Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (6)

  • Paolo Selmi

    |

    Buongiorno, Prof. Cingolani, e grazie per questo lavoro analitico davvero ricco di spunti. Una domanda sorge spontanea: PERCHE’? Perché mi devo imbarcare in avventure che so già in perdita sin dall’inizio? Perché devo acquisire cadaveri? Perché, in un regime di libero mercato, al netto delle mazzette ai politici, ai giudici, ai finanzieri, devo ANCHE imbarcarmi in questo tipo di avventure?
    Avventure che sono abituato a conoscere come “esportazione del capitale” (vedasi, negli anni Ottanta, il capitalismo giapponese che si comprava il mondo e, oggi, quello cinese) ma che, nella maggior parte dei casi, produceva operazione fruttuose o redditizie. In genere, sempre da ignorante, ho sempre visto le operazioni in perdita con sospetto perché, a posteriori, si rivelavano operazioni di riciclaggio o esportazione di capitale da Paesi con restrizioni in quel senso. Qui invece siamo al suicidio programmato, allo stillicidio metodico e reiterato nel tempo. Perché? Quale autorità di controllo, interna o esterna alle Generali, non ha funzionato?
    Dopo il tuo lavoro sono andato velocemente a cercarmi le liste delle banche e delle società assicurative “per fatturato”:
    http://www.verafinanza.com/classifica-mondiale-delle-compagnie-assicurative-per-totale-dellattivo-nel-2016/
    http://www.verafinanza.com/la-classifica-mondiale-delle-banche-per-totale-attivo-nel-2016/
    Penso siano attendibili e sulla base di questo ho fatto alcune considerazioni. Generali passa dall’VIII posto al mondo all’XI perdendo 67 miliardi (MILIARDI) di dollari. 3 volte i danni riportati ieri del terremoto dalla prima scossa a oggi. Non ho sentito al TG di stragi in quel di Mogliano Veneto… si vede che è normale, ma anche qui… perché?
    Infine, ho sommato brutalmente i fatturati di Intesa e Generali… sarebbe un bel colosso, e visto che di capitalismo stiamo parlando, avrebbe senso sponsorizzare l’operazione dal punto di vista del cosiddetto “interesse nazionale”. Ma a qualcuno, a questo punto, interessa?
    Grazie ancora di questo lavoro.
    Paolo

  • andrea z.

    |

    Ma non si era detto che la proprietà di un’impresa era indifferente alla nazionalità? Non si è svenduta una gran parte dell’industria e dell’occupazione industriale in nome di questo ambiguo cosmopolitismo neo liberista, non si è lasciato con beata indifferenza che persino la Fiat e molti posti di lavoro se ne fuggissero dal Paese per aderire a questo catechismo? “Evidentemente al fondo c’era qualcosa che non funzionava perché l’indifferenza della proprietà funziona se fa da ancella al passaggio di attività da un Paese più debole a uno più forte, ma quando succede il contrario diventa una bestemmia. Lo abbiamo visto purtroppo molte volte e oggi ne abbiamo la riconferma: è bastato che la Peugeot annunciasse le trattative per l’acquisizione della Opel perché la Merkel e persino il potente sindacato Ig metall scatenassero l’inferno”.

    https://ilsimplicissimus2.com/author/ilsimplicissimus2/

  • Gaz

    |

    Nomi e cognomi !
    Metterli in gattabuia e gettare la chiave è forse troppo. Lasciarli a piede libero, troppo poco.
    Una commissione di inchiesta non sarebbe male.
    Chi continua a votarli è peggio di quelli che vota.

  • andrea z.

    |

    Ormai dobbiamo arrenderci all’idea che la classe dirigente italiana segue un piano di salvataggio dei propri privilegi, garantiti dall’UE e dagli USA, che prevede l’abbandono degli interessi nazionali.
    Il CETA, ad esempio, è stato approvato dal Parlamento Europeo, con i voti dei rappresentanti del PD e di Forza Italia, senza considerare le conseguenze negative per le nostre piccole e medie aziende:

    https://it.sputniknews.com/opinioni/201702174089652-italia-ceta-canada-libero-scambio/

  • Gaz

    |

    Mai piiù ! PEr legge.

Commenti chiusi

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!