Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (36)

  • mirko g. s.

    |

    Se non fosse che Fitch non declasserà subito l’Italia e che la Finanziaria lacrime e sangue non la faranno adesso.

    Reply

    • Gaz

      |

      ” Bisogna fare a meno delle agenzie di rating: sono altamente carenti e discreditate.” M. Draghi

      Reply

      • Tenerone Dolcissimo

        |

        S’eè svejatoooooo!
        dal Marchese del Grillo
        Mo’ chi jelo dice alla procura di Milano che ha archiviato il suo filone di indagine senza manco indaga’???

        Reply

  • Tommaso B

    |

    Scenario tutt’altro che improbabile, il prestito ponte all’Alitalia dura giusto 6 mesi, ma non è detto che il M5S si faccia fregare in questo modo.

    Nei comuni dove amministra il M5S è riuscito a tagliare molti sprechi e privilegi, rimandando alcune spese ritenute superflue, tipo il torneo di golf.

    In ogni caso la Lega e FDI, che interesse avrebbero a far cadere un governo del M5S? Con che faccia si presenterebbero alle successive elezioni, che consegnerebbero di nuovo il governo agli europeisti convinti?

    La Lega purtroppo è l’ago della bilancia, può ricattare un governo M5S, chiedendo in cambio poltrone, un inciucio da vecchia politica, contrario ai principi del M5S.

    L’unica soluzione democratica?

    Far scegliere agli elettori la coalizione di governo.

    Reply

    • Allora ditelo

      |

      Truccare le regole per avallare risultati disrappresentativi e nasconderlo dietro appellativi eufemistici non è realmente democratico.

      La soluzione democratica è rispettare l’impostazione data nel 1948: ognuno vota chi preferisce col proporzionale puro senza sbarramenti e le coalizioni non sono soggette a mandato imperativo.

      Le formazioni DEVONO avere potere di veto e capacità di influenza commisurate ai consensi fiduciariamete attribuiti dall’elettorato.

      La mentalità di dequalificare ogni cooperazione come inciucio è mera propaganda antidemocratica il cui risultato prevedibile è lo stallo del Parlamento e la promozione di modelli elettorali disrappresentativi per incapacità di mediazione.

      Ma la Repubblica non ha mai inteso promuover una visione egoriferita giacché la Costituzione sottolinea l’importanza della solidarietà politica.

      Quando si fanno le leggi l’unico vincolo dovrebbe essere che ognuna sia approvata da una maggioranza REALMENTE rappresentativa, cosa che non accade dal 1993 con la sostituzione di leggi elettorali EFFETTIVAMENTE democratiche.

      Il risultato sono state leggi elettorali che hanno incentivato l’astensione:

      L’UNICA soluzione democratica è promuovere leggi elettorali che consentano di recuperare in un ventennio la partecipazione politica progressivamente distrutta inducendo la popolazione all’astensione.

      Reply

  • ilBuonPeppe

    |

    Renzi di nuovo al comando del PD è la migliore garanzia che il prossimo governo sarà targato M5S. E l’astensione di una parte consistente degli elettori PD manderà i grillini oltre il 40%.
    Tempo tre mesi dall’insediamento del nuovo governo e avremo la troika in casa; del resto il m5s serve a questo.
    Le uniche possibilità che le cose prendano un corso diverso dipendono o da un’iniziativa decisa di Trump (che in questo momento però non riesco ad immaginare) o nella vittoria della Le Pen che fa saltare l’euro in tempo.
    Finirà male.

    Reply

  • Mario Vitale

    |

    Lo scenario disegnato è sicuramente possibile e si gioverebbe dell’inesperienza alle trame politiche del M5S. Credo che, proprio per questo, il M5S dovrebbe aggiornare il suo approccio. D’accordo al 100% riguardo l’evitare apparentamenti, ma accordi su pochi punti chiari necessari per effettuare una riforma vera ed incisiva della democrazia italiana sono da ritenersi obbligo ineludibile allo stato dei fatti.

    Reply

    • Roberto Basile

      |

      Non si fanno accordi col demonio. Tu li rispetti, lui no e così ti frega.

      Reply

    • Paolo

      |

      ops non mi ero accorto della Suo Post: in un altra pag. del forum non molto tempo fa avevo già postato il tutto proprio in relazione a quel post …

      Reply

    • Allora ditelo

      |

      Lo Stato potrà forse indire gare d’appalto preannunciando che pagherebbe in “moneta fiscale” o sarebbe limitazione della concorrenza?

      Perché scomodare i crediti fiscali invece che imitare l’approccio di moneta complementare senza espansione monetaria come il sardex o il lombard?

      https://drive.google.com/viewerng/viewer?url=http://www.consiglio.regione.lombardia.it/documents/38960/503136/IST13015_Sistemi+di+valuta+complementare_web.pdf

      PS: Quali aziende vorremmo favorire rispetto ad altre con la defiscalizzazione da spesa pubblica in CCF?

      Reply

      • Marco Cattaneo

        |

        Nell’ordine:

        1) Non sarebbe limitazione della concorrenza perché le stesse condizioni verrebbero offerte a tutti i partecipanti. La Moneta Fiscale sarà negoziabile (vendendola contro euro sul mercato finanziario esattamente come si fa con BTP) quindi anche un concorrente estero alla gara d’appalto non subirebbe una discriminazione (la Moneta Fiscale ha valore per lui quanto per i concorrenti italiani, anche se non avesse – ma se vince l’appalto in effetti ne avrà – pagamenti fiscali da effettuare in Italia).

        2) Il Sardex è un’ottima idea ma appunto perché non è utilizzabili per pagamenti d’imposta, il suo sviluppo è lento e graduale. Dopo sei anni sono arrivati a 100 milioni di transato annuo: spero e credo che cresceranno, ma la Moneta Fiscale può partire SUBITO con DECINE di MILIARDI…

        3) Le assegnazioni di CCF vanno a tutte le aziende che operano sul territorio italiano, quindi a priori non c’è alcun favore per nessuno (o per essere più esatti, c’è per tutti).

        Reply

    • Paolo

      |

      è interessantissimo quel documento sulle monete complementari della Regione Lombardia (ne ho letto solo delle parti ..mo lo stampo e lo leggo tutto )

      Reply

  • Giovanni Talpone

    |

    Anche se capisco che il ragionamento è principalmente aritmetico-combinatorio, fa comunque impressione notare che l’unica alleanza organica possibile per il M5S sia la Lega… è inevitabile commentare “Das ist des Pudels Kern!”.

    Reply

  • Leone 1977

    |

    Insigne professor Giannuli, secondo me lei sottovaluta troppo l’intelligenza di Grillo e dei penta-stellati, non sono così scemi da cadere nel trappolone delineato da lei. Secondo me alle prossime elezioni politiche avremo un governo monocolore a maggioranza assoluta grillina, alla fine arriveranno al fatidico 40%!!!!

    Reply

    • Aldo S. Giannuli

      Aldo S. Giannuli

      |

      speriamo, io per natura sono pessimista

      Reply

    • Paolo

      |

      leggiamo le stesse cose: tu hai postato il link alle 13:22 ed io alle 13:35…deve essere telepatia ideologica 😉

      Reply

  • Paolo

    |

    O.T.

    il film da giorni nelle sale cinematografiche…pare sia già un successo.
    https://scenarieconomici.it/piigs_the-movie-ad-una-settimana-dalluscita-e-gia-un-successo/

    Le persone “malate” cioè gli eurofili o euroinomani vadano urgentemente a visionarlo: entrino al primo spettacolo e ne escano all’ultimo…visionarlo diverse volte fa bene: devono sradicare il virus nocivo del “malpensiero europeista/eurista”. Son convinto che tranne i senza speranza (gli urofili terminali cronici ) molti guariranno.

    Saluti.

    Se vincerà Macron..la lotta anti UE/euro sarà più difficile …in questo caso il M5s deve sponsorizzare ancora di più la sua recente proposta della moneta parallela : i CCF (altrimenti con l’Euro per un altro bel po di anni finiremo male). Evidente che con Macron si vuole rinsaldare l’asse Franco/Tedesco ..tutto a scapito dell’Italia (ricordo che Kholl e Mitterrand si misero d’accordo con questo tacito proposito: la Germania sarebbe stata aiutata nella riunificazione, in cambio doveva accettare la moneta unica …con la reciproca strizzatina d’occhio: distruggere l’economia italiana deindustrializzandola..perché troppo rampante e troppo pericolosa sia per la Francia che e soprattutto per la Germania…lo chiesero gli industriali tedeschi ai politici tedeschi di allora già alla fine degli anni settanta: bloccate lo sviluppo manufatturiero italiano—->>> detto , fatto…i lavori di distruzione sono a buon punto..un altro paio d’anni e saremo spennati e tosati per bene). Gli euristi miopi (e anche un po imbecilli ) vadano urgentemente a visionare il film che il sogno europeista non è acqua buona manco per farcisi il bidè . Qualcosa andò storto e la Francia rimase fregata , dall’accordo Mitterrand Kholl ci guadagnò solo la Germania. Ora con Macron vogliono rinsaldare l’asse Franco /Tedesco…con l’Italia spogliata, inginocchiata e prostata dinanzi alla Merkel. Chi continua a sponsorizzare il progetto UE/euro è un infame (oltreché imbecille e collaborazionista.) . Va detto. Il rimedio tampone nel caso di vincita di Macron sono i CCF proposti dal M5s per non morire.
    Qui un breve articolo ma che descrive benissimo di cosa si tratta .
    https://gefira.org/it/2017/04/21/litalia-puo-circonvenire-la-bce-con-una-moneta-parallela/#more-18417

    pure in inglese
    https://gefira.org/en/2017/04/13/italy-to-outmaneuver-ecb-with-paralel-currency/

    dei CCF moneta parallela se ne parla (finalmente!! ) sempre più spesso..

    Bye Bye

    Ps: agli italiani euroinomani una domanda: perché volete cosi male all’Italia , agli italiani, alla vostra famiglia, ai vostri figli e a voi stessi ??? curatevi…ciao

    Reply

    • Paolo

      |

      dell’articolo evidenzio:
      ——>>> I giovani italiani potranno anche aver rinunaciato a cercare lavoro, ma non al diritto di votare contro un sistema che ha lasciato loro un enorme debito che non hanno mai fatto e nessuna opportunità di lavorare per ripagarlo.
      —–
      —-
      La frase è tutta da discutere.
      —->> quasi la metà del debito con la Lira è stato fatto molto “relativamente” con gli sprechi ..di fatto è raddoppiato dal 1981 (era al 60 % ) al 1992 (circa il 120% ) a causa della separazione del Tesoro dalla Banca d’Italia ..con il forfait della BC ..non più obbligata ad acquistare i Titoli invenduti ..ed con il Tesoro costretto a piazzarli nel neoliberisticamente “virtuoso dio mercato” ..a tassi altissimi (da qui lo schizzare in alto a velocità tripla del debito pubblico…non dagli sprechi come certa “vulgata ” afferma ) . C’è un altra versione “neoliberista” che afferma che la causa è stata il rialzo dei tassi di interesse statunitensi di Paul Volcker—->>> una balla mastodontica!!! (però questa versione la fanno girare ..) .

      —–>> Il debito pubblico contratto con noi stessi a deficit postivo..con ovviamente sovranità monetaria..non solo non è un problema ma è un fattore positivo: è il credito cioè il benessere del sistema economico …(la diceria alla “Travaglio” & affini, La Repubblica e in generale la vulgata main stream ..su un tot di debito che pesa sulla testa di ogni neonato italiano è un idiozia senza nessun fondamento…come idiozia senza nessun fondamento economico è la dicitura : ” abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità…” in relazione al debito pubblico contratto a sovranità monetaria: una affermazione assurda e priva di senso…(ma gli italiani ci hanno creduto…erano le balle che ci sparavano dalla mattina alla sera per farci accettare da polli la “giusta punizione” )

      ——>> il debito pubblico è diventato “realmente” debito dal momento in cui si è passati dalla moneta nostra emessa a sovranità monetaria…ad una moneta esterna cioè l’euro (da quel momento è diventato vero debito )..cioè è stato commesso un crimine.

      ——->>> oggi non possiamo ripagare il(finto ) debito emettendo e dobbiamo approvvigionarci della moneta dai mercati (pagandola a tassi strozzini ) …non potendo emettere il finto debito , ora assurdamente vero debito ..dovremo ripagarlo in un altro modo: con i nostri beni reali. A questo serviva l’Euro. I sostenitori dell’euro vanno presi a calci nel sedere. (Attali il creatore del pupazzetto Macron:—–>> “…cosa pensava la plebaglia europea che l’euro era stato fatto per la loro felicità ?? ..”..

      —–>>> i CCF moneta parallela ..(inattaccabile dalla UE…perché non prevista nei trattati …e perché non vera moneta ..ma di fatto funge come una moneta ) risolverebbero il problema (perché mette rimedio alle criticità del cambio fisso )

      Il M5s dei CCF deve farne un argomento di primo piano.

      Reply

      • Paolo

        |

        “QUESTO” ci aspetta o tenteranno di fare (la nostra è una grossa economia ..è un osso difficile da spezzare ..ma ci proveranno sempre e sempre..) se continuiamo a restare con questo sistema Euro…perché ci porta dritti dritti a questa situazione…

        http://vocidallestero.it/2017/05/03/il-nuovo-accordo-greco-pagano-i-poveri-gli-indifesi-e-i-malati-cronici/

        morderà ben bene anche chi è a ancora a favore dell’euro..e i per ora privilegiati…bisogna incominciare a trattare con il massimo disprezzo gli “ancora” euristi…da esseri privi di senno, da inferiori, da gentaglia gentucola, da subumani, da fascisti idioti servi di un sistema che stritolerà anche loro , da collaborazionisti infami, da teste di C, da….etc etc e chi più ne ha più ne metta….

        Reply

      • Paolo

        |

        la dittaturella UE/euoro sta in piedi perché c’è gente che collabora. Se ci fosse un urlo unanime un bel NOOO….crollerebbe. Quindi i nemici sono anche chi collabora con il consenso (per qualsiasi ragione..anche la buona fede..detto e premesso che non si capisce arrivati a questo punto come non “vedano” cosa realmente è l’UE/euro ..).

        Reply

  • Gaz

    |

    Le pagine e i posto di questo sito per sapere chi siano gli uomini e i caporali governativi e di qual genere siano le loro politiche si sprecano.
    Per la prossima legislatura non si può proprio bussare al Renzusconi club senza sapere che è meglio non entrarci, perchè si pagherebbe un prezzo altissimo di condivisione di irresponsabilità e obblighi non propri: molto meglio condizionare la vita politica dall’opposizione.
    Comprereste un’auto usata dal Renzi politico? No, ci resti lui sul gippone nero tedesco.
    E dal Berlusconi? Ha sponsorizzato l’Audi in ogni modo. Dovrebbero regalargliene una nuova. Le sue sono vecchie e fuori produzione. Risposta: no!
    Per quanto abbia criticato Hollande, non gli si può certo imputare di aver viaggiato su auto non francesi.
    Meditate governativi.

    Reply

  • Gaz

    |

    Theresa dixit: “sarò una donna tremendamente difficile”.
    “nessun accordo è meglio di un cattivo accordo.”
    Il Financial Times, noto giornale che si stampa dalle parti di Isernia, ha fatto lievitare la cifra da pagare per la Brexit da 50-60 a 100.
    Theresa ha gridato al tentativo di condizionare le elezioni anticipate inglesi, accusando francesi e tedeschi.
    Toh, questa favola capovolta, mi sembra di averla già sentita un mucchio di volte.
    Chi vuole condizionare chi?
    P.s. Signora May, fa circolare delle tariffe decisamente esagerate. Ha di che vantarsi nell’essere una donna difficile con quelle tariffe !
    Come si possono allora criticare gli adolescenti che ciprovano gratis con le professoresse?
    Se abbassa la cifra si può pensare ad un crowdfunding nel blog, all’aiuto munifico di Silvio, che la materia la conosce bene, ad un anticipo di Renzi per cosulenze sulla prossima elettorale a perdere.

    Reply

    • Gaz

      |

      O.t.

      Reply

      • Gaz

        |

        Il primo che in questo blog prova a criticare la contessa di Castiglione riceverà scariche di ironia a profusione …
        Sappiate che Theresa lo fa per l’Inghilterra e per la Regina !

        Reply

      • Arcibaldo

        |

        Il primo che in questo blog prova a criticare la contessa di Castiglione riceverà scariche di ironia a profusione -Gaz-

        siamo tutti presi dal panico…….;-)) eviteremo l’argomento accuratamente…brrrrrrrrrrr…brrrrrrrrrr….nessuno ha il coraggio di “osare”….ahahahh

        Reply

  • Gaz

    |

    ACME NEWS
    Sulla Brexit c’è una presa di posizione della Presidentessa della Camera, Irene Boldrini, la quale ha accusato ancora Gaz di maschilismo, fallocrazia e sessismo, sfidandolo a un dibattito pubblico sull’andamento dei negoziati tra Londra e Bruxelles.
    Si prevede l’arrivo di numerosi charter da Edimburgo a supporto di Gaz.

    Reply

  • Lorenzo

    |

    Il partito pigliatutto tenderà a spappolarsi non appena andrà al governo a prescindere da trappole e trappoloni. Vedreste quanto durererebbe un monocolore a maggioranza assoluta grillina.

    E’ da tempo che i poteri forti tengono in cassaforte il piano B dell’accesso dei 5 stelle al governo, e lo dico con qualche cognizione di causa. La cosa potrebbe essere realizzata senza bisogno di grandi trappoloni. I problemi, per i dominanti, sono due:

    1) l’italia è già fallita da anni e l’arrivo di non iniziati al governo potrebbe far scoppiare la pentola sotto pressione della finanza creativa con cui si tiene nascosta la realtà (qualcuno crede che il debito pubblico reale corrisponda a quello dichiarato?);

    2) il regime ha tanti altarini, di cui l’avvenuta bencarotta del paese è il principale ma non l’unico: dagli accordi colle banche speculative yankee per entrare nell’eurodittatura alle extraordinary renditions al servizio della CIA, agli accordi spartitori in vista dell’invasione libica ecc. ecc. Gli homines novi potrebbero spiattellare troppe cose.

    La verità è che il sistema è troppo vicino allo sfascio per esperimenti azzardati.

    Reply

  • Paolo

    |

    Certo che è “sospetta” l’ incontro di Soros prima con Junker e subito dopo con Gentiloni..e proprio in concomitanza sulle polemiche delle Ong (gestite e foraggiate da lui : lui è buono.. tiene a cuore le sorti dei diseredati del terzo mondo ;- ). Vuole investire in Italia: c’è da preoccuparsi molto e non poco.

    Reply

    • Paolo

      |

      I flussi migratori in futuro saranno inarrestabili (non solo dall’Africa o Medio Oriente )..sbagliata la posizione di chi vuole respingerli tutti o di chi per contro vuole porte aperte sempre e comunque . Una cosa è certa: non bisogna permettere che sia gente come Soros ha gestirne il flusso : perché è cosi interessato ?? perché??? bisogna affrontare il problema a 360° coinvolgendo le forze politiche e le istituzioni con un dibattito profondo sul problema …perché soluzioni ideali ce ne potrebbero essere (ma ci vuole tanta buona volontà e non “interessi particolari” sia economici che geostrategici…perché indubbiamente c’è “anche” un disegno geopolitico strumentale e non positivo sia per l’Europa che per gli immigranti stessi dietro ,ad opera di un certo “establishment ” ..ma non ci sono ombra di dubbi).

      Reply

  • Gian matteo

    |

    “timeo danaos et dona ferentes”
    Sicuramente un refuso!

    Reply

  • Andrea

    |

    Non capisco dove sta la fregatura,se sono politici sapranno gestire la situazione,altrimenti mostreranno tutta la loro inettitudine.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!