Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (9)

  • Avatar

    Luigi Pigoli

    |

    Ho visto un documentario sulla Cina che fa rabbrividire, spiegava come il PIL é tenuto appositamente/artificialmente alto da governo, mediante la speculazione immobiliare. Continuano a costruire ossessivamente per mantenere alto il PIL, ma in realtá si avvicina una bolla immobiliare che al confronto, quella di Dubai fa ridere. Parlano di intere cittá semivuote, milioni di appartamenti mai venduti e che mai saranno venduti. Magari non a Shangai o Pechino…ma in altre cittá, chi andrebbe a comprare un appartamento in un paese dove l’ aria e il cibo sono assolutamente inquinati? Io vivo a Okinawa da piú di tre anni, sapete cosa fotografano i turisti cinesi quando vengono qui? Il cielo. Evidentemente in Cina non lo vedono mai blu.

    Reply

    • Avatar

      Maximus

      |

      Quindi mi confermi che tutte le costruzioni che ho visto anche io in diversi articoli , sono fatte solo per tenere in piedi il PIL ???
      Non c’è la possibilità che queste città abbiano altri scopi ?

      Reply

    • Avatar

      Paolo Rizzi

      |

      Decidetevi, o i cinesi sono cattivi perchè fanno le città nuove oppure sono cattivi perchè hanno le città grandi inquinate.
      C’hanno decine di milioni di persone che si vogliono trasferire dalla campagna alla città, ma i documentari scandalistici questo non lo dicono. A Dubai non c’hanno manco la popolazione, però continuiamo pure a far paragoni a cazzo di cane…

      Reply

      • Avatar

        DavideBusetto

        |

        Oh, finalmente qualcuno dice la cosa più ovvia (ma non per questo viene detta). La popolazione che deve trasferirsi!
        Chi non capisce questo può continuare a credere pure a Babbo Natale

        Reply

  • Avatar

    grandavide

    |

    il principale problema per gli usa oggi come oggi è più esterno che interno, dato che la ripresa iniziano ad averla. solo che se tutti gli altri sono in crisi non è facile esportare. per il resto è chiaro che con l’arrestarsi del flusso di liquidità del qe dovuto al miglioramento delle condizioni usa si creino le condizioni per ulteriori speculazioni finanziarie verso chi economicamente è messo peggio. io penso che russia e cina, ma in fondo anche il sudamerica, pagheranno molto più di noi questa fase della crisi. e credo che questa crisi durerà un bel pò, dato che mi sembra difficile non vederla legata a una distribuzione della ricchezza sempre più folle. una situazione che tende a distruggere lo stesso concetto di capitalismo facendo a pezzi il consumatore che sta alla sua base.

    Reply

  • Avatar

    camillo

    |

    A me una cosa sfugge, in tutto questo macrosistema economico-finanziario globale: ma se tutte le grandi potenze, USA, Giappone, Russia, Cina etc. sono ridotte male, per non parlare del resto (Italia tra le peggiori), chi è che ci guadagna in tutto questo enorme sfascio? Forse solo pochi speculatori finanziari, grandi fondi, gente che muove grossi flussi di denaro? Ma qual’è il loro obiettivo a tendere, vivere da gran signori in un mondo rovinato in preda alla fame e alla miseria? Questo vogliono? Lo vedo un controsenso.. Forse non esiste un piano dietro tutto questo (se non la distruzione del mondo civilizzato) o, e invece esiste, quale sarebbe?
    Mi verrebbe da dire, come al Monopoli, Ok avete vinto, ora smontiamo il tabellone, rimischiamo le carte e i soldi (finti) e ricominciamo daccapo una nuova partita, come se niente fosse successo, non sarebbe meglio?

    Reply

  • Avatar

    Tullio Padovese

    |

    In Cina si stanno creando le premesse per un nuovo esodo di 200 milioni di abitanti dalle campagne alle città. Hanno capito che per limitare i danni conseguenti allo sgonfiamento della bolla immobiliare e mantenere una crescita sopra al 5% ( ben inferiore a quella degli anni migliori ma sufficiente ad evitare gravi tensioni sociali) devono ncercare di incrementare la popolazione urbana e conseguentemente di far crescere la classe media. La crescita che non otterrano più dall’export, verrà da lì. Se puntano sulla domanda interna evidentemente hanno emesso una chiara sentenza sulla ul futuro delle economie di Europa e Stati Uniti…..

    Reply

  • Avatar

    DavideBusetto

    |

    Se quello cinese è un hard landing il resto del pianeta è già morto da qualche lustro

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!