Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (4)

  • Avatar

    foriato

    |

    Un fatto è ovvio: catalani e baschi hanno sceso a patti di governo con PSOE (1993-1996) e PP (1996-2000), indistintamente.

    È anche noto che, a partire dalla seconda metà degli anni 90, dopo il caso GAL, lo Stato verificò (con il sostegno dei catalani) delle novità nella lotta contro il terrorismo che portarono alla fine di ETA nel 2012: la Legge di Partiti del 2002, principalmente, la quale, d’altro canto, restinge notevolmente certi diritti come la libertà di parola.

    Nel contempo, non è meno ovvio che il ‘Concierto Económico’ negoziato dai baschi durante quegli anni è nettamente migliore di quello catalano, anzi: i catalani sarebbero assolutamente disposti a rimangiarsi la repubblica indipendente di cosa sua (con schedine di voto caramellate come contorno e per dolce dessert d’autore a base di olio di ricino, DOP naturalmente), in cambio di qualcosa di simile.

    Come se ciò non bastasse, ci sono delle voci autorevoli che stano parlando, a proposito della applicazione dell’articolo 155, del primo stato d’eccezione della democrazia.

    http://www.eldiario.es/zonacritica/primer-excepcion-democracia_6_711538860.html

    Quindi lo stato spagnolo ha meno paura dei morti che dei mortaretti…?

    Reply

    • Avatar

      foriato

      |

      Riguardo al così chiamato patto dell’oblio, o legge di amnistia del 15 ottobre 1977, questa fu approvata con i voti contrari di Alianza Popular, manganello politico di Manuel Fraga, ministro di Franco, padre puttativo della costituzione del 78 ed homo antecessor di Mariano Rajoy, tra i tanti. Non dimentichiamoci… Prego.

      Reply

    • Avatar

      foriato

      |

      …restringe…stanno…dell’applicazione…ecc…

      Vi porgo le mie scuse, in modo particolare a don Venceslao di Spilimbergo, ospite egregio e molto sensibile a questo genere di aberrazioni grammaticali.

      Ma come disse il genio Bocazas, infra molte colombe aggiunge più un nero corvo, che non farebbe un candido cigno… Nel caso spagnolo, millanta di mummie piumate…

      Reply

  • Avatar

    Lorenzo

    |

    Uuuhhh come svolazza il dott.Catania. Si posa sugli argomenti colla gentilezza di una farfalla.

    Mi si permetta di riformulare le sue inferenze con una terminologia meno guardinga. Gli storici sono le prime puttane di ogni regime; se c’è qualche dubbio sulla loro prontezza a darla via il vincitore di turno li sbatte o dentro o fuori (come ha fatto la Germania ovest quando si è annessa l’est). Ogni società poggia su miti delle origini abbastanza demenziali da individuare ragioni e torti, buoni e cattivi, confezionati su misura dal vincitore di turno (dott.Catania perché non ha incluso la mitologia antifascista e olocaustica nel suo progetto revisionista? dimenticanza innocente?). Dietro ogni legalità c’è una decisione politica e la politica è individuazione del nemico, cioè guerra aperta o camuffata (alternativamente potrebbe dirsi che dietro ogni legalità riposa una legittimità e questa è confezionata dal vincitore tramite i procedimenti sopraccennati). Parte integrante dello sforzo di trascinare nella rovina l’impero del male, quello statunitense, è lo smascheramento del suo feroce interventismo militare, camuffato prima da guerra giusta (le ricorda qualche caso concreto?) e negli ultimi decenni da rivoluzione colorata (manifatturata da CIA e ONG).

    In tutto questo l’indipendenza catalana mi sembra c’entri poco, ma lei ce l’ha voluta mettere perché è attualità, per dire che gl’indipendentisti hanno le loro ragioni (che audacia!) in quanto lo stato spagnolo riposa sulle solite verità della fede pubblica, e per suggerire che Puigdemont, che credeva di fare la rivoluzione pacifica, è un povero coglione a cui scuola e televisione hanno rovinato il cervello fra Ghandi e bandierine arcobaleno, cioè fra miti mediatici e miti di regime.

    Ho sintetizzato bene il suo pensiero? Scusi sa, io non so parlare cogli stuzzicadenti.

    PS: ottima idea quella di parlare delle rivoluzioni colorate, quando il tema sarà introdotto in maniera più esplicita cercherò di dare il mio povero contributo.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!