Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (5)

  • Avatar

    ilBuonPeppe

    |

    Così a caldo mi viene da dire: se una prova è reale e certa, va usata a prescindere da come è stata ottenuta; se poi è stata ottenuta illegalmente, chi l’ha prodotta sarà processato a sua volta.
    Le implicazioni però sono molte e la questione è assai delicata.
    E se a ordinare l’acquisizione illegale di una prova fosse un giudice?

    Reply

    • Aldo Giannuli

      Aldo Giannuli

      |

      le prove raccolte contra legem non possono essere opposte in dibattimento: è un principio generale della procedura penale

      Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    al copasir ci sta la lega, quelli che portavano l’oro in tanzania.
    renzi fa commendatore davide serra, e d’altra parte non si capisce bene dove tenevano i soldi neanche gli altri misteriosi finanziatori
    il m5s, per differenziarsi, difende gino paoli. che ha peraltro occultato soldi più o meno pubblici, quindi sarebbe cosa ancora più grave.
    il fatto è che ai neoliberisti le tasse danno proprio fastidio, e per non pagarle sono di solito disposti ad effettuare ulteriori deformazioni alla loro già elastica morale.
    a queste condizioni è più probabile che arrivi un renzi-grillo-berlusconi qualunque e prometta depositi nei paradisi fiscali per tutti. sono certo che molti elettori sarebbero tentati, data l’amoralità ignorante che regna sovrana

    Reply

  • Avatar

    andrea z.

    |

    E’ difficile pensare di combattere il fenomeno dei paradisi fiscali quando l’85% delle emissioni bancarie e obbligazionarie avviene offshore e l’83% delle aziende americane e il 99% di quelle europee possiede società in una giurisdizione segreta.
    I 60 paradisi fiscali fanno capo alla City di Londra e a Wall Street e, secondo Nicholas Shaxson, il giornalista del Financial Times che da anni segue la questione, l’offshore rappresenta la condizione essenziale perchè esista la globalizzazione finanziaria e commerciale, la costituzione di multinazionali e il trasferimento di capitali dai paesi poveri, saccheggiati dalle loro classi dirigenti corrotte, verso i centri finanziari angloamericani, che usano il debito come strumento di ricatto politico.
    Questi sistemi non sono combattuti o tollerati, ma debitamente costruiti a favore dell’elite transnazionale, che ha accumulato nei paradisi qualcosa come 32 trilioni di euro.
    Sono il simbolo più evidente dell’epoca neoliberista che stiamo vivendo, basata sull’egoismo e l’individualismo più spinto, e priva ormai di ogni aspirazione alla solidarietà e alla redistribuzione delle risorse.
    E’ giusto sperare in un cambiamento, che, secondo me, può partire solo dal centro del sistema, e cioè dagli Stati Uniti e da parte di persone interne al nucleo di comando, come è avvenuto negli anni ’30 con Keynes e Roosevelt.

    Reply

  • Avatar

    Tenerone Dolcissimo

    |

    Durante la seconda guerra mondiale la Svizzera divenne rifugio per i capitali degli ebrei. Tali capitali sfuggirono alla mano rapace dei nazisti e vennero trasmessi ai figli degli infelici che perirono nei campi di sterminio. In un convegno del Tea Party ho lanciato l’idea di una Norimberga per i nostri politici. Spero che l’idea faccia strada e di vedere un giorno penzolare da una forca i maiali che si appropriano del frutto del nostro lavoro, come accadde a Ribbentrop.
    Saluti a tutti

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!