Aldo Giannuli
Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commenti (12)

  • Avatar

    simonetta

    |

    magari lo facessero!!!

    Reply

  • Avatar

    Marco C.

    |

    Sarebbe troppo bello e non oso sperarci che questi malfattori paghino per la loro arroganza di poter fare di tutto e di più solo per il loro cinico e misero interesse personale. Cota definisce vergognosa la sentenza? di vergognoso c’è solo la sua arroganza e disprezzo della legge: è sicuro che non nè pagherà il fio. Berlusconi docet.

    Reply

  • Avatar

    SantiNumi

    |

    E’ giusto sottolineare che la pratica delle “firme false” (a parte eccezioni) è prassi.

    Infatti ci sono pure gli spacciatori professionisti: con circa 2000€ si comprano le identità che servono e poi giù a falsificar firme…

    Il problema è star attenti a non prendersi il pacco: come tutti i dealer di strada, tendono a “tagliare la dose” con identità di persone fisiche appena nate o, peggio, decedute.

    Lo fanno tutti e anche nelle altre regioni i processi sono ancora in corso.

    I veri costi della politica sono quelli delle sue decisioni sbagliate: che danno è stato fatto al Paese con la riforma del Tit. V?

    Reply

  • Avatar

    gianfranco d'atri

    |

    Sono stato candidato nel 2004. Non eletto. Ho scoperto con mia ingenua sorpresa che il conteggio dei voti è arte e non matematica. Il eccanismo non è soggetto a controllo, ma a semplice comunucazione in corso d opera: da sezione a comune, a cicoscrizione etc…: errori o alterazioni sono semplici, in perstocilalare su preferenze.
    Ho verificato sul mio personale voto individuale : non risulta ( ovviamente eranso pochi intotale e ho preso 0 nella sezione)!.

    Reply

  • Avatar

    Peucezio

    |

    Aldo, però scusami, niente da eccepire sulle tue osservazioni giuridiche, ma ammetterai che sul piano sostanziale il consenso c’è stato ed è indiscutibile, quindi esiste una legittimità politica, anche se non giuridico-formale, di quella giunta.
    Che in fondo è ciò che importa in democrazia: che governi chi è stato scelto dagli elettori.
    Poi, laddove vi sono atti illegittimi, è giusto che vengano sanzionati, ma perché scandalizzarsi? Sul piano strettamente formale non c’è niente di illegale neanche nel ritardo della magistratura, che pure in generale è un grave disservizio.

    Reply

    • aldogiannuli

      aldogiannuli

      |

      Peucezio: non ci siamo capiti, senza quei 27.000 voti che sono stati “civettati” non ci sarebbe alcuna maggioranza di destra

      Reply

  • Avatar

    Angelo Iannaccone

    |

    Caro Aldo, come giustamente dici, occorrerebbe mettere mano sia alla procedura che al modo in cui i magistrati amministrano la giustizia. Sennonché’, allo stato dell’attuale legislatore (ossia dei nostri rappresentanti politici), questa e’ una prospettiva che fa rabbrividire. Le leggi spesso le scrivono le lobbies, indipendentemente da quale sia il governo del momento, e le scrivono solo nel loro esclusivo interesse, per di più’ senza alcuna competenza tecnica. Il governo Letta a Natale e’ già’ intervenuto, nel silenzio generale, in materia di giustizia civile, dimostrando di saper fare peggio anche di Berlusconi.

    Reply

    • aldogiannuli

      aldogiannuli

      |

      angelo: Abbi fede, con il tempo Letta riiscirà anche a far di peggio

      Reply

  • Avatar

    Mirko G. S.

    |

    Il concetto di personalità giuridica è stato superato da quello di soggettività giuridica, sorto per garantire anche agli enti non riconosciuti la possibilità di divenire centri di imputazione di interessi (in parole povere l’associazione non riconosciuta, il comitato, il partito politico, il sindacato non sono persone giuridiche ma sono soggetti giuridici e perciò possono ugualmente divenire titolari di diritti patrimoniali e non solo). Trattandosi di risarcimento danni, quindi di una questione civilistica, credo la mancata procedura di riconoscimento non abbia rilevanza e quindi si possa chiedere il risarcimento anche ai partiti.

    Reply

  • Avatar

    michiamoaldo

    |

    La legge deve essere rispettata, le sentenze devono essere rispettate. Ma, com’è come non è, alcuni (pochi)non rispettano niente e soprattutto nessuno gliene chiede conto (tralascio esempi ormai quotidiani); per altri (molti)è sufficiente pensare di non voler rispettare la legge che gli leggono nel pensiero e lo massacrano di multe, ammende, sequestri e carceri preventivi. Come si spiega?

    Reply

  • Avatar

    Giorgio

    |

    Il Partito dei Magistrati incomincia a preoccupare i cittadini italiani : ho incontrato numerosi cittadini a Torino e Cuneo che, dopo essersi astenuti alle ultime elezioni,sono intenzionati a rivotare Lega Nord alle Europee, dopo questa ennesima prova di faziosità istituzionale.

    Reply

  • Avatar

    Angelo Iannaccone

    |

    Ritornando sulla incapacità o meglio mancanza di volontà anche del governo Letta di affrontare il problema della giustizia nell’interesse esclusivo dei cittadini, constato che finalmente qualcuno (Di Pietro, Il Fatto Quotidiano) denuncia lo scandalo delle modifiche introdotte a Natale, nel più assoluto silenzio, alla materia assicurativa ed al processo civile dal governo Letta. Il governo Letta è a completo servizio delle lobbies, prima delle banche e poi delle assicurazioni, e nel totale silenzio approva norme che comprimono i diritti dei cittadini a favore dei grandi poteri finanziari; insomma il governo Letta fa peggio dei governi Berlusconi e fa di tutto per dare ragione a Grillo quando afferma che tra PD e PDL (ora Forza Italia) non c’è molta differenza. Renzi, che fa molto fumo e molte chiacchiere, non se ne avvede. La famosa base del PD invece dorme sonni profondissimi e si beve di tutto. Affidare a questa gente la riforma della giustizia equivale a suicidarsi.

    Reply

Lascia un commento

I miei libri

  • codeca_copertina_250
  • isis_250
  • uscirecrisigrande

  • servizi_media

  • servisefgrande

  • pafragrande

  • grandecrisigrande

  • 2006_russia_mussolini_250

  • 2008_bombe_250

  • 2009_abuso_250

  • 2013_noto_servizio_250

  • 2013_sistemi_elettoralli_250

Newsletter

* = campo richiesto!