Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (3)

  • GherardoMaffei

    |

    Non vi sono dubbi l’ufficiale dell’arma Roberto Navale era un lestofante; d’altro canto ero un uomo dei servizi segreti, vale a dire addetto al “lavoro sporco” di cui si avvalgono tutti governi del mondo, compresa la repubblica italiota nata dalla resistenza..La Corte d’Assise di Perugia che assolse il deputato missino Filippo Anfuso e il colonnello dei carabinieri Roberto Navale,dall’accusa del duplice assassinio dei Rosselli, non era inquinata da elementi nostalgici, era un epoca in cui la magistratura era ancora autorevole e non inquinata dalle “toghe rosse” che hanno degradato la giustizia italiana a un livello africano.Lo ha sostenuto perfino Renzi parlando di “barbarie giustizialista”. Però sarà opportuno ricordare ai fruitori di questo libero sito, che Carlo Rosselli, ebreo multimilionario, il Giangiacomo Feltrinelli dell’epoca,dal comodo e sicuro esilio parigino, aveva organizzato decine di tentativi di uccisione di Mussolini., reclutando sicari anarchici, che imbottiva di denaro, armi ed esplosivi mandandoli a sicura morte in Italia.Sia Carlo Rosselli al pari di Feltrinelli, la fine orrenda che fecero se le erano ampiamente meritata e ricercata. Simile fine non meritava il fratello Nello Rosselli, estraneo alle trame dei “liberogiustizieri” che ottenne il passaporto su pressione operata sul duce dal filosofo del regime Giovanni Gentile, nonostante il parere contrario della questura competente.Un motivo in più per ritenere che non l’OVRA e il SIM italiani ma i segreti sovietici, che avevano saturato la Cagoule di infiltrati, avesse voluto liquidare Rosselli per il suo ruolo svolto nella guerra civile spagnola. A suffragio di ciò basterà ricordare la fine dell’anarchico Berneri. per mano dei comunisti

    • Gaz

      |

      @Maffei
      Ma cosa mai le avrà mai fatto MD che a dava per lo più nelle sez. Lavoro e nelle procure? Sono semmai le giurisdizioni superiori ad essere in grado di dialogare con gli altri poteri e li non è che ci fosse solo MD. Un fatto ( criminoso) o c’è non c’è a prescindere dalle idee dei giudici,giusta allegazione e probazione più bard.

  • Gaz

    |

    Il rapporto di Agnelli con la politica italiana e internazionale era improntato al realismo. Anteponeva l’interesse della Fiat alle personali idee politiche, tanto da concepire la interna politica più che per partiti, per aree politiche. Non disdegnava neppure di concludere affari con i russi.
    Angelli conosceva bene la storia industriale della Fiat e dei concorrenti.
    La risposta al suo quesito, Professore, forse è da cercare un un museo dell”automobile, o da un vecchio sfasciacarrozze, o da una meccanico di auto storiche.
    Agnelli era pur sempre un nobile .. e sapeva con che stile masticare amaro.

Commenti chiusi

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!