Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (27)

  • Avatar

    filippo

    |

    primogenitura del M5S sul tema No€?
    ma dove ha vissuto negli ultimi 4 anni?
    Bagnai, Borghi, Rinaldi, persino il gruppo di attivisti Economia 5 stelle ha provato per anni a far entrare il tema uscita dall’€ nelle teste del duo che gestisce il blog di Grillo, ma ha dovuto prendere una scoppola da Renzi alle europee per capire che quello è l’unico argomento che permette di proporre una politica di salvezza nazionale, altro che lotta a corruzzione ed evasione! ed ancora insistono con l’inutile referendum, facendo capire che in realtà ancora non hanno chiaro la gravità della situazione italiana, e soprattutto delle sue cause..

    Reply

    • Aldo Giannuli

      Aldo Giannuli

      |

      parlavo di forze politiche non di economisti

      Reply

    • Avatar

      off

      |

      mi sa che sei te a non capire…”inutile referendum” ???

      tutto cio’ che imponi con la forza, buono o brutto che sia, rimane un’imposizione.
      rovescia la situazione e mettiti dalla parte contraria alla tua…che ne dici se ti imponessi qualcosa senza nemmeno chiedertelo ?

      Facciamo qualche esempio ? ti va ?

      da oggi privatizzo la distribuzione dell’acqua nella tua citta’…
      da oggi costruisco una centrale nucleare nella tua citta’…
      da oggi costruisco un’autostrada sopra casa tua…

      Reply

      • Avatar

        Filippo

        |

        se un partito è convinto di una cosa, è convinto che solo uscita da € permette di risollevare il paese, la mette al primo punto del suo programma, stringe magari anche alleanze elettorali per avere una qualche probabilità di riuscire a realizzarlo, se se lo voti e loro vincono, si fa un decreto legge e si esce da € senza dare il tempo agli amici di Draghi e Merkel di sbranarti e fare terrorismo con lo spread.. il referendum su € sono le prossime elezioni politiche, ogni altro tema elettorale è secondario.

        Reply

        • Avatar

          off

          |

          questa ovviamente e’ solo la tua opinione..non ti interessa sapere anche quella degli altri 60 milioni ???

          Reply

          • Avatar

            Junius

            |

            Non frega un cazzo a nessuno dell’opinione disinformata di 60milioni di Italiani, caro permeista dei nostri stivali.
            La scienza non è un’opinione: c’era da metterlo in programma al primo punto e INFORMARE gli Italiani sul motivo per cui chi ha sostenuto e sostiene l’euro è fascista..

    • Avatar

      mirko g. s.

      |

      Per la verità Grillo e Casaleggio parlavano di uscire dall’euro da ben prima del 2010. Cmq…

      Reply

      • Avatar

        Filippo

        |

        Hanno usato uno dei siti più cliccati in italia per veicolare tante di quelle cialtronerie economiche(vedi benettazzo, scienza, brera, decrescisti vari etc), populismo anti-Stato volto allo smantellamento dello Stato stesso (senza capire che tutto ciò è a tutto vantaggio dei sempre più ricchi privati, magari stranieri) che nemmeno Confindustria avrebbe fatto tanto!

        Reply

        • Avatar

          off

          |

          mi sa che sei uno dei soliti leghisti che passeggiano su questo sito…fai discorsi da brividi…prova anche a rileggere quello che scrivi…

          Reply

          • Avatar

            Junius

            |

            @Off dei miei stivali, Filippo sta dicendo ovvietà che solo la tua zucca piena di rufo populista non può accettare.

    • Avatar

      Paolo Federico

      |

      A Filippo
      Ho avuto modo in una occasione di ascoltare Bagnai, nulla da dire sulle sue valutazioni ovviamente venendo da un autentico esperto, ma come tutti i tecnici è convinto che dando seguito correttamente ad una equazione i problemi, che non sono solo economici (anzi dal mio punto di vista l’economia è secondaria ad altro), d’incanto si risolvano e il mondo diventi migliore.
      Io sono convinto che non sia così, che pensare di affrontare sfide che sono di civiltà, focalizzando la nostra attenzione esclusivamente sull’economia e il denaro, sia il segno della nostra barbarie.
      Che nel passato dell’umanità (mi aiuti Giannuli se può o mi smentisca), pur riconoscendo spesso decisivo l’interesse economico, di cui il denaro è solo una parte e neanche la più importante, motore della storia sono stati ideali ben più alti e nobili, che dai discorsi e dal cinismo che si sentono in giro(anche su questo blog) sembrano definitivamente smarriti.

      Reply

      • Avatar

        Filippo

        |

        “ CI SONO DUE MODI PER CONQUISTARE E RENDERE SCHIAVA UNA NAZIONE. UNO E’ CON LE SPADE, L’ALTRO E’ CON IL DEBITO ”.

        [John Adams] secondo presidente degli Stati Uniti d’America

        Reply

        • Avatar

          off

          |

          sbagliato…il debito e’ una conseguenza dell’ignoranza…ne stai dando prova ad ogni commento…

          Reply

        • Avatar

          Paolo Federico

          |

          Se è per questo ce n’è anche un’altro:
          ” Non bisogna lasciare che costoro con l’inflazione e la deflazione si impadroniscano delle nostre vite”. Thomas Jefferson 3° presidente Usa.
          Sia la mia citazione che la tua provengono da uomini che non avevano in mente un molle benessere diffuso, ma alti ideali di democrazia e libertà, nei confronti dei quali le loro parole sono un invito alla guerra, alla loro difesa con il pugnale tra i denti, un avvertimento a non lasciarsi irretire dal denaro. Come vedi esattamente il contrario di ciò che oggi stiamo facendo.

          Reply

          • Avatar

            Junius

            |

            È l’economia il motore della storia: e Marx fu il primo borghese a spiegare e sistematizzare quest’ovvietà in favore delle classi subalterne.

            Gli ideali sono un fattore individuale, quando diventano ideologie di massa significa che abbiamo a che fare con falsa coscienza di un qualche potere economico.

            @off
            La tua preparazione asinina è da incorniciare: senza debito non ci sarebbe credito e non ci sarebbe neanche denaro. Tu sì che la sai lunga!!

            Poretto….

  • Avatar

    leopoldo

    |

    direi che una lega al di sopra del 10% dei votanti ( non degli aventi diritto ) comporta gravi rischi di ordine sociale. Finché salvi-ni spara cazzate è coalizza intorno a sé i gaìna da bar, svolge una funzione di raccogliere il disaggio attraverso l’ignoranza e la menzogna, sopra quel limite avrebbe una capacità di azione legislativa e sociale, come per ipotesi sospendere ogni aiuto a lampedusa.
    Figuriamoci sulla spinta del entusiasmo le dichiarazioni che potrebbe fare.
    La capacità politica della lega è perfettamente rappresentata dalle quote latte, per anni hanno fatto di tutto per abolirle rivendicando anche il libero mercato e oggi che sono abolite e c’è il libero mercato le aziende italiane chiudono.

    Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    piccolo particolare: non si tratta di elezioni nazionali, ma di elezioni regionali. e il m5s è un partito che a livello locale è tradizionalmente debole, al contrario della lega che è forte a livello locale. quindi mi sembra errato presentare le percentuali del nazionale parlando di elezioni locali, dato che si tratta di unità di misura differenti.
    il punto è che fino al termine di questo governo ci si potrà basare solo sui sondaggi, che sono notoriamente inaffidabili e che sono completamente inadeguati a percepire l’impatto delle nuove formazioni politiche sul sistema elettorale, preferendo presentare dati che rimangono vicini tra loro senza grossi sbalzi numerici. ammetto che non è facile considerare l’impatto delle elezioni locali sul nazionale (sennò il m5s sarebbe già sotto il 10% e non penso che siamo giàa questo punto). ma è difficile conciliare un 20% a livello nazionale con dei risultati locali così diversi: il numero di elettori reali sta nel mezzo, ma fino al 2018 non si può sapere dove.
    d’altra parte non credo che ai media convenga infierire troppo su grillo, e non penso che lo facciano. la sua presenza è utile a renzi, sia nelle vesti di nemico (innocuo), che nelle vesti di mastino (che addenti tutto ciò che si muove a sinistra del pd). quindi ben venga il m5s dato al 20%. e la gente ci cascherà: si tratta di un pubblico abituato a cazzate del tipo che in nigeria o hanno l’ebola o sono terroristi. vuoi che non ci creda che grillo sta al 20% se glielo dice un pagnoncelli un mannheimer?

    Reply

    • Avatar

      MARIO

      |

      Giandavide… Il M5S al 20% alle regionali sarebbe una spina nel fianco del PD di renzi, prendendo una regione tipo la Liguria si tratterebbe di un ballottaggio tra PD e M5S e visto quello che oggi succede in quella regione tra le primarie taroccate del PD e i guai che si profilano per la lega Spese pazze, la Finanza negli uffici della Lega-Liguria http://genova.repubblica.it/cronaca/2015/02/24/news/la_finanza_in_regione_liguria_controlli_negli_uffici_della_lega-108076787/ il rischio di perdere quella regione per il PD è molto alto e lo strascico potrebbe coinvolgerne altre di regioni. Ah in tv non si parla ne male ne bene del M5S, e qualcuno disse:” “Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli.” Un motivo per tutto questo silenzio a mio modestissimo parere c’è!

      Reply

      • Avatar

        giandavide

        |

        non è che voglio portare sfiga, ma non mi sembra che grillo si sia speso più di tanto per la liguria. anzi, se volessi essere cattivo direi che si è speso di più per gino paoli. così al 20% non ci arrivate mica

        Reply

        • Avatar

          mirko g. s.

          |

          In effetti la difesa di Paoli è stata una tavanata galattica. Almeno ha premesso che sono amici intimi. Ma mi sono inc… lo stesso.

          Reply

  • Avatar

    giandavide

    |

    per il resto temere la lega mi sembra ridicolo: non solo perchè si trascinano dietro berlusconi da 20 anni, e il bagaglio è diventato un pò troppo ingombrante in questi periodi nazareni. ma anche perchè il primo a non temere salvini è renzi, che anzi auspica di avere salvini come avversario principale: e in effetti forse l’unica cosa che sa fare il nostro premier è scegliersi gli avversari: stefano galli, cuperlo, grillo, mineo, salvini, fassina…. è chiaro che si sceglie i più scarsi,in modo che che poi ci possa andar giù duro. e un nemico scarso come salvini renzi non se lo lascerà sfuggire di certo: sembra tagliato apposta per fargli vicere il ballottaggio.

    l’unico nemico che renzi non vuole è landini, come dimostrano le dichiarazioni di ieri. peccato che landini sia anche nemico di grillo: infatti non ne parla neanche il professore, evidentemente perchè sul blog di grillo è meglio che non si legga la parola landini…

    Reply

  • Avatar

    Daniele Gioannini

    |

    Non servono analisi elettorali (pur ottime come questa) finché non si concretizza la cosa rossa a sinistra del PD

    Reply

  • Avatar

    Gherardo Maffei

    |

    La attuale lega di Salvini è una forza politica che vive di compromessi e di speculazioni sul sentimento xenofobo esistente nell’italiano medio, quello da bar dello sport, tanto prer intenderci.Vivendo in Padania posso garantire che sia la liga veneta primigenita che la sucessiva lega nord che l’ha fagocitata e travolta, si nutrivano di odio contro i meridionali del sud della penisola, considerati la causa principale della crisi economica(rammento bene le scritte “negri, terroni fuori dai coglioni”) e di autentici propositi secessionisti.Da quei tempi e dopo l’alleanza con Berlusconi la lega di Bossi si è rimangiata tutto, ma proprio tutto, trannre che l’odio e il sentimento xenofobo, indirizzato ora contri i rom e gli immigrati.Ma venendo al nocciolo della questione economico e al dilemma euro si euro no, chi pensa e sostiene che solo la tesi economia sia prevalente e che il nostro destino, come sosteneva Karl Marx,sia solo l’economia, sbaglia. La storia insegna che ci sono vari fattori sia antropologici e demografici, che condizionano la vita dei popoli. La lega di Salvini dovrebbe dire la verità ai suoi sostenitori, ma sarebbe un suicidiio politico, vale a dire che la penisola si basa su una piramide rovesciata, un numero sempre minore di giovani deve mantenere la maggioranza della popolazione formata da vecchi pensionati. Ma non basta: abbiamo assolutamente bisogno degli immigrati, stante la “peste bianca”di cui soffriamo, vale a dire la denatalità e l’insufficente tasso riprodutivo, che tra l’altro vede l’Italia detenere il triste primato in occidente.Illudersi che con formulette tecnico economiche, con programmi di tecnici e di economisti di turno in voga e alla moda, si risolvono tutti problemi epocali che ci minacciano, è un illudersi e nascondere la testa sotto la sabbia.Non tecnici non ricette e formulette economiche a breve scadenza, ha estremo bisogno l’occidente attuale, ma di ben altro. Studi demografici hanno dimostrato che tra qualche decennio l’Africa avrà un miliardo di abitanti,ma non basta: vari mullah islamici nelle mosche predicano da decenni che la vera arma di distruzione di massa della porcilaia- occidente, sarà il ventre fecondo delle donne islamiche! Mentre noi ci trastulliamo con mediocri giostre parlamentari,con governicchi che durano sei mesi, continiamo pure con le seghe mentali del Bagnai si, Bagnai no!

    Reply

    • Avatar

      mirko g. s.

      |

      Sembra di leggere uno dei commenti pro-ebola di Germano Germani. gli immigrati non sono necessari sono i datori di lavoro (sommerso ed irregolare) ad essere degli sfruttatori tanto dei bianchi quanto degli stranieri e dei criminali. Poi possiamo anche parlare di fiscalità vergognosa ma il neoschiavismo italiano inizia da molto lontano. Marx anche in questo caso ha avuto ragione: è solo un problema di soldi.

      Reply

    • Avatar

      Junius

      |

      Certo che demografia e antropologia dipendono dalla politica economica!

      La Germania, che è il paese più classista e antidemocratico d’Europa, ha fatto storicamente dell’austerità la politica economica meglio adatta ai suoi fini imperialistici e mercantilistici: risultato?

      I peggiori in Europa come sostenibilità del sistema pensionistico.

      È la politica economica a gestire tanto la demografia quanto l’antropologia: non sono i popoli poveri a lavorare poco perché sono pigri: sono pigri poprio perché non c’è lavoro.

      Reply

  • Avatar

    Gherardo Maffei

    |

    Mirko,l’ostinarsi a credere che l’attuale crisi epocale, il vero e preconizzato “Tramonto dell’Occidente” agli albori del novecento da Oswald Spengler, il “Kali Yuga” (età oscura) delineato da Julius Evola nel suo capolavoro “Rivolta contro il mondo moderno”; il ciclo finale del “manvatara” delineato dal massimo esperto europeo di metafisica, il francese René Guènon, converti all’Islam e morto al Cairo, con mediocri giostre parlamentari, fatte da politicanti e non da uomini di stato, che sono dei falliti e dei turlupinatori, tutti ma proprio tutti, destra, sinistra, centro,è colpevolmente deplorevole. Ricette, formulette, coalizioni, governicchi che durano sei mesi, un parlamento saturo di femmine, che lo hanno trasformato da un aula sorda e grigia ottima per il bivacco di un manipolo di uomini d’azione, in un luogo da donne da trivio, la dice lunga. Euro si, euro no, Bagnai si Bagnai no, la sinistra greca si, la sinistra greca no, …mentre i mullah stanno limando la lama della scimitarra, con la quale ci taglieranno la gola e poi stupreranno le nostre femmine.Mentre noi stolti occidentali ci stiamo occupando delle quote rosa e nel vano tentativo di riesumare la salma di Karl Mordechai, meglio conosciuto come Marx!

    Reply

    • Avatar

      mirko g. s.

      |

      Non si capisce un c…

      Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!