Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (5)

  • Avatar

    Paolo Federico

    |

    Gli Agnelli e la Fiat hanno sempre avuto l’Italia e gli italiani dietro e questo li ha fatti grandi. Gli italiani hanno sempre sentito la Fiat come qualcosa di proprio e l’hanno sempre volentieri aiutata nei momenti di difficoltà. Andrò sicuramente contro corrente e quasi certamente sbaglierò, ma credo che se lo sbarco in America dovesse significare il ridimensionamento o l’abbandono dell’Italia, beh gli italiani non gliela perdoneranno e sarà l’inizio della fine per Fiat.

    Reply

  • Avatar

    Germano Germani

    |

    La cricca degli Elkan-Marchionne, è la personificazione dell’alta finanza plutocratica internazionale, nemica storica dei popoli, compreso quello italiano. La famiglia Agnelli, nel bene e nel male, faceva gli interessi della fabbrica automobilistica torinese, quindi degli operai. I cosmopoliti Elkan, imparentati con la famiglia parigina dei Rothschild, noti speculatori e banchieri mondiali, rappresenta la fine dell’industria automobilistica italiana.Un industria che godeva di un prestigio internazionale, tanto da far esclamare ad Henry Ford, che di fronte ad una Alfa Romeo, si toglieva il capello.Gli operai rimpiangerano il Senatore Agnelli, il suo stile aristocratico, la sua illuminata lungimiranza (per fare una politica di destra ci vuole un governo di sinistra…) d’ora in poi avranno a che fare i conti con un solenne cafone in maglioncino, ma soprattutto con la speculazione finanziaria internazionale. Non più il “padrone” torinese,che ha combattuto coraggiosamente, nel secondo conflitto mondiale in Russia, ora conosceremo l’altra guerra quella economica e speculativa dell’alta finanza cosmopolita, meno cruenta apparentemente, ma letale allo stesso modo per noi tutti.

    Reply

  • Avatar

    Riccardo

    |

    La seconda…

    Reply

  • Avatar

    Riccardo

    |

    “In capannoni fantasma mimetizzati in giro per l’Italia, squadre di uomini nostri stanno preparando i nuovi modelli Alfa Romeo che annunceremo ad aprile e cambieranno l’immagine del marchio, riportandolo all’eccellenza assoluta”

    (Ezio Mauro intervista Sergio Marchionne – 10/01/2014)

    E’ aperta la caccia all’Area 51 della Fiat, scusate… Chrysler Italia, su tutto il territorio nazionale: chi dovesse avere notizie delle avveniristiche apparecchiature e dei loro misteriosi inventori ne diffondesse notizia a tutti i più liberi e qualificati organi di stampa.

    E andiamo…

    Reply

  • Avatar

    Davide Chiuchiù

    |

    Ho un brutto presentimento: all’improvviso vedo partire miliardi dello Stato italiano, ovvero del popolo italiano, a coprire i buchi della Fiat indebitatasi più dell’immaginabile e mettendo gli operai italiani come ostaggio per esigere un finanziamento extra, il tutto condito dall’approvazione sottobanco dei sindacati italiani…. sono troppo pessimista?
    Inoltre; un po’ di tempo fa ho guardato una puntata del David Letterman’s show in cui si faceva una battuta sulla Chrysler, tra l’altro non tradotta dai sottotitoli, considerata in America come la Fiat in Europa, ovvero macchine di scarsa qualità.
    Per non parlare della nomea della Fiat stessa in America. La vedo molto dura……. ciao a tutti.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!