Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (10)

  • Avatar

    Alice

    |

    Non capisco tutto sto cinema per un banalissimo incontro. Portate avanti barricate morte e sepolte..questo crea confusione!

    Reply

  • Avatar

    Salvatore

    |

    Sono un sufficientemente-assiduo lettore di questo blog, che trovo molto interessante.
    Ho letto ora il commento del M5S di Brugherio. Mi sono fatto persuaso anche io che ci sia stata buona fede ma con qualche leggerezza da parte di tutti (M5S per l’organizzazione e il prof. Giannulli sulle motivazioni). Credo che queste cose (le leggerezze) possano capitare. Come dice il prof. Giannulli, le leggerezze debbono essere quante meno possibili, da parte di ciascuno. E che ben vengano questi post di chiarimento da parte di tutti. E’ vero che, come dice Alice, questi chiarimenti possano portare confusione, ma sono convinto che faccia bene a tutti chiarirsi e andare avanti meglio, tutti noi che condividiamo gli stessi obiettivi.
    Si impara dagli errori, si dice, ma imparare richiede appunto una riflessione critica, come quella che c’è stata. Bravi M5S di Brugherio, ottimo per l’iniziativa, bene per la riflessione e il confronto. Andate avanti. Grazie al prof. Giannulli per il blog e le sue sempre utili riflessioni.

    Reply

  • Avatar

    Sergio

    |

    Trovo che in certi casi la confusione sia anche peggio dell’opportunismo e dell’ambiguità, quindi grazie per questo post di chiarimento. In un’epoca che appare dominata dall’alternativa secca fra la “guerra dei rispetti” (Finkielkraut) e le tante forme di appecoronamento volontario (vedasi l’ennesima ritirata della cd sinistra pd), la fermezza e i puntini sulle i sono quasi un servizio pubblico – specie se possono aiutare un movimento adolescente a far tesoro degli errori.

    Reply

  • Avatar

    paolo

    |

    Cercando di guardare il bosco e non solo l’albero, il problema è la “formazione” delle classi dirigenti:

    Reply

  • Avatar

    paolo

    |

    Cercando di guardare il bosco e non solo l’albero, il problema è la “formazione” delle classi dirigenti.

    Altra ipotesi, concorrente: per il prof. Giannulli la distinzione tra destra e sinistra, tra antifascismo e postfascismo è ancora importante e basilare per le scelte; per almeno una parte di M5s quelle distinzioni sono considerate essere passato (ma lo pensano veramente?), e politicamente contrproducente ( pescano da ambedue i bacini).

    Reply

  • Avatar

    Alice

    |

    Secondo me la dicotomia fascismo/antifascismo è da abbandonare definitivamente (destra/sinistra poi…). Termini usati e abusati per tutto, senza più significato. Pure Fedez li usa…

    Reply

  • Avatar

    Salvatore

    |

    Do’ ragione ad Alice sul fatto che i termini siano abusati e che soprattutto ci si dimentica del ruolo delle mafie. Tuttavia l’annullamento delle opposizioni (vere) è prassi comune. Gli anni trascorsi dal fascismo sono ancora troppo pochi per dire che non esiste il rischio, e chi non l’ha vissuto potrebbe sottostimarlo.
    Personalmente, lavoro in un luogo in cui la modalità fascista di gestione fin è troppo presente, pur se in chiave moderna, e miscelata a modalità che troppe volte mi ricordano le mafie. Per cui, vivo la cosa sulla pelle della mia dignità, ogni giorno.
    No, per me non è finita.

    Reply

  • Avatar

    Mirko G. S.

    |

    Chi dimentica il passato sarà condannato a viverlo di nuovo. Viviamo nel pieno di guerre di religione e di rigurgiti di razzismo e nazismo e qualcuno parla di obsolescenza di certe categorie?

    Reply

  • Avatar

    gianfranco d'atri

    |

    Tutto va rivisitato, ma rimane impellente la necessità che chi ha 20/30 anni ( e non ha studiato la storia del ‘900) rielabori tali categorie prima di dare spazio a qualsivoglia flatus voci.
    Il caso di brugherio è paradgimatico dei giovani ( e meno) che fanno parte del 5stelle e trova pessime conseguenze in tutta italia.
    D’altronde ieri Grillo è parso un santone ( ci vogliamo tutti bene, voi siete come me, gli altri sono cattivi), non un comico e nè un politico.
    caro Aldo, Se la tua riflessione sul caso Brugherio diventa anche un invito a Beppe e Casaleggio a saper discernere ( e Farage? Ora è ok?), facciamo un passetto avanti.
    Ovviamente grazie per rendere pubbliche le tue riflessioni e coinvolgerci.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!