Aldo Giannuli
Steven Forti

Steven Forti

Steven Forti, ricercatore presso l’Instituto de Historia Contemporanea dell’Universidade Nova de Lisboa e presso il CEFID dell’Universitat Autònoma de Barcelona. Collabora in Italia e in Spagna con riviste di storia contemporanea (Spagna Contemporanea, Storicamente, E-Review, Segle XX, Historia, Trabajo y Sociedad) e con giornali e riviste di informazione (Il Corriere del Trentino, A. Rivista anarchica, Atlántica XXII, Galde, Directa). Da oltre tre anni è autore e speaker di Zibaldone, programma in italiano della barcellonese Radio Contrabanda (http://zibaldone.contrabanda.org) ed è il fondatore, insieme a Sergio Secondiano Sacchi, dell’associazione Cose di Amilcare, la “costola” catalana del Club Tenco di Sanremo (www.cosediamilcare.eu). Lo trovate su twitter come @StevenForti

Commenti (12)

  • Avatar

    WOW

    |

    -Mentre in Italia rimaniamo agganciati al “nemico” Berlusconi e alle solite beghe fini a se stesse, frutto di personalismi e di poca capacità per reinventare una politica di sinistra.-

    Interessante come Steven Forti critichi aspramente i media spagnoli ma non si renda conto che in Italia nei confronti del M5S sia esattamente la stessa cosa.
    Il Movimento parla di Berlusconi e “delle solite beghe” il giusto.
    Negli ultimi mesi si sono fatte battaglie epocali per l’Italia contro la corruzione,si è incontrato Di Matteo a Palermo,la lotta contro le mafie a tutti i livelli è al primo posto del programma politico,si è spinto per il riconoscimento dello stato della Palestina e contro la guerra in Libia,si è proposta l’abolizione di Equitalia,la separazione tra banche d’affari e d’investimenti,il ritorno alla sovranità monetaria..ma di tutto questo i media non parlano e nemmeno i “ricercatori indipendenti” che dovrebbero passare meno tempo a leggere i giornali e di più a seguire le iniziative concrete.

    Che Podemos sia una realtà positiva e rivoluzionaria da appoggiare non ci sono dubbi ma tutti questi partiti come IU o sto ridicolo Ciudadanos non faranno che disperdere voti preziosi e inoltre dall’articolo si evince che facilmente il Sistema potrà dividere Podemos quando i giochi si faranno duri se perfino la fidanzata di Iglesias si è fondata un altro partitino…

    Infine caro Steven Forti,c’è una cosa che davvero lascia perplessi in quello che ho letto.In pratica tutti e quattro gli eletti a Bruxelles di Podemos si dimetteranno per presentarsi alle elezioni in patria dopo nemmeno un anno di mandato alla faccia della coerenza..Ora confronti questo dato col fatto che per i 5 Stelle in Italia per statuto non è possibile lasciare il proprio mandato per candidarsi in un’altra elezione per una questione di rispetto verso gli elettori.

    Per carità,niente di madornale fare il contrario però era giusto per ricordarle che la “Rivoluzione” non sta accadendo solo in Spagna ma anche qui.
    E’ la reazione durissima del sistema di potere mediatico che tende a parlare solo di cazzate e falsità che forse non glielo fa notare come dovrebbe.

    Cordialità.

    Reply

  • Steven

    Steven

    |

    Wow, per cortesia moderi il tono. Credo che abbiamo un’idea piuttosto diversa di “Rivoluzione”.

    Reply

    • Avatar

      WOW

      |

      Non mi sembra di aver usato nessun tono negativo nei suoi confronti anzi apprezzo molto il reportage che ha fatto.
      Forse non si possono criticare delle posizioni che lei descrive?
      E come al solito non si prendono in considerazione i fatti concreti riguardo al M5S se l’unica cosa che si sente nella migliore delle ipotesi è “credo che abbiamo un’idea piuttosto diversa di Rivoluzione”.
      Nella peggiore si ripetono a pappagallo le menzogne dei media ma per fortuna non è questo il caso.
      Solo che a volte mi verrebbe da chiedere quale sia il problema se il 90 % del programma di Podemos è uguale a quello del M5S che le ricordo è già nelle istituzioni da due anni e quindi precede molte delle proposte del partito spagnolo.
      Sa cosa è che irrita profondamente gli spiriti liberi?
      Quando si esaltano (anche giustamente) esperienze che avvengono all’estero e non si degna di minima attenzione andando oltre i soliti stereotipi dei media di Sistema un movimento che dice e vuole esattamente le stesse cose.
      Cordialità.

      Reply

      • Avatar

        WOW

        |

        Completo l’ultima frase meglio : un movimento che dice e vuole esattamente le stesse cose in patria.
        E tra l’altro stiamo parlando del secondo “partito” italiano,osteggiato da tutti e ignorato nelle sue battaglie anche da coloro che dicono di voler fare la “Rivoluzione” solo che questa deve essere per forza di “sinistra” o “destra” se no M5S chi?
        Quando Podemos entrerà nel Parlamento spagnolo subirà lo stesso trattamento,vedremo allora se vi accorgerete che anche qui in Italia sono in gioco le stesse dinamiche.
        Cordialità.

        Reply

        • Avatar

          foriato

          |

          Se il 90% del programma di Podemos è uguale a quello del M5S, come si spiega quindi che non appartengano allo stesso gruppo politico nel parlamento europeo?

          Reply

          • Avatar

            WOW

            |

            Per vari motivi.Tra cui quello che l’anno scorso non credo proprio che il GUE avrebbe accettato il M5S che le ricordo sarebbe stato il primo partito del gruppo con più deputati di tutti gli altri e quindi avrebbe dovuto avere di diritto più potere interno.E poi il fatto che il M5S avrebbe voluto creare un suo di gruppo,completamente nuovo visto che si aspettava nuove forze in Europa.Solo che questa si è rivelata una illusione perché tutte queste forze o non sono uscite in molti paesi o già da prima avevano deciso di schierarsi con i vecchi schieramenti.Farage poteva tranquillamente crearsi il suo gruppo senza il M5S e invece ha preferito Grillo alla Le Pen e Salvini che sono rimasti nel gruppo dei non iscritti a non contare un tubo.E nemmeno questo sta bene,che quello che tra poco sarà il 2 partito britannico preferisca allearsi con un movimento rivoluzionario e pacifico piuttosto che con i neo-fascisti..E comunque nel gruppo EFDD spesso Ukip e M5S votano in maniera diversa ma non c’è nessun problema perché questo significa fare un patto su un punto centrale che è lotta contro l’austerity,per il resto libertà assoluta tanto che nella maggior parte dei casi i voti a favore o contrari a Bruxelles fra M5S e Podemos sono praticamente gli stessi.

  • Avatar

    Valmor

    |

    Molto interessante, complimenti.
    Mi pare che sia evidente il tentativo di tutti i movimenti attuali di proiettarsi in una dimensione più ecumentica e meno connotata nella distinzione dx/sx. In questo Podemos rispetto al M5S è più sottile e intellettuale, ma a ben vedere meno genuino. Si tratta di una realtà saldamente di sx che ha affinato una modalità comunicativa molto più brillante. E’ un punto di forza importante, tutti vedono la difficoltà del M5S nel non avere alcuna visione comune di fondo. Ma è anche una debolezza. Il fattore più critico è quello che l’orizzonte sia sempre l’unità politica europea. Non si vuole uscire né dal’euro né dalla UE, azzardando una assai più improbabile democratizzazione della BCE. In questo ci vedo più le remore dei tsiprioti italiani che la ruvida e decisa volontà di autodeterminazione di chavez. Lui non si sarebbe peritato di dare un bel calcio nei denti all’unità europea mentre l’antieuropeismo qua sembra debba rimanere saldamente campo libero delle destre. Non c’è nulla da fare: le sinistre sembrano così inquinate dall’europeismo che chi non ne vuole più sapere si vede fortemente tentato di migrare a destra…

    Reply

    • Avatar

      WOW

      |

      Concordo.
      Solo una precisazione.
      La difficoltà del M5S di non avere alcuna visione comune di fondo è una falsità propagandata dai media di regime.
      Poteva valere nel 2013 ma oggi dopo due anni si è definito molto e la visione del mondo è chiara e sbandierata ai quattro venti se solo uno si fermasse a seguire tutte le loro iniziative concrete e non solo i titoli di Repubblica.
      Di sicuro più chiara di tutti gli altri partiti italiani messi assieme comunque.

      Reply

  • Avatar

    foriato

    |

    Soltanto ricordare che Vicenç Navarro e Juan Torres López (economisti di ATTAC apprezzati da una parte della sinistra spagnola) sono anche autori, con Alberto Garzón, di ‘Hay alternativas’, pubblicato nel 2011 in collaborazione con ATTAC. Certo che a quell’epoca Garzón non era candidato alla presidenza del consiglio, Pablo Iglesias ufficiava ancora di “politólogo invitato” nelle tv di estrema destra e Podemos non era nemmeno “en la mente del padre”.

    A proposito di destre e sinistre: cosa è meno neoliberista, essere anti-globalizzazione
    alter-globalizzazione?

    Reply

  • Avatar

    foriato

    |

    Ciao WOW,
    allora secondo lei, M5S e Podemos sono una comunitá spirituale a letto singolo, pure bastardo… cioè l’amore libero in versione parlamentaria! Adesso sul serio: dimentica, a mio avviso, una questione fondamentale, specialmente per il M5S, quella dell’euro. Il che gli inglesi hanno risolta da sempre grazie a Soros &Cia, questo sì devoto praticante dell’amore libero a buon mercato.

    Reply

    • Avatar

      WOW

      |

      Non ho capito bene quello che vuoi dire ma riguardo all’euro basta che osservi come ha dovuto chinare la testa (per il momento e in attesa di tempi migliori) Syriza.
      Quando anche Tsipras capirà che l’unica soluzione è riavere la sovranità monetaria ne riparleremo.
      Anche Podemos un giorno lo capirà non ti preoccupare,bisogna solo aspettare gli sviluppi e i progressi continui della dittatura finanziaria e oligarchica vigente e vedrai come saremo tutti d’accordo su questo : )

      Reply

      • Avatar

        foriato

        |

        Gentile WOW,
        rispetto per principio ogni sorte di fede o credenza (sia in euro, che in dollari sterlini o viceversa), ma in relazione all’avvento dell’apocalisse definitiva, quella che scatenerà il rivoluzionario che ognuno porta dentro di sé, mi permetto ricordare che è già venuta (varie volte) e non l’ho sentita niente provvidenziale, parlo di me certamente, non so come l’ha notata lei. In ogni caso “largo lo fiáis”…
        Riguardo a Tsipras e Podemos, vedremo se capita quello che lei augura, oppure sono io che non capisco…
        Ne riparleremo ; )

        Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!