Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (5)

  • Avatar

    Gaz

    |

    Grazie professore per aver scritto parole così chiare su lati della storia solitamente relegati in anfratti bui. E’ una pagina che aiuta a fornire una visione oserei dire stereoscopica degli avvenimenti di ieri e di oggi. E’ quasi il coronamento di tanti discorsi che in questo blog sono stati sviluppati, ma è anche la base di partenza per altre analisi. Primeggia su ogni aspetto l’importanza delle politiche e dei loro strumenti per maneggiare i quali bisogna esserne all’altezza.

    Reply

  • Avatar

    Roberto B.

    |

    Da quel che si sa, la Cina è imbottita di così tanti dollari che se decidesse di buttarli in massa sul mercato dei cambi, farebbero scoppiare la bolla statunitense in meno di una settimana. Altro che crisi del ’29!
    Naturalmente, la cosa non avrebbe un effetto positivo neppure per i cinesi, che vedrebbero sfumare in un attimo tutti i guadagni di un decennio di sviluppo capital-liberista. Certo però che se fossero costretti….
    Ma non c’è pericolo: queste sono guerre farlocche, paragonabili a quelle tra certe bande mafiose per la spartizione del territorio. Si fanno la guerra di giorno, qualche scaramuccia tra gregari in cui ci scappa il morto, poi si accordano di notte e si continua a fare affari senza pestarsi troppo i piedi.
    E tra di loro, l’UE è il classico vaso di coccio tra quelli di ferro.
    Quanto all’asse Cina-Russia, se fossi in Putin mi fiderei poco: i cinesi, proprio per i motivi detti, sono troppo esposti e cointeressati con gli USA per rappresentare un alleato affidabile nel tempo. Non andavano d’accordo ai tempi del socialismo reale, figuriamoci oggi.

    Reply

  • Avatar

    victorserge

    |

    oggi il mondo è un caos, un caos provocato dalla libertà di movimento dei capitali.
    non voglio dare giudizi in merito, cioè se questo caos è un bene o un male, di certo però sta aggravando le diverse crisi che si creano nel tempo a causa di conflitti etnico-religioso, disuguaglianze economiche, crisi ambientali, inquinamento: insomma tutto il prodotto della produzione capitalistica.
    quello che posso dire è che questo tipo di sviluppo, questo tipo di libero arbitrio scambiato per libertà ha certamente provocato ciò che sta succedendo ora.
    non vorrei di nuovo scomodare l’alba del pensiero greco e riflettere con questo strumento delle soluzione per l’oggi per non incorrere nei bonari sarcasmi giannuliani, però insomma un pensierino ce lo farei: capisco la superiorità dell’insegnamento pedagogico della storia sulla filosofia, ma qui mi pare che pure i fondamentali del vivere civile stiano venendo fortemente meno.
    o forse che sò, magari è solo una mia esigenza.

    cordiali saluti

    victor serge

    Reply

  • Avatar

    Paolo Federico

    |

    A victorserge
    Il mondo è un caos provocato dalla libertà di movimento dei capitali.
    D’accordo con la conclusione (il caos), non con la spiegazione (la libertà di movimento dei capitali).
    Io penso che la libertà di movimento dei capitali sia una necessaria conseguenza della folle agitazione del mondo occidentale: produrre sempre di più per essere felici!
    A questo scopo si moltiplicano i bisogni, si creano dal nulla per poi agitarsi follemente nel vano tentativo di soddisfarli, che è notoriamente il sistema migliore per rimanere insoddisfatti e bramosi e che getta il seme della discordia del tutti contro tutti.
    Gli stessi accordi commerciali tra stati sono spesso dichiarazioni di guerra a danno di terzi oppure un mettersi d’accordo su come massacrarsi vicendevolmente.
    Tutto è in funzione del produrre ed è in questa logica che trova posto l’idea di guerra quale distruttrice di mezzi militari da un lato e di beni materiali civili dall’altro che getta le premesse per ricostruire follemente tutto daccapo.

    Reply

  • Avatar

    Gianluca

    |

    Prof, dovrebbero raccogliere tutti i suoi libri e articoli e preservarli in un bunker antiatomico per gli storici e analisti del futuro, per poter analizzare come siamo arrivati alla devastante guerra mondiale che si sta preparando (che non è imminente ma è solo questione di tempo)

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!