Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (7)

  • leopoldo

    |

    Se un giorno i curdi avranno uno stato la turchia attuale perderà oltre 35% del suo territori. Erdogan sta facendo fare il lavoro sporco all’isis, infatti i carri alla frontiera proteggono l’isis impedendo gli aiuti dal confine turco ai curdi. Ma dato che la turchia è membro della EU, qualche deputato europeo solleva l’incongruenza della posizione turca rispetto alla EU?

    Reply

  • Mirko G. S.

    |

    Mi spiegate come diffondere la foto con FB che lo uso molto poco? Grazie.

    Reply

  • Luca

    |

    X Leopoldo
    Non mi risultava (ancora) membra dell’UE la Turchia.

    Reply

  • Luca iozzino

    |

    Non lo so a me questa campagna propagandistica di guerra con le indomite ragazze curde ( tutte piuttosto carine ) mi fa diventare molto sospettoso. Kobane è un paesello di poca importanza strategica, la battaglia di Kobane non ci sarebbe nemmeno stata se un solo paese della nato fosse intervenuto a difenderla, propaganda di guerra, l’Isis l’uomo nero e le belle ragazze curda col mitra l’eroe da opporgli… molto sospetta come faccenda.

    Reply

  • davidem

    |

    Appoggio in pieno la sua campagna e mi rallegro che dopo decenni si torni a parlare di un movimento rivoluzionario comunista (con caratteristiche quasi matriarcali) come quello curdo.
    Vorrei, però, elencare alcuni motivi di pessimismo sul destino dei curdi in merito alla posta in gioco.

    1) In questo momento la Turchia spera che Isis e curdi si indeboliscano a vicenda. L’invio di armi ai curdi per quanto utile e auspicabile sarà forse il pretesto per una futura massiccia offensiva turca. Amaramente c’ è da ricordare che moltissime commesse militari (ad esempio gli elicotteri) vengono dall’Italia.

    2) L’atteggiamento passato degli usa e dell’Italia non mi lascia ben sperare in un sostegno del popolo, per non dire, causa curda. Mi riferisco a quando inizio anni ’80 Saddam uccise con le armi chimiche qualche migliaio di curdi e l’allora ministro Rumsfeld (sempre lo stesso) lo definiva “un fatto interno” e stringeva la mano al “nostro dittatore”. L’italia del primo governo di “sinistra” cacciò il povero Ocalan lasciandolo in pasto al mossad e poi al carcere turco, quando chiese asilo con lo scopo di aprire un negoziato con la turchia.

    3) La mia opinione sull’Isis è che accanto ad una costola di movimenti fanatici locali ci sia un’eterodirezione da parte di settori sauditi i quali cercano di strappare l’Iraq agli americani e prevenire un’intromissione iraniana. Vedo non improbabile che questa gente prenda accordi separati con Erdogan o Assad sulle spalle della resistenza curda.

    Reply

  • leopoldo

    |

    @luca hai ragione, spero che gli euro-parlamentari se né ricordino durante il proseguo dei negoziati

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!