a valutare tecnicamente l’operato di un professionista sia il rispettivo ordine professionale invece che una giuria di non esperti estratta a sorte. 

    Reply

  • Avatar

    mirko g. s.

    |

    Ma rendere i magistrati dei funzionari a tempo determinato, 5 anni di lavoro e poi si trovano un altro lavoro?

    Reply

    • Avatar

      Gaz

      |

      Qualcosa del genere c’è per la magistratura onoraria, ma andiamo ad aprire un mondo.
      Di fatto i nn. tt. restano in carica molto più di 10 anni.
      Gli Stati Uniti sarebbero stato il primo Paese per sviluppo, anche se fossero stati retti da norme dell’Unione Sovietica. Non è solo un problema di norme.
      Qualcosa no va.

      Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Le Palamarate ultime pubblicate da una parte della stampa sono dei piatti da rimandare in cucina.
    Non che quelli già serviti avessero il tocco dell chef!
    La vicenda mostra la debolezza della politica di fronte alle correnti della magistratura e alla stampa sensazionalistica.
    L’ordine dei giornalisti tutela i lettori o i giornalisti?
    La magistratura organizzata (verrebbe da dire lottizzata, ma absit iniura verbis) tutela bene i sottoposti alla giurisdizione o piuttosto i magistrati?
    La politica sceglie e amministra bene?
    Il modello di autogoverno della magistratura che in Italia ha visto gli albori ai primi del novecento è degenerato.
    Provocatoriamente, perchè non inserire in Costituzione la rappresentanza elettiva dell’ordine dei medici al posto dell’ordine dei magistrati? E gli ingegneri e i pasticcieri sono sono da meno?
    C’è una differenza fondamentale tra i soggetti di questo certame. Il politico X deve sottostare al vaglio periodico del voto popolare. Il magistrato (quasi sempre un pubblico ministero) Y è corazzato dal CSM.
    Ancora una volta siamo alla casella di partenza: la debolezza della Politica.
    Si è poi voluta mettere come custode la magistratura organizzata, quasi fosse la vestale del potere.
    Pone seram, cohibe, sed quis custodiet ipsos custodes? Cauta est et ab illis incipit uxor.
    Manco a farla apposta, cherchez la femme.
    C’è abbondante materiale per una commedia all’italiana.
    Forse è arrivato il tempo di “disorganizzare”, “deordinare” e “decostituzionalizzare” una struttura di potere anarchicamente degenerata.

    Reply

    • Avatar

      Allora ditelo

      |

      Il modello di autogoverno c’è anche per la politica la quale decide dell’autorizzazione a procedere.

      Il “vaglio” del politico X è subordinato alle informazioni di cui l’elettore dispone e queste sono il risultato di una selezione arbitraria di ciò che ogni “corrente giornalistica” ritiene di pubblico interesse.

      Chi propone che con un metodo organizzativo possa cambiare la natura delle persone prende in giro sé stesso e gli altri. La natura della maggioranza persone che compongono un gruppo ne determina l’orientamento complessivo.

      Una estesa campagna giornalistica sui mali del clientelismo ha anticipato le mirabolanti riforme che hanno posto i segretari di partito quali garanti (coadiuvati da comitati etici ove previsti) della natura dei candidati: Il risultato della rinuncia alle liste aperte è sotto gli occhi di tutti.

      Un’estesa campagna giornalistica sui mali dell’ingovernabilità e della frammentazione ha anticipato riforme con lo scopo di sterilizzare il pluralismo politico penalizzando i partiti piccoli o emergenti. Il risultato piace a molti che sceglieranno tra Lega, FdI, M5S e PD: il resto degli astenuti e i votanti di minoranze hanno il ruolo che gli compete (guardare).

      Non ho mai letto i risultati dell’inchiesta Leveson in Inghilterra a parte una singola illustrazione che schematizzava favori e reciprocità tra politica giornalismo e polizia (cfr “Leveson love triangle”). Non c’è notizia di qualcosa di tale portata in Italia.

      Che molti politici cambino come le mutande non implica che la politica sia debole ma che il sistema così come è stato “indirizzato” prevede pochi direttori d’orchestra e molti pianisti che seguono uno spartito già scritto (talvolta da mecenati amanti delle arti.

      Non interessa che i parlamentari decidano indipendentemente ma che seguano le indicazioni del partito altrimenti vengono fatti diventare trasformisti (cioé espulsi)
      E i giornalisti ce lo hanno spiegato, con esempi scelti con cura, che il trasformismo vada sterilizzato: pacta sunt servanda!

      Eliminato il finanziamento pubblico i diversi gruppi di interesse scelgono tramite finanziamenti quali concerti vogliono ascoltare. Gli elettori hanno accesso gratuito a questi concerti di beneficenza e se si accontentano si godono lo spettacolo allestito per loro (ma possono anche astenersi in massa e nessuno noterebbe la differenza)

      Hanno già pubblicato qualche articolo sui mali del sistema dei partiti? Caveat emptor! Cosa si inventeranno la prossima volta per “migliorarli”?

      PS: Prima delle prossime elezioni avrei una certa curiosità a conoscere l’eventuale progetto di legge di riforma del CSM da parte dei partiti che probabilmente formeranno la maggioranza della prossima legislatura.

      Perché le campagne elettorali sono facilmente fraintendibili persino dagli elettori magari abbagliati da qualche collanina di vetro. Gli effetti di riforme sono difficili da prevedere anche con articolati dettagliati: figuriamoci quando sono sommariamente descritte.

      Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Si possono esportare i Palarama boys?
    Perché non distribuirli tra Germania, Francia, Svezia, Olanda e Austria?
    I consorzi alimentari potrebbero fornire al più cooperanti da mandare in Africa ?
    Nel tribunale di Bozombo si è liberato il posto di presidente. Chi sarà l’amico fortunato?
    Fare P. almeno beato, se non santo!

    Reply

  • Avatar

    Gaz & Gas

    |

    “Abolire la polizia in una società civile non si può. Occorre un Corpo che vigili sul rispetto delle leggi. Eh, ma quando questo Corpo diventa esso stesso un’associazione a delinquere che produce delitti, non si può far altro che scioglierlo. E’ arrivato il momento di sciogliere la polizia in tutti gli stati in cui ci sono stati episodi del genere e ricostruirla con altri elementi. Quelli attuali siano licenziati, senza troppi complimenti. La polizia deve essere quanto meno epurata dei suoi soggetti più impresentabili e questo è forse l’unico rimedio che può fermare un’ondata, che sta già superando i livelli di tutte le precedenti e che potrebbe sboccare in uno scontro molto più violento …” (Aldo Giannuli)

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    Palamara è stato espulso dall’Amn, di cui è stato presidente.
    “Non farò il capro espiatorio di un sistema.”
    Accipicchia!
    Vuoi vedere che il sintagma “festival canoro” è diventato una minaccia?

    Reply

  • Avatar

    Gaz

    |

    C’è molta difficoltà nel cuocere la palamarata da parte delle Istituzioni.
    Ha ragione nel dire il Prof. Giannuli nel dire che il caso P. supera quello della P2.
    Allorchè P. è stato espulso dall’ANM, di cui è stato presidente, si è adirato e ha ricordato agli amichi chi loro sono.
    Attenzione, non sto saltando di palo in frasca.
    Andiamo sui ‘piani alti della politica. Il periodo che precede l’elezione del presidente Usa è in genere in Italia un periodo di stasi. Il Governo Conte può ritenersi al sicuro nel continuare ad esportare copiosamente in Oriente milioni di tonnellate di arance siciliane.
    Molto dipenderà da come si evolvono i rapporti caldi USA – Cina. Col possibile scontro frontale, molto potrebbe cambiare. Alcune Istituzioni, come la UE filo cinese, potrebbero crollare, e con essa chi le ha sorrette. Architrave portante in Italia della prevalenza del diritto, e della sostanza, comunitaria (a comando franco-tedesco) è stata, ed è, la magistratura, alla quale potrebbe essere presentato il conto. Allora il ciclone P. potrà sembrare solo una tempesta.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!