Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (9)

  • Avatar

    MAURIZIO BAROZZI

    |

    Si in linea teorica mi sembra un ragionamento valido.
    Però per altri versi consideriamo due cose:
    1. Oramai, per mille e validi motivi, vota poco più della maggioranza degli aventi diritto. Tra non molto gli astenuti dal voto, compreso il sottoscritto che non ha mai voluto votare per nessuno, saranno la maggioranza
    2. La politica oggi è divenuta una bottega, non ci son più nè aggregazioni ideologiche, nè per stato sociale, ma solo partiti con programmi in fotocopia, costretti a muoversi in un ambito europeo che è un vincolo assoluto. Con il senso della politica oramai scaduto del tutto, si può esser certi che coloro che entrano in politica lo fanno solo per un interesse personale. Il fatto che i partiti si dividono, si scindono e si ricompongono in mille combinazioni, dimostra che dietro ce SOLO l’interesse per il potere. Nessun partito poi è concretamente avverso al sistema di usura bancaria, per cui nessuno presenta programmi e obiettivi di un certo interesse.
    Ergo, a che vale pensare ad un sistema elettorale, il meno dannoso o ingiusto possibile?

    Reply

  • Avatar

    gianfranco d'atri

    |

    caro Aldo,
    Grazie per l analisi – matematica – e che nessuno degli Eletti sappia di cosa parla credo sia da considerarsi normale : penso che qualunque legge elettorale in italia provi alla fine la validità del principio che la Moneta cattiva scaccia quella buona. I
    Ma, nella speranza di cambiare qsa, vorrei che riflettessimo prima ancora che alla “legge elettorale”, meccanismi tecnici per scegliere n persone a svolgere una funzione, sulla funzione delle elezionei.
    La rappresentanza, proporzionale o meno, in cosa consiste? Quale deve essere la funzione: garantire una copia ” media” della popolazione e/o elettori e/o solo votanti in parlamento ( in questo ad esempio 5stelle ha offerto una novità essenziale) o selezionare ungruppo capace di “realizzare ( 1 normativamente e 2 gestionalmente) gli obiettivi “medi” della popolazione che rappresenta.
    Nella attuale situazione, poi, fare i conti fra le sigle partitiche non serve xchè
    abbiamo visto la assoluta non uniformità interna dei gruppi , in particolare al momento dei voti cruciali: la libertà degli eletti , in subordine, va mantenuta o meno.?
    Discutere della legge elettorale, dei suoi tecnicismi, ci allontana da latri temi correlati e, a mio avviso piu impirtanti, ad esempio:
    -Numero eletti : a che servono 300 o 150 con la stessa casacca? E su questo neanche grillo obietta.
    – meccanismi di rilevamento deli risultati ( molto soggetto a brogli)
    – non obbligatorietà del voto e non rappresentatività sociale della base elettorale
    – voto di scambio polico-mafioso

    Per ultimo, pensare che si debba ancora scegliere un Partito ( tale ora e diventato anche il 5 stelle) e non partecipare alla formazione della volontà pubblica, ovvero scegliere un leader ( Berlusconi o Grillo o…) che sappia condurci, pare poco interessante …e cosi la pensa ormai un 40 % degli elettori?

    Reply

  • Avatar

    vitolucio

    |

    Caro Aldo,
    Il doppio turno, tutto sommato, assicura l’elezione dei sindaci in tutte le città oltre i
    15000 abitanti. Quindi funziona bene in Italia ed anche in altre nazioni ( come la Francia ).
    E’ un vecchio cavallo di battaglia del PD che può anche non piacere, ma non capisco in cosa siano migliori le proposte degli altri partiti.
    Vogliamo tornare al proporzionale puro, che in linea teoria è il sistema più equo ? OK, ma poi siamo proprio sicuri che si formerà una maggioranza di governo stabile ?
    Attendo fiducioso proposte che possano garantire che le elezioni servano a qualcosa oltre a far guadagnare qualche soldo agli scrutatori ed a tutto il sottobosco della politica che le attende per poter motivare ( e remunerare )la propria esistenza.
    Fraterni saluti.

    Reply

    • aldogiannuli

      aldogiannuli

      |

      caro Vitolucio come va?
      sul doppio turno sarei molto scettico anche perchè forza ulteriormente la volontà dell’elettore

      Reply

  • Avatar

    Andrea T

    |

    Secondo me Lei sopravvaluta troppo i sondaggi, sottovalutando di molto il potenziale attrattivo del M5S per molti elettori che in prospettiva figurano come astenuti (ricordiamo che alle ultime elezioni il M5S prese il 25% a fronte di un’attesa del 15%!).

    Sulla legge elettorale non la penseremo mai allo stesso modo. Peraltro Lei dimentica di dire che non esiste solo il mattatellum o il napolitanellum (una legge-espediente ad hoc per estromettere il m5s ad ogni costo) ma anche i collegi uninominali a doppio turno. Penso che inseguire il feticcio della rappresentatività proporzionale sia una stupidaggine.

    Lo scenario che ci troviamo davanti è complesso, apparentemente, ma poi forse poi non così tanto… Grossomodo ci sono tre blocchi elettorali e tre centri di aggregazione politica: destra, M5S e centrosinistra (molto centro e poca sinistra).
    Ma è un’illusione ottica.
    Nella realtà il Paese è diviso in due categorie di elettori: quelli che vogliono che le cose rimangano così e quelli che sperano di rovesciare il sistema. I secondi sono maggioranza e sono almeno il doppio dei primi. Il guaio è che contano come una minoranza perché almeno la metà si affida ancora al lupo (cioè alla destra e al PD).

    Non sono un fanatico del M5S ma penso che sia l’unica possibilità concreta di dare, realisticamente in poco tempo, una poderosa spallata al sistema (con un impatto molto forte potenzialmente anche al livello internazionale). Riuscirà a farlo solo se uscirà dalla logica di minoranza del triello e s’imporrà a viso aperto come forza maggioritaria: smascherando sistematicamente il falso bipolarismo di destra e centrosinistra – uniti nella volontà di puntellare il sistema e le libertà economiche di una ristrettissima minoranza transnazionale fondate sulla servitù di tutti gli altri – ; succhiando costantemente voti da entrambi i blocchi e uccidendo uno degli altri tre sfidanti (preferibilmente il PD)

    Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    inizio a trovare fastidioso il termine superporcellum, dato che ogni volta che lo leggo è riferito a una legge elettorale diversa, e la dialettica risultante è che qualsiasi cambiamento della legge elettorale produrrebbe risultati peggiori rispetto al porcellum. e di fatto il termine mi dà ancora più fastidio quando è riferito alproporzionale
    il ritorno al mattarellum è decisamente fuori tempo massimo, ma devo dire che in confronto al doppio turno è grasso che cola: se bisogna fare un sistema elettorale in cui vince il meno impopolare anzichè il più popolare a questo punto preferirei persino il sistema elettorale australiano allo squallido doppio turno alla francese.
    per il resto posso solo sperare che il renzismo di lotta e il lettismo di governo portino ulteriore maretta in casa pd, e magari magari anche una bella spaccatura, così ci ritroviamo con 5-6 partiti ad assetto variabile. e quale sistema elettorale sarebbe meglio di un proporzionale per gestire la situazione? è tutto legato alla caduta del governo, dato che in caso di crisi sarebbe stupido restare uniti, specie se berlusconi ha preso la via del doppio partito, ed è probabile che qualcuno si defili comunque da un partito che gli sta stretto (come sembrano avere fatto molti elettori delle primarie).
    il pd italiano è un’anomalia che non potrà durare all’infinito, e spero che l’illuminata dirigenza abbia pensato a delle strategie scismatiche in caso di crisi, dato che l’alternativa a una scissione sarebbe: o la sconfitta in quanto partito di governo di un governo che si fa scrivere le finanziarie a berlino (già fatto prima da berlusconi poi da monti: non gli ha portato fortuna); oppure la fuga scomposta di pezzi di partito al momento del ritorno alle urne, in modo che gli italiani possano vedere ancora una volta i rappresentanti dei partiti di sinistra accanirsi l’uno contro l’altro invece che stare insieme contro i partiti di destra.

    Reply

  • Avatar

    vitolucio

    |

    Caro Aldo,
    è vero il doppio turno è una forzatura, allora torniamo al proporzionale come ai bei tempi andati della I Repubblica e speriamo in un sussulto di maturità dei nostri politici .
    Io ricordo quando ambedue seguivamo gli incontri dell’ A.R.A. ( l’associazione che voleva creare un’alternativa di sinistra alla DC ), ma sinceramente non vedo all’orizzonte figure che possano guidare i progressisti . Saluti

    Reply

  • Avatar

    paolo cogorno

    |

    1- Se si andasse al ballottaggio PD-M5S è vero che i voti dei centristi ( super europeisti ) andrebbero al PD, ma gli elettori di F.I. o si asterrebbero o non voterebbero MAI PD, soprattutto se in coalizione con SEL. Inoltre, come nel caso Parma, ci sarebbe una fettina di elettori PD che migrerebbero verso il m5s al ballottaggio. Mi riferisco a tutti quegli elettori che sentendo le ragioni del “voto utile ” hanno votato PD. Tutto quest per dire che la partita, secondo me, sarebbe molto aperta.
    2- Cosa ne pensa delle legge elettorale m5s presentata in parlamento ?

    Saluti.

    Reply

  • Avatar

    Mirko G. S.

    |

    Se ci fosse stato il maggioritario secco come nei paesi anglosassoni il M5S avrebbe avuto il Governo e ci saremmo evitati la rielezione di re Giorgio, il governissimo, la Boldracca presidentessa della Camera, i tentativi di cambiare la Costituzione, un’amputazione massiva di sprechi e ragalie alle varie caste. Col proporzionale si ritornerebbe indietro nel tempo, quando un gruppo di sfigati minacciando di uscire dalla maggioranza riuscivano ad ottenere quello che volevano (o quasi).

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!