Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (20)

  • Allora ditelo

    |

    Ancora a parlare di “garante” nonostante i ricorsi in tribunale fatti a Genova, Napoli e Roma?

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      posizione che andrebbe regolarizzata

      • Allora ditelo

        |

        Ove i simpatizzanti del M5S avessero avuto realmente intenzione di parteciparvi attivamente crede davvero acconsentirebbero allo stato di cose evidenziato nei ricorsi?

        Se ci fosse un “garante” questo sarebbe responsabile di eventuali violazioni commesse nella gestione interna del movimento ed in caso di ripetute irregolarità sarebbe espulso senza badare al nome.

        Talvolta l’impressione è che tutto sia subordinato a mantenere certe persone ai vertici nonostante i pochissimi iscritti sembrerebbero portati a concedergli quegli stessi posti apicali se solo fossero indette elezioni interne.

        PS: Quale sarebbe la differenza nel trovarsi ai vertici “garanti” e non candidabili rispetto al partecipare alla democrazia “promessa” dal M5S?

  • Gaz

    |

    ACME NEWS
    Dal deserto californiano Willy Coyote ha annunciato ufficialmente la sua candidatura al Senato, ripartizione America del nord e centrale.
    Lo sfigatissimo quadrupede, come prima cosa è andato in pellegrinaggio dal Papa a prendersi la benedizione, poi ha avuto un incontro di cortesia con la sindaca Raggi.
    Willy Coyote durante una conferenza tenuta presso l’associazione della -stampa estera ha messo al primo posto del suo programma elettorale la cattura di quel pericoloso agente del liberismo internazionale di Beep Beep, che va assicurato alle patrie gabbie galere.
    Dagli Stati Uniti milioni di fan dei cartoni sarebbero disposti ad appoggiare la campagna di Willy Coyote.
    La candidatura è stata accolta con una certa freddezza dai garanti del movimento, i quali temono non tanto la fame dello sfigatissimo canide, quanto la fama universale del personaggio, la quale potrebbe mettere in ombra quella di Grillo.
    Secondo fonti ben informate interne al movimento, sembra che Mr. Coyote durante le presidenziali Usa abbia fatto propagando contro i Bush, poi abbia dissentito da Clinton, infine abbia detto cose carine sulla moglie di Trump.
    In caso di esclusione dalle liste elettorali, Bill Coyote ha annunciato ricorso al Tribunale.
    Clouseau, oramai in pensione, si è autocandidato come ispettore generale del movimento.
    A breve si atttendono sviluppi.
    Nela prossima edizione vi forniremo gli aggiornamenti.

  • Paolo Selmi

    |

    Professore, buongiorno!
    Ti prego di non avermene, ma tre lavori di seguito su Grillo e soci non sono un po’ troppo? Sei riuscito a far sembrare il manifesto di questi giorni quasi di sinistra, visto che ha parlato ieri di inflazione e oggi di stagnazione secolare, problemi di cui nessuno in quei palazzi sembra occuparsi e che invece, forse, dovrebbero essere il centro dell’elaborazione politica, da un lato, e ideologica dall’altro. Questo significa anche che chi può e chi sa, parli, non si limiti a denunciare il vuoto a sinistra. Altrimenti sembra non più la denuncia di un ronin o di un cane sciolto, afferente comunque al medesimo schieramento, ma solo l’ennesimo atto di propaganda da parte di un organo non ufficiale di un partito avversario, felice di avere il campo libero a sinistra per attirare transfughi nella sua rete con parole d’ordine a effetto. Ti prego non avermene, ma è quasi una settimana che andiamo avanti così: basta dirlo.
    Con immutato rispetto, affetto e stima,
    Paolo Selmi

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      ma tre pezzi quali?

      • Paolo Selmi

        |

        Niente, professore. questo e il penultimo, più l’inserto finale anche nell’ultimo su De Bortoli (quello che poi ho ripreso anche nel PS qui sotto). L’impressione, davvero, è che stia prendendo il sopravvento un po’ dappertutto una quotidiana cortina fumogena, che avvolge il mondo dell’informazione (vedasi anche I pagina del fatto di oggi e tg di pausa pranzo che parlavano per metà di questo, più le reazioni, più le controreazioni, ecc.) e di cui sono responsabili anche i due maggiori partiti italiani, che la alimentano con gradito contorno dei partiti minori.
        Un caro saluto.
        Paolo

  • Andrea M

    |

    Misure antidemocratiche per un partito pigliatutto che non si è preso neanche la briga di organizzarsi come si deve. Chi è che diceva che la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni?

    Doveva andare verso la democrazia diretta (sì, come no) e ora anche i sostenitori critici vogliono metterci una pezza in qualche modo.
    Il M5S non sarà la salvezza di nessuno, ma l’ennesimo senso di colpa.

  • Paolo Selmi

    |

    PS a freddo, l’impressione anche rileggendo il lavoro di ieri, è quella di un argomento apparentemente “estraneo” allo scontro politico fra i due maggiori partiti italiani, riportato tuttavia a questo. Il commento che invitava a vedere PERCHE’ de bortoli PROPRIO ADESSO tira in ballo la banca etruria e la boschi, questo e non altro, invitava anche ad andare oltre la semplice polemica e a capire come i poteri forti si stiano muovendo. Mentana ieri sfoderava l’ennesimo sondaggio che mostrava (non a caso) il risultato di un’equazione apparentemente semplice: un danno a renzi è un regalo a grillo.
    eppure de bortoli non mi pare un pasionario del suo mestiere, disposto a danneggiare anche i suoi azionisti di riferimento in nome della Verità; neppure mi pare uno sprovveduto, che mette nero su bianco su un libro che è già bestseller un’ingenuità, una leggerezza. E non ha bisogno di compromettere i suoi datori di lavoro per vendere. Cosa è successo, quindi? Qui si può tirare in ballo la teoria del diversivo, dello specchietto delle allodole, per parlare d’altro rispetto a problemi enormi, che è quello che stanno facendo un po’ tutti. In assenza di delitti atroci, stragi vere (di solito non riportate, vedi usa su raqqa ieri) o inventate (che di solito è quello che si riconosce “dopo”, a giochi fatti, vedi disincantata intervista della Rice settimana scorsa all’agenzia di stampa Ria Novosti), lanci missilistici da parte di apprendisti stregoni, o a complemento degli stessi. Oppure mostrare il peccatuccio per coprire la voragine, e chiuderla col peccatuccio (e seppellire la voragine), hai detto una bugia, non l’hai detta, non importa, siam tutti peccatori, un pater un’ave e via tutti fra un anno alle elezioni. Ma il rischio di ridurre tutto al derby renzi-grillo, in ultima analisi, è funzionale a chi vuole calamitare l’attenzione degli elettori su questo e non su altro, così che si parli solo di questo e non di altro.
    Un caro saluto.
    Paolo

  • mirko g. s.

    |

    Per ricorsi in Tribunale a Napoli intendi quelli degli esclusi alle ultime comunali che poi hanno creato “Napoli Libera” con 6 stelle nel simbolo? In quel caso hanno fatto non bene, benissimo ad espellerli.

    • Allora ditelo

      |

      Le sentenze -per trasparenza- le troverà qui su un blog di un ex attivista https://civiumlibertas.blogspot.it/

      Di fronte alle motivazioni delle sentenze le Sue illusorie opinioni sulla “onestà” sono irrilevanti.

      “Farebbero bene” a rispettare le Leggi.

      • mirko g. s.

        |

        Tante cose sono irrilevanti, le mie opinioni anche, come in generale tutte le opinioni. Ma quando gli attivisti Tizio, Caio e Sempronio prima di essere epurati fanno a gara di selfie insieme a Grillo e Casaleggio, veicolano su FB tonnellate di post sulle figure del MoVimento più conosciute e dopo l’epurazione iniziano a scrivere che Grillo è un massone plutocratico al servizio di vecchietti vestiti di nero ebrei tenuti artificialmente in vita dagli alieni di X-Files, la coerenza di Tizio, Caio e Sempronio non subisce secondo voi un vulnus? Si tratta di comportamenti irrilevanti? Come fanno Tizio, Caio e Sempronio ad accorgersi solo a epurazione avvenuta che il M5S è una loggia massonica al soldo del Bilderberg, la Trilaterale e i marziani? E per quale motivo, se il M5S è un covo di eversione plutocratico-giudaico-massonico costoro vogliono a tutti i costi ritornarci al punto da mettere di mezzo gli avvocati?

    • Allora ditelo

      |

      pardon tecnicamente sono ordinanze.

  • Gaz

    |

    ACME NEWS
    I Laqualunque Bros, da Porto Azzurro, amena località baciata dalle brezze del Tirreno dove stanno trascorrendo un soggiorno a spese dello Stato, Cetrio ha sciolto la riserva circa l’accettazione della candidatura su designazione degli scissionisti di Onda Calabra in un partito che per ora non è stato indicato in attesa delle elezioni più o meno anticipate.
    Intanto le pressioni sugli amici degli amichi di Renzi si moltiplicano affinche sgambetti l’uomo di Palazzo Chigi.

  • Tommaso B

    |

    Tutte queste proposte, insieme ad altre, potrebbero essere votate su Rousseau, per definire delle regole oggettive e meritocratiche di selezione dei candidati.

    Sarebbe un’altra bella novità in una politica dominata dai nominati.

    Poi, professore, sarebbe interessante approfondire anche il tema del famigerato contratto che Grillo ha fatto firmare ad esempio alla Raggi.

    Il contratto, se proprio deve esserci, non dovrebbe essere unilaterale, ma bilaterale, firmato anche da Grillo.

  • Herr Lampe

    |

    A voler pensar male direi che ha parlato più di Roma che di Genova. A volerlo.

    Ma noi non vogliamo.

  • Giuseppe

    |

    Penso che, alla fine, gli iscritti a Rousseau confermeranno praticamente tutti i parlamentari 5S superstiti di questa legislatura sia perché hanno goduto di una visibilità che gli altri iscritti si sognano sia perché sono un “usato sicuro”.

  • M

    |

    “… e se il candidato fosse “presentato” da … associazioni che ci mettono la faccia? Ad esempio: Tizio è presentato da … una associazione ambientalista … Direi che sia l’elettore che la commissione elettorale hanno qualche elemento di giudizio in più vi pare?”
    Professore, mi permetta di osservare che la probabilità che in una associazione ambientalista ci sia già un infiltrato è alquanto elevata. Potrei farle vari esempi, ma forse basta quello dell’attuale presidente di Sorgenia …
    L’ambiente è infatti un’area occupata preventivamente, con propri infiltrati, dal grande capitale (massoneria), al fine di contenere e poi annichilire le legittime istanze di risanamento da parte della popolazione, qualora queste siano nocive ai propri investimenti, nonché di indirizzare la pubblica opinione, con pretesti e menzogne, contro imprese non allineate.

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      certamente il rischio che Lei dice c’è, ma in qualche modo è pur sempre un elemento in più per valutare una candidatura. E’ poco, pochissimo, ma meglio di niente

  • alessandro

    |

    Quello che lei descrive è il minimo sindacale in un movimento che non ha e non vuole darsi la struttura di un partito. Senza struttura non solo si evidenziano i problemi che lei nota ma soprattutto non si riesce ad avere una linea politica univoca, coerente ed efficace. Cosa che sta succedendo al m5s. Un paese i guerra come il nostro non può permettersi di mandare al governo un non partito senza coordinamento e senza specifiche competenze (specialmente in materia economica) il quale dovrà affrontare probabilmente il crollo traumatico dell’eurozona o le complesse trattative per lo smantellamento pacifico della stessa. Ma prima ancora dovrà affrontare l’attacco combinato alla nostra economia da parte di Francia e Germania alleate. E’ un rischio che non si può correre. Il dramma è: qual’è l’alternativa?

Commenti chiusi

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!