Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (5)

  • Avatar

    Andrea Digiesi

    |

    Bello. Grazie Aldo. Mai conosciuti personalmente, ma gli artisti e chi si prodiga per gli altri non han bisogno di questo per farsi amare. A me colpisce, una volta di più, la grande umanità di Dario Fo; anche in questa circostanza non ha smesso di sorridere alle persone accorte alla camera ardente, e persino il suo commento, addolorato (“tante come lei? me ne basterebbe solo un’altra così”) è bello perché è straordinariamente sincero e non retorico.
    Andrea

    Reply

  • Avatar

    rosario

    |

    Bellissima testimonianza. Ricordo di aver visto “Il Fanfani rapito” alla palazzina Liberty, avevo 20 anni e mi colpì molto una coppia di persone adulte molto borghesi che assistevano un po’fuori posto alla spettacolo. Mi è sempre rimasto nella testa la Milano di allora, ricca di fermenti culturali, che riusciva a coinvolgere persone di tutte le categorie sociali, una città che avrebbe potuto diventare davvero la capitale della cultura, invece di essere il negozio della moda internazionale che è diventata adesso.

    Reply

  • Avatar

    Wilda C. England

    |

    “Picasso desnudo” racconterà anche di questa genialità prolifica di Picasso che in 90 anni di vita si è inventato come artista e come uomo numerose volte. “Picasso aveva un amore straordinario per la pittura italiana e anche per il nostro teatro. – sottolinea Fo – Era un appassionato delle maschere del Teatro all’Italiana, tanto che ha riprodotto più volte nei suoi dipinti i personaggi della Commedia dell’Arte a cominciare da Arlecchino che ha riprodotto in tutte le forme, e nelle situazioni più disparate. Poi c’è la passione di Picasso per Raffaello, gli amori del Maestro di Urbino con la sua Fornarina, che lui porta verso un erotismo esasperato. Picasso ha realizzato centinaia fra quadri e incisioni sul tema del sesso, dell’amore con gusto ironico e grottesco quasi da pochade (genere di commedia, nata a Parigi nel XIX secolo, strutturata su canovacci di vicende amorose, intrighi e colpi ad effetto, NdB)”. In fondo il lavoro che Fo e Rame fanno in queste loro lezioni d’arte consiste proprio nell’aprire nuove porte nel racconto e nel disvelamento degli artisti, come si era già visto in quelle sui grandi del Rinascimento da Leonardo, a Mantegna, a Caravaggio che sono stati tolti dalla leggenda e ritrasportandoli nel loro tempo e nella loro storia. “Picasso, per esempio, è interessante anche dal punto di vista politico – conclude Fo – e non solo per un quadro come Guernica. È stato uno dei pochi personaggi illustri coerenti durante il franchismo: aveva dichiarato che non sarebbe mai tornato in Spagna finché il regime non fosse stato definitivamente deposto. E così ha fatto”.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!